Come gestire un cucciolo quando si va a lavoro

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Adottare e crescere un cucciolo è un impegno a tempo pieno, almeno nelle prime fasi della crescita. Il piccolo ha bisogno di guide e di educazione. È molto importante al fine di insegnargli le regole base di una sana convivenza. Deve imparare a fare i bisogni nel luogo giusto e a rispettare noi e gli oggetti di casa. E un'altra cosa fondamentale per il suo benessere è imparare a stare solo. Non è rara, negli animali, la "sindrome dell'abbandono". Un cane che ne soffre passa il tempo in solitudine a guaire ed abbaiare. Come gestire una simile situazione quando si va a lavoro? Potrebbe essere un problema anche col vicinato. Per questa ragione daremo alcuni consigli pratici per evitare il problema.

27

Occorrente

  • Pazienza e perseveranza nell'educazione.
  • Amici o parenti stretti che possano passare qualche ora col cucciolo.
  • Dog-sitter.
37

Evitare di tenere il cucciolo sempre in braccio

Quando adottiamo un cucciolo dobbiamo pensare subito all'eventualità che stia da solo. È un evento inevitabile nella sua vita. Potrebbe capitare la circostanza in cui tutta la famiglia esce di casa insieme per un evento particolare. Se viviamo da soli è ancora più probabile che il cucciolo resti solo in casa. Una delle situazioni più ovvie accade quando si va a lavoro. Ogni mattina dovremo lasciare il cucciolo in solitudine per diverse ore. Come permettergli di abituarsi a questa condizione? La prima cosa da fare è non permettere al cucciolo di sviluppare un eccessivo bisogno di contatto. Evitiamo dunque di tenere il piccolo continuamente in braccio.

47

Abituare il cucciolo ad una solitudine graduale

Possiamo abituare il cucciolo ad una solitudine graduale. Usciamo di frequente senza di lui, anche quando non siamo a lavoro. Passiamo 15 minuti fuori, lontano dalla sua vista. Gradualmente aumentiamo i tempi, in modo che il piccolo si abitui alla mancanza senza traumi. Abituiamolo, inoltre, a dormire solo, in un suo lettino o nella sua cuccia. Mettiamogli accanto qualcosa col nostro odore, come un vecchio maglione. Con il tempo questa routine gli permetterà di gestire la nostra assenza senza shock. L'alternativa a tutto questo è trovare qualcuno che badi a lui per conto nostro. Può essere un amico fidato, un parente stretto o un dog-sitter, denaro permettendo. Diamo loro alcune semplici istruzioni su come gestire il cucciolo in quelle ore.

Continua la lettura
57

Premiare il cucciolo quando sta buono

Durante queste fasi dell'educazione il cucciolo potrebbe guaire e piagnucolare. È oggettivamente un comportamento a cui è difficile resistere. Ma non dobbiamo cedere alla tentazione di correre da lui per coccolarlo. Resistiamo per il suo stesso bene, ma ricordiamo di premiarlo quando sta buono. Il cane sa fare associazioni e collegherà il premio alla sua stessa calma. È un piccolo stratagemma per incentivare il cucciolo a seguire un comportamento piuttosto che un altro. Come premio possiamo dargli qualche croccantino o una bella dose di coccole.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Quando il cane è solo ricordiamo di lasciare sempre una ciotola di acqua fresca perché possa abbeverarsi. E' consigliabile dividere la pappa dei cuccioli in più pasti al giorno, dunque lasciamo anche una ciotola con un po' di cibo nelle vicinanze.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cani

Come riconoscere e gestire il pianto del cucciolo

Prendere un cucciolo ed ospitarlo sotto il proprio tetto significa allargare la famiglia. Si tratta di una scelta da effettuare con responsabilità, consci del fatto che crescerlo vuol dire provvedere a tutti i suoi bisogni, alle sue cure e, soprattutto,...
Cani

I comandi base da insegnare al cucciolo

Già dopo i primi tre mesi di vita è possibile iniziare ad addestrare un cucciolo per fargli recepire i comandi necessari alla sua educazione. Vi consigliamo di svolgere questi esercizi dapprima in casa (dove l'animale si sentirà più sicuro), per poi...
Animali da Compagnia

10 consigli per scegliere il cucciolo che fa per voi

Molti dicono "tale cane, tale padrone" e spesso, se non quasi sempre, quest'affermazione trova riscontro nella realtà. Infatti è molto frequente vedere una persona con atteggiamenti molto simili a quelli del proprio amico a quattro zampe. Questo dipende...
Cani

5 modi per addestrare un cucciolo

Un cucciolo va sempre addestrato con tantissimo amore ed un quintale di pazienza, allo stesso modo come si farebbe con un bimbo piccolo che deve ancora imparare le regole. In questa guida dedicata agli amanti degli animali vi indico 5 modi diversi per...
Cani

Come scegliere un cucciolo di pitbull sano

Nella seguente guida riportiamo tre utili consigli per poter scegliere un cucciolo di pitbull sano in totale sicurezza. Questi cani hanno la fama di essere una razza pericolosa, aggressiva ed inaffidabile. In realtà non è proprio così. Basterà infatti...
Cani

Come presentare persone nuove al vostro cucciolo

Un cucciolo, si sa, è un po' l'orgoglio e la gioia di tutti i componenti della famiglia. Con i suoi comportamenti giocosi, a volte irruenti, altre volte ancora affettuosi e teneri, riesce sempre ad essere al centro della vostra e altrui attenzione. Sia...
Cani

Come addestrare un cucciolo di cane

Il cane, in genere animale docile e fedele, regala tanta compagnia, affetto incondizionato ed allegria in casa. Simpatico, gioviale e pure pasticcione, richiede tempo per il gioco ed attenzioni per il benessere fisico e psichico. Nonostante in molte occasioni...
Cani

Cucciolo in arrivo: gli errori da evitare

Condividere la propria vita con un cane, può essere un percorso davvero entusiasmante. Comprendere come crescerlo, quali cure fornire, in che modo addestrarlo, sono i problemi coi quali però è inevitabile confrontarsi. Nella guida che vi proponiamo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.