Come insegnare al gatto a usare il water

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Fin da cuccioli i gatti imparano ad usare la lettiera per fare i bisogni. È fondamentale però che questa sia posizionata in un luogo tranquillo della casa. Inoltre, la sabbia dovrà essere sempre pulita. Le prime volte che il vostro gatto imparerà ad utilizzarla, premiatelo con i croccantini, in modo che si senta gratificato. Tuttavia, per evitare i cattivi odori emanati dalla sabbietta sporca, c'è chi preferisce insegnare al proprio gatto ad usare il water di casa. Oggi in commercio esistono dei kit appositi per abituare il gatto all'uso graduale del wc. Questi si compongono di alcuni dischi da apporre al water, che per prime volte vanno riempiti con la sabbia. Di volta in volta, andranno eliminati, fino a quando l'anello più grande combacerà con con l'asse del water. Vediamo nello specifico come insegnare al gatto a usare il water.

25

Occorrente

  • Lettiera a tre anelli
35

Il water per gatti

Il gatto solitamente utilizza la lettiera con sabbia per fare i suoi bisogni. Pratica ed igienica, la lettiera ha anche qualche svantaggio, primo tra tutti l'odore emanato. Per evitare il problema, è possibile abituare il micio a fare i bisognini nel water di casa. Procedere non è difficile, ma dovremo tener conto delle sue abitudini. Proprio per questo motivo è bene iniziare in tenera età, in quanto è più facile che si arrivi al risultato sperato. Nei centri specializzati o sul web sono reperibili particolari lettiere che servono ad abituare i gatti ad usare il water. Si caratterizzano per l’aggiunta di tre anelli di plastica di colore diverso che andranno progressivamente eliminati.

45

Come utilizzare gli anelli

Utilizzate gli anelli secondo l'ordine indicato. Prendete quello rosso e sistematelo sull'asse del water. Riempitelo con la sabbietta così che il gatto ne senta l'odore. Vedrete che inizierà a fare i bisogni all'interno dell'anello. Trascorsi circa 15 giorni, eliminate il tutto. A questo punto, posizionate l'anello giallo. Questo, grazie alla sua speciale calettatura, andrà appoggiato sul water in modo che il gatto lo confonda ancora con la sua lettiera. Non aggiungete però la sabbia, Vedrete che il micio ci salirà sopra comunque e inizierà a fare i suoi bisogni. L'ultimo anello è quello di colore bianco. Si distingue per un foro largo il doppio rispetto ai precedenti, coprendo l'intera circonferenza del wc.

Continua la lettura
55

La fase finale

Con questo semplice sistema, il gatto utilizzerà il water credendo sia la lettiera, evitando però odori e fastidiose opere di pulizia. Come vedete, allevare un gatto facendolo abituare a determinati comportamenti non è difficile: bisogna soltanto avere molta pazienza e seguirlo passo dopo passo proprio come si fa con i bambini appena svezzati.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Gatti

Come abituare il gatto alla lettiera

I gatti sono i felini più belli del mondo, sono dolci, teneri, affettuosi, sanno farsi amare e dimostrano il loro affetto per il padrone tutto a modo loro, ma portare un dolce gattino a casa non è tutto rose e fiori, infatti i nostri amici a quattro...
Gatti

10 cose da sapere sulle lettiere per gatti

Uno dei vantaggi nel possedere un gatto anzichè un cane sta nell'uso della lettiera da parte dei mici. Il padrone di un gatto non ha bisogno di portarlo fuori regolarmente per fargli fare i suoi bisogni. E non deve neanche passare mesi e mesi ad addestrarlo...
Gatti

Come insegnare al gatto a fare i bisogni nella lettiera

Se possedete un gatto e non riuscite ad addomesticarlo, oppure ne avete preso uno da poco e volete insegnare al gattino come fare i bisogni nella lettiera, dovete sapere che occorrerà molta pazienza e molto tempo. C'è da dire che i gatti siano animali...
Animali da Compagnia

Come insegnare al proprio animale ad usare la lettiera

Quando si adotta un animale domestico, le prime nozioni basilari che lo riguardano, sono quelle di insegnargli il luogo adatto per i suoi bisogni. Preciso che questa guida non è dedicata a coloro che possiedono cani di grossa taglia e, in generale, ad...
Gatti

Tecniche per insegnare al gatto l'uso della lettiera

I gatti, da sempre, sono stati definiti i migliori compagni di tutta una vita. Tuttavia, anche noi facciamo del nostro meglio per rendere la loro vita più facile e soddisfacente, soprattutto se viene chiamata in causa una loro esigenza del tutto naturale...
Gatti

Come addestrare il gatto all'uso della lettiera

Quando si accoglie un cucciolo di gatto nella propria casa è fondamentale che abbia la sua lettiera a disposizione, poiché il gatto è un animale che per natura ama fare i bisogni nella lettiera in maniera del tutto istintiva. Infatti, nella maggior...
Gatti

Come pulire la lettiera del gatto

Ecco un'utile guida, attraverso il cui aiuto, poter essere in grado d'imparare come pulire, nella maniera più semplice, ma efficace possibile, la lettiera del proprio gatto. Pulire per bene ed in profondità la lettiera del gatto, è un modo per salvaguardare...
Animali da Compagnia

Come insegnare al furetto a fare i bisogni nella lettiera

Ormai è noto a tutti che il furetto è un ottimo animale da compagnia come i nostri amici cani e gatti. È un animale pieno di allegria, comunicativo, disinvolto, affettuoso e curioso. Desideri adottarne uno? Devi tenere presente che il furetto è un...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.