Come lavare il cane

tramite: O2O
Difficoltà: media
18

Introduzione

Il cane non deve essere lavato troppo frequentemente, ma andrebbe spazzolato anche ogni giorno, in maniera tale da poter asportare sia il pelo morto che la polvere. Bisogna essere sempre certi della qualità dei prodotti acquistati per lavare il proprio animale, controllare il tipo di pelo e accertarsi che il cane non abbia alcun tipo di allergia agli stessi. È sempre meglio recarsi in un negozio di animali e farsi consigliare il prodotto più adatto. Non bisogna mai abusare dei prodotti, infatti, anche se sono specifici per la razza e la taglia del cane, se usati in maniera sbagliata, possono anche diventare nocivi. Tuttavia, quando se decide di fargli il bagno, bisogna farlo con molta accortezza e tranquillità, evitando sempre di stressare l'animale. Nei passi successivi della presente guida vedremo come possiamo lavare il nostro cane.

28

Occorrente

  • vasca da bagno
  • shampoo per cani
  • spazzola
  • phon
  • asciugamani o teli assorbenti
38

Innanzitutto è bene sapere che non tutti i cani amano l'acqua, quindi è necessario capire con che tipo di soggetto si ha a che fare. Se il cane ha un buon rapporto con l'acqua si è, ovviamente, facilitati nell'operazione. In ogni caso, sia che il lavaggio avvenga all'esterno che in un ambiente chiuso, è sempre importante mettere al cane un collare fisso, mai a strangolo, e assicurarlo saldamente, legandolo a qualcosa di solido, in modo tale che non possa scappare bruscamente e magari farsi male. È importante anche controllare la temperatura dell'acqua: deve essere tiepida e mai bollente o fredda. Bisogna sempre cercare di posizionarsi a una buona altezza, anche se, ovviamente, dipende sempre dalla corporatura del cane. Se è piccolino, non sarà difficile metterlo in vasca, se invece è di dimensioni più grandi, bisogna cercare di non fargli pressioni per entrare nella stessa, rassicuralo e coccolalo fino a quando in vasca vorrà entrare praticamente da solo. Per evitare che l'acqua vada nelle orecchie, si può confezionare un piccolo tampone con delle garze (ricordatevi di non usare mai il cotone idrofilo in quanto potrebbe lasciarsi andare all'interno dell'orecchio provocando irritazioni) e procedere ponendolo gentilmente nei padiglioni.

48

A questo punto si può diluire abbondantemente il detergente che è stato scelto in una bottiglia di acqua tiepida. Cominciamo dunque a inumidire tutto il mantello partendo dalla zona del collo e andando in giù con un getto di acqua molto debole. Se notiamo che il nostro cane ha paura, confortiamolo parlandogli dolcemente, senza mai sgridarlo perché sicuramente non ci aiuterebbe le volte successive. Una volta che avremo inumidito tutto il pelo, versiamo delle piccole quantità di detergente sulle varie zone e procediamo a massaggiare dolcemente il pelo e la cute, partendo dal collo. In questa operazione ci si può aiutare utilizzando una spugna molto morbida, come per esempio quella che si usa per lavare i bambini. Laviamolo quindi eseguendo dei movimenti circolari, quasi come a massaggiarlo, sicuramente il cane si rilasserà e si godrà le coccole. Ricordiamoci di non esagerare mai con lo shampoo, perché rischieremo di causare degli inutili problemi durante la fase del risciacquo e non miglioreremo la qualità della pulizia.

Continua la lettura
58

Per quanto riguarda le orecchie e il muso procediamo con l'aiuto di una spugna. In questo caso, in modo particolare, bisogna essere molto delicati in quanto a nessun essere piace il getto direttamente in faccia. Quando iniziamo a sciacquare, partiamo proprio da li, massaggiando delicatamente con le mani in modo che il sapone si levi completamente. Una volta sciacquato, tamponiamo per bene il pelo con degli asciugamani, massaggiando sempre in modo molto delicato, sempre tendendo a rassicurare il cane.

