Come insegnare al cane a non mangiare le cose da terra

tramite: O2O
Difficoltà: media
18

Introduzione

Il cane è il migliore amico dell'uomo, ma come ben sappiamo comporta grandi responsabilità e cure. Per natura è un animale molto curioso e, lo porta ad annusare e leccare qualsiasi cosa che trova a terra. Tuttavia, questo comportamento può esporre il cane a numerosi pericoli: ingerire medicinali o bocconi avvelenati. Per cui sarà fondamentale, durante le passeggiate a cui è abituato, prestare molta attenzione e, soprattutto fargli capire a non afferrare con la bocca tutto ciò che trova a terra. Continuate nella lettura di questa interessante guida che vi fornirà degli utili suggerimenti su come insegnare al cane a non mangiare le cose da terra.

28

Occorrente

  • Pazienza
  • Costanza
  • Buona volontà
  • Qualche premio extra
  • Tanta tenerezza
38

Cominciamo col dire che troppa gente incivile getta con noncuranza oggetti a terra e, purtroppo molte di queste cose rappresentano un vero pericolo per il cane. Pertanto è fondamentale insegnare al vostro fedele amico delle piccole norme da rispettare. Tra queste: rispondere al richiamo. In tal modo, lo si allontana immediatamente dai bocconi sospetti. Senza dubbio, per raggiungere questo traguardo, ci vuole molta sintonia tra il padrone ed il suo cane, che si acquisisce con il tempo e la costanza.

48

A volte la curiosità è più forte del richiamo e, il cane è portato a trasgredire la lezione impartitagli. È consigliabile in quest'occasione, non aprite mai con forza le fauci del cane. Questo gesto, invasivo e prepotente, potrebbe scatenare reazioni inaspettate nel cane. Tra padrone e cane si deve stabilire un rapporto di fiducia e scambio. Il cane deve poter esplorare in libertà il mondo che lo circonda, mentre spetta all'uomo ispezionare per tempo il luogo della passeggiata.

Continua la lettura
58

A questo punto, lasciate che il cane fiuti e giochi con foglie, legnetti o fazzoletti (anche se per noi sono cose sgradite). In presenza di oggetti sospetti, invece, insegnate a rispondere al comando LASCIA. Non si tratta di un'imposizione ma di uno scambio equo. Il cane abbandonerà il boccone per ricevere in cambio un premio: un biscotto, coccole o un complimento. Ogni ricompensa va data dalla mano e mai gettata a terra. Col tempo, il cane attenderà il vostro comando prima di mangiare le cose da terra.

68

I primi giorni saranno indubbiamente difficili. Il cane continuerà a mangiare tutte le cose da terra, perché il rapporto si deve ancora consolidare. Imparate a non maltrattare il vostro fedele amico. Non è certo il modo migliore per avvicinarsi al suo mondo. Ricordate che, gli animali hanno un cuore ed un'anima. Rispettano il padrone e lo amano incondizionatamente, anche se commette qualche errore. Armatevi dunque di pazienza e buona volontà.

78

Guarda il video

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Portate tanta pazienza.
  • Non siate prepotenti con il cane
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cani

Come insegnare al cane a non tirare il guinzaglio

In questo tutorial vedremo come insegnare al cane a non tirare il guinzaglio. Il lavoro di addestrare un cane non è una semplice attività. I sistemi diversissimi di comunicazione che sono usati dagli animali rispetto a quelli degli uomini, rendono molte...
Cani

Come insegnare il comando "Resta" al tuo cane

Anche il comando "resta" come altre disposizioni ha la sua importanza per guadagnarsi l'affetto del proprio cane. È ovvio che dopo per fargli capire che può muoversi c'è bisogno di un'altra intimazione. Oltre alla pazienza dobbiamo avere una buona...
Cani

Come insegnare il riporto al cane

Addestrare un cane non è un compito semplice, soprattutto quando il padrone ha poca pazienza o non si rivolge all'animale in modo adeguato, senza spaventarlo e non forzandolo a compiere delle attività. Più il cane percepirà quanto sta facendo come...
Gatti

Come insegnare al gatto a dare la zampa

I gatti sono delle creature abitudinarie e territoriali e qualsiasi cambiamento che vada ad influire sulla loro vita quotidiana, può trasformarsi in una vera e propria fonte di stress. Alcuni eventi giornalieri devono rispettare i loro orari, in modo...
Gatti

Come educare il gatto a rispondere al suo nome

Se desideriamo adottare un animale per farlo vivere con noi nella nostra abitazione, prima di farlo dovremo essere sicuri di poterci sempre prendere cura di lui garantendogli sempre tutto il cibo e le cure di cui ha bisogno, oltre a dedicargli quotidianamente...
Volatili

Pappagalli: 5 errori da evitare se vuoi insegnare a parlare

Il pappagallo è un animale da compagnia che sta sempre conquistando un posto in ogni famiglia che ama gli animali, specialmente quelle che amano gli uccelli. Uno dei motivi che spingono molte persone ad avere questo fantastico animale è per la sua capacità...
Cani

Come insegnare a un cane a non mordere

Chi possiede un animale domestico sa bene che quest'ultimo ha bisogna di numerose cure ed attenzioni per poter vivere felice ed in salute. Inoltre gli animali devono anche essere educati in un certo modo affinché possano convivere serenamente con il...
Volatili

Come insegnare a parlare al merlo indiano

Se volete una animale di compagnia, più del cane e del gatto, potreste provare ad allevare un merlo indiano. Il merlo indiano, vero nome Gracula Religiosa, è un uccello molto raffinato, elegante e socievole. Questo animale riesce ad imitare la voce...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.