Come iscrivere il proprio gatto nell'anagrafe felina

tramite: O2O
Difficoltà: media
18

Introduzione

L'anagrafe felina è una banca dati contenente tutte le informazioni sui gatti che sono registrati e sui rispettivi proprietari. In Italia è riconosciuta dal Ministero della salute, anche se non è obbligatorio registrare il proprio gatto, come accade invece per i cani. Questo servizio ha lo scopo di contrastare l'abbandono e il furto, ma contribuisce anche al ritrovamento del gatto in caso di smarrimento. Ma come funziona questo servizio? Nei passaggi seguenti ci occuperemo proprio di capire come bisogna procedere per iscrivere il proprio gatto nell'anagrafe felina.

28

Occorrente

  • Gatto
  • Veterinario aderente all'Anagrafe Felina
38

Il primo passo da compiere è quello di portare il proprio gatto presso uno dei veterinari aderenti all'Anagrafe Felina (è possibile trovare quello più vicino a voi consultando il sito internet dell'Anagrafe Felina) in maniera tale che possa procedere con la registrazione dell'animale e del proprietario alla baca dati.

48

Come avviene la registrazione? Il veterinario, dopo aver visitato il gatto, procederà all'inserimento del microchip: si tratta di un'operazione davvero molto semplice e indolore, ma che consentirà di identificare il vostro gatto con estrema facilità. Attraverso un lettore esterno, infatti, il veterinario riuscirà a leggere il numero del microchip e, di conseguenza, potrà accedere a tutti i dati relativi all'animale e al suo proprietario.

Continua la lettura
58

A questo punto, dunque, il veterinario si occuperà di inserire nella banca dati tutta una serie di informazioni, quali l'età del gatto, la razza, il sesso, il nome, eventuali segni particolari, se è stato sterilizzato o meno, quali vaccinazioni ha fatto ed eventuali interventi chirurgici subiti. Inoltre, provvederà a rimuovere il gatto dalla banca dati in caso di decesso. Per quanto riguarda il proprietario, invece, oltre ai dati anagrafici, dovranno essere inseriti anche un indirizzo e un numero di telefono validi: a tale proposito, è importante che il proprietario segnali un eventuale cambio di residenza, di numero di telefono, ma anche l'eventuale cambio di proprietà dell'animale, in maniera tale che i dati risultino sempre aggiornati.

68

Infine, è bene ricordare che il servizio è gratuito: l'unico costo che il proprietario dovrà sostenere è quello relativo all'impianto del microchip, che si aggira tra i 20 e i 40 €. Come sicuramente avrete compreso, si tratta di un servizio molto utile, soprattutto in caso di smarrimento perché qualunque veterinario potrà provvedere all'identificazione del gatto e del suo proprietario. Inoltre, attraverso questo sistema, il veterinario potrà risalire allo stato di salute dell'animale e provvedere all'eventuale somministrazione di farmaci o terapie necessarie.

78

Guarda il video

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • E' consigliabile registrare il proprio gatto all'anagrafe felina, n maniera tale che, in caso di smarrimento, possa essere ritrovato con più facilità.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cura dell'Animale

10 consigli per prendersi cura degli animali domestici

Chi di noi non ha mai desiderato avere un animale domestico e prendersene cura? Infatti, quasi tutti da bambini, ma anche da grandi, ne abbiamo desiderato uno e di sicuro i nostri genitori o parenti ci hanno accontentato. Avere un animale domestico comporta...
Gatti

Come preparare il gatto per un’esposizione felina

Preparare il gatto per un'esposizione felina può essere un'esperienza divertente ma bisogna seguire alcune regole. Per questo è importante informarsi bene sul regolamento previsto dalla singola Federazione o Associazione che organizza l'esposizione....
Cani

Microchip per cani: cos'è e come funziona

Cos'è e come funziona un microchip per cani? Iniziamo subito con il dire che, prima del microchip, per l'identificazione degli animali veniva usato il "tatuaggio". Tale pratica presentava però diversi svantaggi tra cui lo scolorimento nel tempo, l'applicazione...
Cani

Come sapere se un cane ha il microchip

Fin dall'antichità l'animale domestico per eccellenza è il cane - i suoi resti fossili in uno stanziamento umano sono stati rinvenuti in una tomba e risalgono a 11.000- 12.000 anni fa-, fedele compagno di vita sempre attento alle nostre esigenze non...
Cura dell'Animale

Come riconoscere e curare l'acne felina

Chi possiede un animale domestico sa quanto è importante controllare periodicamente il suo stato di salute, portandolo da un veterinario. Ma per certe malattie o disturbi si può evitare di ricorrere al parere di un esperto, soprattutto se si conosce...
Gatti

Come scegliere il nome del gatto

Se hai appena adottato un gattino, non ti resta che trovargli un nome. Lo accompagnerà per tutta la vita e lo distinguerà dagli altri mici del vicinato. Nonostante per natura sia piuttosto indipendente e restio ai comandi, il tuo gatto imparerà il...
Cani

Come denunciare lo smarrimento di un cane

Il cane, si sa, è ritenuto, da sempre, il miglior amico dell'uomo. La caratteristica sua principale, è quella di essere fedele sempre, poi è sempre ubbidiente e perennemente a fianco del padrone. Può, però, succedere che ad un'uscita al parco, in...
Gatti

Come organizzare una mostra felina

Non tutti i gatti possono essere esposti perché la FIAF, Federazione Italiana Associazioni Feline, impone rigide norme che tutti devono rispettare, perfino gli organizzatori di esposizioni amatoriali. Ma per potere attuare questa idea sarà bene informarsi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.