68

Ora passiamo a vedere come deve essere eseguita l'asciugatura. Innanzitutto muniamoci di spazzole apposite, tenendo sempre in considerazione il tipo di pelo: se ha il pelo lungo e non lo spazzoliamo spesso potrà probabilmente avere dei nodi. Per aiutarci a scioglierli possiamo utilizzare degli appositi prodotti presenti in commercio, quindi procediamo sempre con molta calma e gentilezza. Nel caso in cui non riuscissimo a snodarli in nessun modo, tagliamo alla base del nodo e asportiamolo, anche perché insistere non porterebbe a nulla di buono e, anzi, infastidirebbe inutilmente il cane. Per l'asciugatura utilizziamo un phon normalissimo, non stando troppo vicino al pelo, evitando così eventuali scottature. Mentre lo asciughiamo, parliamogli dolcemente in modo tale che si possa evitare lo spavento provocato dal rumore del phon stesso. Se il cane è di grossa taglia, ci occorrerà anche tanta pazienza, ma potremo anche provare a farlo asciugare direttamente al sole durante l'estate. Durante il periodo invernale, invece, è sempre meglio evitare i colpi di freddo. Una volta finita l'asciugatura, spruzziamogli, mantenendo la giusta distanza, il deodorante apposito per il pero, ed ecco il nostro cane sarà bello pulito, profumato e felice.

78

Guarda il video

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Se non vuole farsi lavare e si ribella, non insistere, piuttosto portalo da chi di competenza.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Gatti

Come fare il bagno al gatto di casa

Avere un animale domestico in casa non significa soltanto giocarci, fargli le coccole e dargli da mangiare, ma bisogna anche dedicargli delle attenzioni che vanno giovare sulla sua pulizia e l'igiene del corpo. Il gatto è solitamente considerato un animale...
Cura dell'Animale

Come lavare il vostro animale domestico

Accudire un animale domestico richiede grande rispetto, preoccupandosi di accudirlo e curarlo adeguatamente. La razione di cibo quotidiana non può bastare a questo scopo ma ciò in cui bisogna anche cimentarsi è la pulizia dell'animale. Dopo qualche...
Animali da Compagnia

Come spazzolare un porcellino d'india

Il porcellino d'India è un simpatico animale da compagnia che può essere allevato in gabbia all'interno di una casa o anche su un terrazzo. È fondamentale provvedere pulizia periodica del pelo al fine di evitare che col tempo possano emanare cattivi...
Cani

Come preparare un prodotto naturale per pulire il pelo del cane

Chiunque abbia in casa un cane, il migliore amico dell'uomo, sa sicuramente quanto sia difficile riuscire a mantenere sempre il suo pelo pulito. Tutti gli animali, infatti, tendono a sporcarsi giocando in giardino, amano la terra, e giocare nell'acqua,...
Gatti

Come accarezzare un gattino

A prima vista, l'azione di accarezzare un piccolo e tenero gattino potrebbe sembrare qualcosa di molto semplice. In verità esistono delle tecniche molto particolari e precise da seguire per poter eseguire una carezza nel modo migliore. In questa guida...
Volatili

Come conquistare la fiducia di un pappagallo

Se il vostro pappagallo ha paura, non si avvicina o non sale sul dito e non sapete assolutamente come fare per risolvere questo problema, non dovrete preoccuparvi: come ogni animale, anche i pappagalli hanno bisogno di tempo e specialmente di comprendere...
Altri Mammiferi

Come misurare la temperatura al cavallo

Quando un essere umano ha la febbre si procede alla misurazione della temperatura corporea. Qualora dovesse risultare elevata, è necessario assumere un farmaco adeguato per contenerla leggermente. Lo stesso processo andrà svolto nei confronti di un...
Cani

Come impedire al cane di mangiare il cibo del gatto

Se il cane ed il gatto di casa sono abituati ad andare d'accordo e condividono gli stessi spazi all'interno della tua abitazione, può capitare di dover impedire al cane di mangiare il cibo destinato al gatto. La maggior parte dei cani, infatti, non disdegna...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.