Come gestire i bisognini del tuo cane

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Prima di acquistare o adottare un cucciolo, informati su carattere, cure e necessità. Un cane è un grande amico. Fedele e di compagnia richiede attenzioni e trattamenti. Nei suoi primi mesi, il cane è come un bimbo, molto vivace e giocoso. Non comprende i comandi e qualche volta disubbidisce. In particolare, riscontrerà qualche difficoltà per i bisognini fisiologici. Per gestire il tuo cucciolo e le sue cattive abitudini, munisciti di tanta pazienza. Non scoraggiarti ai primi tentativi. Piuttosto, portalo fuori almeno tre volte al giorno. Premialo ad ogni suo sforzo ed in qualche settimana, otterrai risultati ottimali.

27

Occorrente

  • fogli di giornale o traversina
  • spray repellente
  • paletta usa e getta
37

Innanzitutto, disponi sul terrazzo o in una parte nascosta del bagno una traversina o un paio di fogli di giornale. Cospargili con uno speciale spray dal tipico odore. Questo, stimolerà il cane a fare i bisognini sempre nello stesso posto. Il prodotto è disponibile in qualsiasi negozio di animali. Non pulire mai davanti al tuo cane i suoi escrementi. Infatti, per paura, potrebbe mangiarli e far sparire il misfatto. Questa malattia, la coprofagia, è molto comune nei cani. Pertanto, per non svilupparne i sintomi, elogia il tuo cane. Premialo con croccantini o coccole quando fa i bisognini nel posto giusto. Dopo qualche settimana, dovrai abituarlo diversamente. Il tuo cane dovrà gestire le esigenze corporee ed espletarle fuori casa. Per ottenere risultati, sii sempre costante. Andate a passeggio dopo i pasti principali (all'inizio tre).

47

Prima di uscire, munisciti di busta, guanti e palettina. Quando il cagnolino sporcherà, dovrai pulire. Le prime volte il tuo cane non capirà il fine delle passeggiate. Gli servirà tempo per associare gli odori dei suoi simili ai bisognini. Qualche escremento potrebbe scappare in casa anche immediatamente dopo la camminata. Devi avere molta pazienza. I primi mesi, infatti, non riesce a gestire gli sfinteri. Il cucciolo non va assolutamente picchiato o sgridato. Richiamalo dolcemente ma anche con autorità.

Continua la lettura
57

Ogni cane ha i suoi tempi. Portalo spesso nelle aree attrezzate per cani: imiterà i suoi amici più grandi. In breve imparerà a gestire i suoi bisognini. Quando il cucciolo avrà imparato, premialo con un giochino, coccole o il pasto preferito. Quindi, elimina la traversina oppure i giornali. Per sicurezza però attendi qualche altro giorno. Oppure, sfrutta il tutto per il maltempo. Infatti, in condizioni avverse, non sempre il tuo cane potrà uscire. Se riscontri difficoltà, frequenta con il tuo amico a quattro zampe un corso di addestramento.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Ricordati di portare sempre con te la paletta usa-e-getta: amare il proprio cane significa anche aiutarlo a non causare problemi o disagi alle altre persone.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cura dell'Animale

Come allevare un carlino

Il carlino è un piccolo concentrato di carattere e dolcezza. Amante del gioco e divertente compagno di scherzi è una vera e propria calamita grazie alla sua incontenibile simpatia e dolcezza. Questa piccola meraviglia non necessita di una grande quantità...
Gatti

Come educare il gatto alla lettiera

La compagnia di un animale domestico rende piena e vivace la vita di ogni giorno. La sua presenza è quasi paragonabile a quella di un caro amico. Per molti, cani e gatti sono quasi come figli. E sotto diversi aspetti è proprio così. Oltre al fattore...
Animali da Compagnia

Come abituare il coniglio nano alla lettiera

Tra gli animali domestici più diffusi tra le famiglie italiane, oltre cani, gatti e pesci rossi, trova sempre più diffusione il coniglio nano. A dispetto di quanto si pensa, questa razza di coniglio e facilmente addomesticabile e riesce a farsi volere...
Cani

10 consigli per la salute del cane

Chiunque decide di prendere con se un cane deve essere consapevole del fatto che dovrà prendersene cura fino a quando vivrà. Questo vuol dire che fido entrerà a far parte della famiglia a tutti gli effetti e quindi, oltre che trattarlo con il rispetto...
Gatti

Gatti: quale lettiera scegliere

I gatti sono tra gli animali da compagnia, per l'uomo, preferiti insieme ai cani. Prendersi cura di un gatto necessita, sicuramente, di una buona dose di affetto e di passione. È necessario prestare la massima attenzione all'alimentazione di questo animale,...
Gatti

10 cose da sapere sulle lettiere per gatti

Uno dei vantaggi nel possedere un gatto anzichè un cane sta nell'uso della lettiera da parte dei mici. Il padrone di un gatto non ha bisogno di portarlo fuori regolarmente per fargli fare i suoi bisogni. E non deve neanche passare mesi e mesi ad addestrarlo...
Gatti

Come educare il gattino alla lettiera

Se avete adottato un micio di pochi mesi o avete intenzione di farlo vi sarà utile sapere come educare il gattino all'uso della lettiera. Per evitare che il nostro amico a quattro zampe faccia i bisognini in giro per casa è fondamentale insegnargli...
Gatti

Come prelevare facilmente un campione di urine del gatto

Adottare un amico a 4 zampe richiede molta passione e dedizione. Gli animali da compagnia non sono certo dei giocattoli o semplici passatempo. Sono delle presenze tali da diventare autentici membri della famiglia. Il nostro dovere verso di loro è prenderci...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.