Come lavare un furetto

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il furetto è un simpatico animale, noto per la sua alta adattabilità a vivere in cattività, o comunque non in ambiente puramente selvatico. Come tutti gli animali, il furetto va lavato e pulito: ricordate però che lavare un furetto non significa cercare di rimuovere il suo odore caratteristico, che è un po' sgradevole (ma non è dato dalla sporcizia). Potete attenuarlo facendolo sterilizzare circa sei settimane dopo la nascita: in questo modo verranno rimosse le ghiandole che liberano l'odore difensivo, come nelle puzzole e nelle moffette, ma il suo odore di base resterà. Inoltre, bisogna lavare questo piccolo amico molto raramente.

26

Occorrente

  • Detergente delicato o per gatti
  • Vasca, catino o spazio ampio per l'acqua
36

Abituare il furetto al contatto con l'acqua

Chi conosce il furetto saprà bene che questo animale ama particolarmente giocare nell'acqua. In alcuni rari casi, possono manifestarsi dei rifiuti da parte del furetto: il motivo può essere il carattere del singolo animale, o il fatto che non sia mai venuto a contatto con l'acqua, e abbia quindi timore del nuovo. Dovrebbe comunque essere propenso, quindi provate con delicatezza a farlo abituare: viene da sé che l'amore del furetto per l'acqua renda più semplice lavare questo animale, perché potrà fare il bagno in allegria.

46

Lavare il furetto in vasca o lavandino

Se possedete la vasca da bagno, riempitela di circa trenta centimetri con acqua tiepida, poi posizionate all'interno delle piattaforme su cui il furetto possa arrampicarsi e rigettarsi in acqua. Non abbiate paura, il furetto è un ottimo nuotatore, e questo metodo, oltre a farlo lavare, lo farà anche divertire: si infila sott'acqua con facilità. Non lasciatelo, però, mai da solo, ed assicuratevi che non corra pericoli. Tra un gioco e l'altro insaponate il furetto con un detergente per gatti e lasciate che si risciacqui da solo, nuotando. Alla fine asciugatelo in un soffice asciugamano da bagno: evitate di usare elettrodomestici, perché lo spaventano; il resto lo farà lui, scrollandosi. In mancanza di una vasca potete usare il lavandino, ma il furetto non ne trarrà lo stesso divertimento; quindi potete ricorrere ad un catino abbastanza ampio, su cui mettere le solite piattaforme per farlo giocare.

Continua la lettura
56

Usare detergenti adatti

Tenete a mente di non fargli andare il sapone negli occhi, usate sempre acqua tiepida e detergenti neutri o per gatti. Ricordate di non lavare troppo spesso il vostro furetto: potete lasciarlo giocare nell'acqua in libertà ogni volta che lo desiderate, ma usate il detergente al massimo una volta ogni due mesi. Il furetto produce una sostanza oleosa che rende il pelo parzialmente idrorepellente: più cercate di distruggerla con sapone e detergente, più aumenterà il suo odore particolare. Se l'odore vi sembra insopportabile potete usare i prodotti per detergere a secco cani e gatti, in vendita nei negozi specializzati. In generale, tenete presente che l'odore non può essere rimosso: imparate pregi e difetti del vostro piccolo amico.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Non usate il detergente più di una volta ogni due mesi o l'odore caratteristico diverrà sempre più intenso.
  • Predisponete uno spazio di gioco per il furetto: potrà lavarsi e giocarsi insieme, ama l'acqua.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Animali da Compagnia

5 cose da sapere sul furetto

Se sei alla ricerca del tuo ideale animale da compagnia e sei indeciso sul compagno peloso più adatto a te, ecco una lista di 5 cose da sapere su un simpaticissimo animale: il furetto. Un furetto potrebbe rivelarsi il perfetto compagno per le tue avventure,...
Animali da Compagnia

Consigli per portare il furetto in spiaggia

Il furetto, simpatico mustelide che da anni è diventato un amatissimo animale da compagnia per molte persone, è socievole e piuttosto adattabile. Per queste sue caratteristiche, non c'è motivo per evitare di portarlo in vacanza con noi, pur con le...
Animali da Compagnia

5 motivi per scegliere il furetto come animale domestico

State pensando di adottare un animale da compagnia e non sapete ancora su cosa optare tra cane, gatto o altri animali domestici? Con questo articolo vi suggeriamo un animaletto domestico molto simpatico e alternativo: il furetto (mustela putorius furo)....
Animali da Compagnia

Il furetto come animale da compagnia

Come amanti degli animali, vogliamo proporre a tutti i nostri lettori, una pratica guida, che vuole essere d'aiuto per tutti coloro i quali vorrebbero avere in casa propria un animale ed in particolare modo il famoso furetto. Occorre subito sapere che...
Animali da Compagnia

Furetto: scegliere la gabbia giusta

Esistono moltissimi animali diverse specie di animali che, nel corso degli anni, siamo riusciti ad addomesticare rendendoli fedeli compagni: cani, gatti, tartarughe, pappagalli e perfino cavalli, ma un animale spicca in particolare per la sua simpatia...
Animali da Compagnia

Come tenere un furetto in casa

Da parte della gente c'è sempre una maggiore curiosità su animali particolari. Negli ultimi anni impazza una moda di tenere in casa animali diversi da quelli di normale costume e usanza. Su tutti l'animale più ricercato è il furetto. Il furetto è...
Animali da Compagnia

Come portare a spasso un furetto

Il furetto. Animale che, forse, cinquant'anni fa non avremmo immaginato al nostro fianco sul divano o in giro per casa. Né avremmo immaginato di porci la domanda: "Come portare a spasso il mio furetto?". Ebbene, ora le cose sono un po' cambiate. E le...
Cura dell'Animale

Cosa fare se il furetto continua a mordere

Il furetto (Mustela putorios furo) è un animale domestico, da secoli è abituato a vivere con l'uomo, che appartiene alla specie dei mustelidi. È quindi un carnivoro che raggiunge le dimensioni - coda compresa - di circa 60 cm. Dotato di un carattere...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.