Come igienizzare la cuccia del cane

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

La cuccia del cane deve essere pulita frequentemente, almeno una volta a settimana. Questa operazione è necessaria per il benessere dell'animale e per evitare lo sviluppo di ogni tipo di parassita. Il tipo di pulizia varia in base al materiale con cui è composta la cuccia. I cani di grossa taglia solitamente "abitano" quelle di plastica o di legno, mentre per i più piccolini, risulta più comoda quella in stoffa. Vediamo quindi, come igienizzare la cuccia del cane.

25

Occorrente

  • Spazzola - scopettina - spugnetta - panno assorbente - detergente biologico
35

Per la cuccia in legno

La cuccia in legno potete igienizzarla alla stessa maniera di quella in plastica. In sostituzione del detergente biologico, potete utilizzare una composizione di acqua, aceto e bicarbonato. Questa miscela risulta un ottimo disinfettante e non è sicuramente nocivo per il cane. Per mantenere la cuccia in legno più pulita, se non l'avete già fatto, verniciatela fuori con un prodotto lavabile. Il legno è poroso, si sporca più facilmente e col troppo caldo e con la pioggia, tende a rovinarsi. La pulizia con prodotti chimici, va effettuata 2/3 volte l'anno.

45

Se vive in casa

Se invece il vostro cagnolino vive in casa in una cuccia di stoffa, allora la pulizia dovete effettuarla ogni giorno. Queste accumulano più sporco e vanno spazzolate quotidianamente per togliere briciole, pelo e quant'altro. Potete aiutarvi anche con un'aspirapolvere. Ogni mese circa, lavatela in lavatrice a bassa temperatura. Anche il contenuto della cuccia del vostro cagnolino, va igienizzato. Ogni tanto prendete materassini, cuscini e copertine e lavateli in lavatrice, sempre a bassa temperatura. Evitate di usare detersivi e ammorbidenti troppo profumati e persistenti. Non tutti gli animali li sopportano e rischiano di sviluppare qualche allergia. Se il cane ha problemi di virus, batteri o funghi, per igienizzare usate qualcosa di più forte e aggressivo. Se non avete a disposizione un prodotto adatto, potete usare la candeggina. In tal caso tenete lontano il cane dalla cuccia per almeno due giorni.

Continua la lettura
55

Per la cuccia di plastica

Per prima cosa togliete eventuali foglie, residui di cibo e altri tipi di sporcizia. Aiutatevi con una scopettina, rastrello o aspirapolvere. Di seguito bagnatela tutta con abbondante acqua calda. Vi serve per far ammorbidire eventuale fango incrostato. Dopo con una spugnetta insaponatela per bene, fuori e dentro. Usate un detergente biologico, evitate il detersivo per i piatti, produce molta schiuma e impiegherete più tempo per il risciacquo. Finita questa operazione, sciacquate e lasciate asciugare. Potete accorciare i tempi facendolo voi con un panno assorbente. Per concludere, spruzzate dentro la cuccia un disinfettante per cani.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Gatti

Come pulire la cuccia del gatto

Tanti ormai hanno un animale domestico in casa o magari sono in procinto di prenderne uno, ma a volte si è spaventati da come mantenere pulito il loro ambiente di modo che lo sia anche la casa. Cani, uccelli, furetti, pappagallini, criceti: gli italiani...
Cani

Come pulire la cuccia di plastica del cane

Tutti noi amiamo i nostri cani, ma sappiamo anche quanto sia faticoso mantenere pulito l'ambiente dove vivono. Essi portano in casa fango e sporcizia, rovesciano ciotole di cibo, perdono pelo e sono soggetti a incidenti che richiedono interventi di pulizia...
Cura dell'Animale

Come lavare la cuccia dei tuoi animali domestici

Per garantire il benessere dei tuoi animali domestici e di conseguenza anche la tua salute, è necessario cercare di mantenere il più possibile pulite le loro cucce. Le cucce infatti possono divenire ricettacolo di parassiti, pulci, acari e in casi estremi...
Cani

Consigli utili per la costruzione di una cuccia per il cane

Essere i padroni di un cane regala tantissime gioie. Ma rappresenta anche una grande responsabilità. Amore e rispetto per questo meraviglioso animale sono due sentimenti che devono tradursi, da parte del padrone, in azioni quotidiane concrete. È necessario...
Gatti

Come riscaldare la cuccia del gatto

Come tutti noi esseri umani, anche i nostri amici pelosi e a quattro zampe soffrono il freddo. Nello specifico, i gatti, più che il semplice freddo, tendono a soffrire molto l'umidità e le violente correnti d'aria che determinano bruschi sbalzi termici....
Gatti

Cosa fare se il gatto rifiuta la cuccia

I gatti dormono molte ore durante l'arco di una giornata. Spesso li troviamo dormire nei luoghi più vari e disparati, come sopra ad un armadio o un mobile ad esempio. Il gatto ha infatti bisogno di un posto sicuro e comodo per dormire. Qualora il proprio...
Cani

Cosa fare se il cane rifiuta la sua cuccia

Il miglior amico dell'uomo è il cane, ma accade a volte che il padrone e il suo animale domestico non entrino subito in sintonia, e quindi in alcuni casi, c'è bisogno di qualche dritta da adottare. Ad esempio accade spesso che il cane si rifiuta di...
Cani

Come costruire una cuccia per cani in muratura

Spesso sosteniamo che i cani sono i migliori amici dell'uomo. Proprio per questo è giusto creare loro un rifugio che li protegga dal freddo e dalla pioggia. Costruire una cuccia in muratura è infatti importante per far si che i nostri amici a quattro...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.