Come migliorare il sistema immunitario di un cane

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Il sistema immunitario di un cane entra in azione ogni volta che il suo organismo riconosce qualcosa che minaccia la sua salute. Se il sistema immunitario di questo animale è abbastanza forte, le cellule si difendono, tendono a combattere ed a contrastare ogni potenziale infezione apportata da parassiti, da batteri, da virus o da funghi, prima che i sintomi si manifestano in modo evidente. Se il sistema immunitario del cane è debole, si possono facilmente verificare delle infezioni e delle malattie di ogni genere. Alcuni fattori che possono debilitare il sistema immunitario del cane sono: lo stress, una cattiva alimentazione, costituita da alimenti non naturali, le vaccinazioni, eventuale assunzione di antibiotici ed uno stato di abbandono. Per migliorare il sistema immunitario del cane, è necessario, innanzitutto, stabilire una dieta composta da cibi naturali. Vediamo, a seguire, come procedere per raggiungere questo obiettivo.

24

Un altro utilissimo consiglio che vi diamo è quello di includere, nella dieta del cane, quei cibi crudi che questo animale avrebbe trovato in natura. Tra questi possiamo annoverare alcune carni crude, come il pollo, l'agnello, il maiale, il pesce, il coniglio e le quaglie, oppure le ossa, le verdure (come le carote, gli spinaci ed i broccoli), la frutta (le mele, le arance e le pere) e le uova crude. Non tutti i cani potrebbero, tuttavia, essere nella condizione di seguire questa dieta naturale, specialmente se sono abituati a mangiare in un certo modo. Inoltre, il cibo crudo che viene dato al cane deve essere al 100% commestibile ed in buone condizioni igieniche. In caso di dubbio, è preferibile consultare il veterinario.

34

È buona regola aggiungere l'aglio al pasto del cane, circa due volte alla settimana. In questa maniera, il suo sistema immunitario tende a rinforzarsi ulteriormente, dal momento che l'aglio agisce come agente antivirale naturale ed importante antibatterico. È opportuno tagliare uno spicchio d'aglio a pezzetti, per poi aggiungerlo al suo pasto e mescolare accuratamente insieme al resto del cibo, in modo da nascondere il forte odore. Inoltre, è buona norma aggiungere una o due volte alla settimana al pasto del cane, alcuni dei seguenti tipi di erbe: echinacea, foglie d'olivo o astragalo. Queste erbe in generale, ed in particolare l'astragalo, contribuiscono a riportare il giusto equilibrio alle ghiandole surrenali del cane, a regolare la sua pressione sanguigna ed i livelli di glucosio. Queste erbe sono disponibili sotto forma di compresse o di liquidi, e si possono reperire facilmente in una qualsiasi erboristeria o recandosi dal proprio veterinario di fiducia.

Continua la lettura
44

Inoltre, vi consigliamo di aggiungere periodicamente (ossia circa una volta al mese) al pasto del proprio cane il tarassaco, che consiste in un'erba, in grado di pulire il sangue di questo animale. Questa sostanza consente al fegato del cane di disintossicarsi dagli alimenti artificiali e dai prodotti chimici. Tra le altre proprietà che il tarassaco presenta, ha la funzione di regolarizzare i livelli di potassio nel corpo e di fornire importanti vitamine e sali minerali per una sana crescita del pelo.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Rettili e Anfibi

Principali malattie delle tartarughe acquatiche

Le tartarughe acquatiche si distinguono per la loro longevità e robustezza. In cattività, non vale lo stesso, infatti l'85% delle malattie è causato da un'alterazione dell'habitat naturale o da una cattiva alimentazione. È importante, per la prevenzione...
Cani

Come trattare un eczema canino

Molti cani, specie se vivono all'aperto o in compagnia dei loro simili, sono soggetti ad una forma di eczema chiamata proprio "canina". Si tratta infatti di una comune affezione cutanea, che tuttavia può essere curata, senza necessariamente (salvo forme...
Cani

Come curare un Barboncino

Quando si possiede un'animale domestico bisogna tener conto di innumerevoli aspetti, ai quali bisogna dare le giuste attenzioni. Questo è fondamentale per mantenere il benessere del proprio cucciolo accolto in casa. In questa guida però ci focalizzeremo...
Cani

5 consigli per gestire la vecchiaia del cane

La speranza di vita media di un cane è di 8 anni. Questa aspettativa è pero fortemente influenzata da fattori quali la razza, la taglia e lo stile di vita condotto dall'animale nel corso della sua esistenza. Oggi, grazie ai progressi della Scienza e...
Cani

Come riconoscere la leishmaniosi nel cane

All'interno di questa guida andremo a occuparci di animali. Nello specifico, ci concentreremo, come avrete già capito leggendo il titolo di questa guida, su come riconoscere la Leishmaniosi nel cane. La guida sarà divisa in una parte iniziale avente...
Cani

Come accudire una cucciolata di cani

Accudire e vedere crescere i cuccioli, è una esperienza molto gratificante. Per occuparsene in maniera adeguata è però necessario conoscere alcune regole fondamentali, semplici comportamenti che ti permetteranno di accudire una cucciolata di cani nel...
Cura dell'Animale

Come lenire la gola del cane

Il cane è l'animale di maggior compagnia e rende le giornate uniche e divertenti. Riesce a tirare su il morale del suo padrone nei momenti peggiori ed in cambio chiede solo qualche coccola. È opportuno saper riconoscere quando il proprio amico ha bisogno...
Cani

Come curare il raffreddore al cane

I cani, proprio come gli esseri umani, possono contrarre il raffreddore, detto anche rinite. È un'infiammazione della mucosa nasale provocata da un gruppo di virus, chiamati Rhinovirus, e si può curare in pochi giorni. Bisogna però fare attenzione...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.