Come prendersi cura delle tartarughe di acqua dolce

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Le tartarughe sono degli animali abbastanza belli e riescono in un certo senso anche ad essere affascinanti. Se si amano questi animali si possono comprare delle piccole tartarughe di acqua dolce. Se si decide di acquistare le tartarughe bisogna garantire loro una vita bella, serena e tranquilla. Leggendo questo tutorial si possono avere alcuni utili consigli e delle corrette indicazioni su come è possibile prendersi cura delle tartarughe di acqua dolce.

24

Scelta del posto dove mettere le tartarughe

La prima cosa da fare è quella di scegliere il posto dove si vogliono mettere le tartarughe. Si possono avere le seguenti opzioni: metterle in un acquario, in un piccolo stagno oppure in un laghetto del giardino di casa. Nel laghetto le tartarughe possono condurre una vita migliore ed inoltre hanno più spazio per muoversi, per giocare e per nuotare. Se si preferisce l'acquario bisogna comprarne uno abbastanza grande; deve essere lungo almeno 1/1,5 m e largo 30/40 cm. Bisogna evitare di mettere dei pesci insieme alle tartarughe in quanto esse si dimostrano scontrose nei confronti di questi animali.

34

Cosa mettere nell'acquario

Se si decide di introdurre una nuova tartaruga nell'acquario bisogna avere la massima cautela. Infatti, spesso la nuova tartaruga non è ben vista dalle altre e quindi può essere allontanata oppure aggredita. È opportuno posizionare un filtro all'interno dell'acquario; in questo modo si può avere l'acqua sempre ben depurata. Si possono anche mettere nell'acquario un vero e proprio castello di roccia, una ghiaia finissima e alcune eleganti statuette. Se si vuole realizzare qualcosa abbastanza carino per le tartarughe si può mettere all'interno dell'acquario una pietra di grandi dimensioni che esce leggermente fuori dall'acqua.

Continua la lettura
44

Come creare l'ambiente dell'acquario

In questo modo è possibile realizzare un vero e proprio isolotto su cui le tartarughe possono camminare e riposarsi in tutta tranquillità. Si può anche scegliere di posizionare una piccola luce a led vicino all'acquario. Essa però non deve disturbare in alcun modo le tartarughe. È consigliabile pulire una volta al mese il filtro dell'acquario; così facendo si può mantenere sempre lindo e funzionale. L'acquario deve essere posizionato in un luogo che è difficilmente accessibile ai gatti in quanto questi ultimi possono vedere le tartarughe come piccole prede. Infine, è possibile somministrare alle tartarughe una scatoletta di cibo specifico; esso si trova facilmente in un qualsiasi negozio che vende pesci ed acquari.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Rettili e Anfibi

Come Realizzare Un Filtro Per L'Acquario Delle Tartarughe D'Acqua Dolce

Le tartarughe d'acqua dolce, se allevate bene, crescono molto rapidamente e non possono rimanere all'interno di una vaschetta, poiché soffrirebbero parecchio. Un acquario che si rispetti ha però bisogno di un filtro, il quale se realizzato in maniera...
Cura dell'Animale

Come riprodurre tartarughe d'acqua dolce

Le tartarughe d'acqua dolce sono dei rettili disponibili in gran quantità, in qualsiasi forma e dimensioni, ed affascinano sia i bambini che gli adulti. Tuttavia, possono essere veramente difficili da allevare a causa della loro natura delicata, dei...
Rettili e Anfibi

Come prendersi cura di una tartaruga d'acqua

Allevare un animale in casa, è sempre un impegno che va portato avanti con enorme passione e pazienza, per consentirgli di vivere tranquillamente ed in ottima salute, ricreando al meglio il suo habitat naturale. In questa semplice e breve guida vedremo...
Rettili e Anfibi

Come allevare una tartaruga d'acqua

Quante volte, magari recandoti in un negozio ove si vendono pesci tropicali e similari, ti sei imbattuto in un grande acquario ove si trovano tantissime tartarughe d'acqua? Magari ne hai una anche tu, o magari stai pensando di prenderne una. Allevarla...
Rettili e Anfibi

Tartaruga d'acqua dolce: costruire un acquario su misura

Li amanti delle tartarughe marine sono tanti e sempre di più si tende a tenere in casa come animale da compagnia un animale della categoria delle testuggini. Ebbene però bisogna sapere che anche loro hanno diritto ad un habitat naturale, o per lo meno...
Rettili e Anfibi

Tutto sulle tartarughe d'acqua

Allevare un animale non è un'operazione facile o banale. Questo perché quando si decide di allevare un animale bisogna conoscere le sue abitudini, lo stile di vita e l'habitat adatto. Questi sono tutti fattori fondamentali per permettere all'animale...
Rettili e Anfibi

10 consigli per allevare tartarughe

Le tartarughe sono animali molto affascinanti e dall'aspetto preistorico. In effetti le tartarughe sono un po' preistoriche, ed hanno la straordinaria capacità di vivere per molti e molti anni, diventando centenarie. Si tratta dunque di un animale longevo,...
Rettili e Anfibi

Come assistere le tartarughe durante e dopo la nascita

Quando un animale viene alla luce esiste sempre un pericolo non soltanto per il cucciolo, ma anche per la madre che lo da al mondo. Nel seguente breve articolo vediamo insieme come bisogna assistere le tartarughe durante e dopo la nascita. Scopriremo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.