Come gestire il GH in acquario d'acqua dolce

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Se abbiamo un acquario tropicale, oltre al PH è importante controllare anche la durezza dell’acqua che viene identificata con la sigla GH, specie se misceliamo quella distillata quindi oligominerale con l’acqua proveniente dal rubinetto ricca principalmente di calcio, magnesio ed altri minerali. Per controllare la durezza del liquido presente nell'acquario, è dunque necessario un apposito impianto del tipo cosiddetto ad “osmosi inversa”. Quest’ultimo è uno dei tanti accessori per acquariofili, che è disponibile nei centri specializzati. Nei passi successivi, vediamo dunque come procedere per gestire il GH in un acquario d’acqua dolce.

24

L’apparecchio per l’osmosi inversa, è costituito da un tubicino che all'interno contiene una piccola membrana porosa. L’acqua attraversandola tracima, mentre i solidi rimangono impregnati nei pori. Il liquido ottenuto ha praticamente le medesime caratteristiche dell’acqua distillata, quindi con una durezza intorno allo zero assoluto. La qualità può tuttavia essere ancora migliorata, applicando all'uscita un altro filtro, magari una semplice garza con all'interno del carbone attivo.

34

Un impianto per l’osmosi inversa seppur molto costoso, è l’ideale per fare il cambio parziale e totale dell’acqua, senza necessariamente acquistare quella distillata che tra l’altro non è sempre pura. Per misurare il GH dell’acqua, abbiamo bisogno di alcuni dati per cui quella del rubinetto da questo momento la chiameremo GHp, mentre la distillata la identifichiamo invece con GHd. Inoltre chiamando Vp il volume dell’acqua del rubinetto e Vd quella distillata, il volume dell’acquario sarà quindi Vp+Vd che adesso chiamiamo Vt (totale). A questo punto, dopo aver identificato i dati relativi al volume, ne consegue la formula risultante del GH, che è la seguente:
GH = GHd x (Vd / VTot) + GHp x (Vp /Vtot).

Continua la lettura
44

Volendo fare un esempio pratico, se l’acqua del nostro rubinetto misura GH 20 e quella distillata GH 5, e il volume della vasca è di 60 litri esatti, significa che mescolandole tra loro, accade che le acque in proporzioni saranno di 40 litri per la distillata e 20 invece per quella del rubinetto. La formula che ne deriva è dunque molto semplice: 5 x (40/60)+20 x (20/60) = 10. Miscelando quindi l’acqua e attenendoci alle suddette proporzioni, alla fine la misurazione risulterà di 10 GH. A margine, è importante aggiungere che in commercio come per il PH ci sono anche dei test sul principio della cartina di tornasole, che servono per controllare attraverso uno specifico codice colori la durezza del GH dell'acqua.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pesci

Come Pulire Le Spugne Filtro Di Un Acquario

L'acquario è una scatola magica che riproduce una piccola parte di diversi ecosistemi acquatici. Il filtro è un componente davvero fondamentale a garantirne la pulizia costante. Il lavoro meccanico e biologico di questo importante accessorio per acquari...
Pesci

La biochimica in acquario

Far funzionare un acquario e le sue singole parti non è semplice come si può pensare. Il primo ostacolo è sicuramente far funzionare un piccolo ecosistema, con mille parametri e diverse compatibilità. Una di queste è, forse la più importante, la...
Pesci

Come occuparsi al meglio dell'acqua dell'acquario

Occuparsi di un acquario non è un'attività riservata a pochi eletti. Chiunque può riuscirci nel migliore dei modi. È sufficiente seguire solo pochi, ma basilari passaggi. Innanzitutto l'alta qualità dell'acqua in un acquario è fondamentale per la...
Pesci

Come allestire un acquario per i Discus

Chi da bambino non ha mai vinto in fiera i classici pesciolini rossi in qualche gioco a premi o li ha comprati per beneficenza rivolta a qualche associazione? Probabilmente tantissimi di voi, che con gli anni hanno continuato a ripensare a quanto sarebbe...
Pesci

Come risolvere il problema dell'acqua bianca in acquario

Sarà perché fa tanto tropici o forse perché prendersi cura di un animale è un'attività che testa il grado di responsabilità e dedizione di ognuno di noi: l'acquario in casa è una delle passioni più comuni e, che siano pesci rossi o tropicali,...
Pesci

Consigli per curare i pesci nell'acquario

Se intendiamo allestire un acquario tropicale è importante sapere che oltre all'aspetto estetico, bisogna curare attentamente l'habitat, allo scopo di salvaguardare la salute delle piante e soprattutto dei pesci. A riguardo di questi ultimi, ci sono...
Pesci

10 passi per allestire un acquario d’acqua dolce

Se intendiamo allestire un acquario di acqua dolce, è importante sapere che ci sono delle regole ben precise da seguire, per ottenere un ecosistema tale da favorire la sopravvivenza di pesci e piante. A tale proposito ecco una lista in cui in 10 passi,...
Pesci

Come scegliere i pesci pulitori per l'acquario

Ogni acquario che si rispetti deve contenere al suo interno dei pesci pulitori. Nonostante alcuni ne facciano a meno, occorre tenere presente che essi sono una componente fondamentale per la fauna del nostro acquario. I pesci pulitori mantengono pulito...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.