Come prendere in braccio un gatto

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Chiunque abbia in casa un gatto sa quanto essi siano sfuggenti: quando vogliamo fare una fotografia con loro fanno di tutto per correre da ogni parte e nel momento dello scatto si trovano sempre nelle pose più improbabili! Però sappiamo anche quanto affetto possono dare, con il loro modo così pacato, raffinato ed elegante di dimostrare immenso amore! Che sia per fare una foto o per metterlo nel trasportino perché in visita dal veterinario, potrebbe capitarci di dover "afferrare" il nostro gatto prendendolo in braccio. Questa operazione va fatta seguendo alcune regole per non far male all'animale. Ecco una breve guida su come prendere in braccio un gatto correttamente. Buona lettura.

26

Occorrente

  • Delicatezza
36

Agire con delicatezza

Se dobbiamo prendere in braccio un gatto, proviamo ad agire come la sua mamma. Con una mano afferriamo la sua collottola e mettiamo l'altra sotto al suo ventre, per tenerlo fermo e saldo. Ricordiamo sempre di agire con delicatezza perché i gattini piccoli sono ancora molto fragili. Evitiamo inoltre di toccare i mici appena nati, poiché potrebbe dar fastidio alla loro mamma. Diverso è invece il discorso se dobbiamo prendere in braccio un gatto adulto. Per farlo un modo ideale è quello di mettere una mano sotto le sue zampe anteriori e l'altra sotto le zampe posteriori dell'animale. Possiamo vedere un esempio nella foto qui accanto.

46

Gatti adulti e gattini

Un'altra cosa da ricordare nel prendere in braccio un gatto è che occorre fare un distinguo tra gatti adulti e gattini. Infatti il modo di prenderli in braccio è differente. Se possiamo pensare che prendere in braccio un gattino di pochi mesi sia più semplice, ci sbagliamo di grosso poiché essi sono i più dinamici, pieni di energia e sempre in movimento. Per prendere in braccio un gattino dobbiamo agire come farebbe la sua mamma. "Mamma gatta" infatti, per educare i suoi piccoli o semplicemente toglierli da una situazione di potenziale pericolo, prende i gattini dalla collottola facendolo direttamente con la sua bocca.

Continua la lettura
56

Come coccolarlo un po'

Possiamo cullarlo oppure avvicinarlo a noi per scattare una foto o coccolarlo un po', ma accertiamoci sempre che anche lui ne abbia voglia. Cerchiamo di non strattonare il gatto e soprattutto di non capovolgerlo: i gatti non amano stare a testa in giù. Ricordiamo inoltre di accompagnarlo con delicatezza quando vorrà scendere. Sempre con due mani, portiamolo verso il pavimento come possiamo vedere nella foto qui accanto. Con queste piccole accortezze prendere in braccio un gatto sarà un gioco da ragazzi... Se riusciremo a "catturarlo"!

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Usate sempre molta delicatezza
  • Non abbiate fretta di prendere in braccio un randagio: i gatti hanno bisogno di molto tempo per concedere la loro fiducia

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Gatti

Gattino appena nato: consigli su latte e cure

Soprattutto per chi abita in campagna, ma ormai anche nei centri cittadini, è molto facile trovare dei gattini neonati che non hanno più la loro mamma a prendersi cura di loro e che necessitano di nutrimento e attenzioni. Molto spesso i gatti randagi...
Gatti

Come alimentare gattini appena nati

Le prime settimane di vita del gattino sono, sicuramente, il suo periodo più delicato e a cui è necessario prestare grande attenzione. Fondamentale è l'alimentazione del gattino appena nato, soprattutto se non ha la possibilità di avere accanto la...
Gatti

Come e quando staccare i gattini dalla mamma

Nel mondo animale, come in quello umano, i cuccioli hanno bisogno delle cure della madre, almeno per il primo periodo di vita. La fragilità e l'arrivo in un mondo totalmente sconosciuto potrebbero creare parecchi problemi. Quindi bisogna prima comprendere...
Gatti

10 cose da sapere sulle lettiere per gatti

Uno dei vantaggi nel possedere un gatto anzichè un cane sta nell'uso della lettiera da parte dei mici. Il padrone di un gatto non ha bisogno di portarlo fuori regolarmente per fargli fare i suoi bisogni. E non deve neanche passare mesi e mesi ad addestrarlo...
Gatti

Idee per realizzare giocattoli per un micio piccolo

I gatti sono degli animali unici e fantastici che amano giocare e sono sempre alla ricerca di qualche cosa nuova che desti la loro curiosità. Soprattutto un micio piccolo ha bisogno del divertimento, di scoprire gli oggetti e conoscere il mondo. Ecco...
Gatti

Come far convivere due gatti di sesso opposto

Per chi ama gli animali, crescere un gattino può essere molto gratificante, coccolarlo e curarlo come fosse un bambino. I gatti sono puliti, indipendenti e si adattano facilmente in un piccolo ambiente, non amano però subire troppi cambiamenti di territorio...
Gatti

Come occuparsi di un gatto appena nato

Diverse sono le situazioni che possono portare all'esigenza di occuparsi di un gatto appena nato. La scomparsa o la morte prematura della madre ad esempio, così come il trovare cuccioli rimasti orfani è purtroppo un'eventualità abbastanza frequente....
Gatti

Come educare un gattino in casa

Chi di voi non ha mai sognato di aver a che fare con un gattino durante l'arco della vostra vita? Sembrerebbe che continua ad esistere qualcuno che nutre un po' di timore o di astio nei confronti degli amici a quattro zampe, ma probabilmente il tutto...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.