Come prendersi cura di una rana

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La scelta tra gli animali domestici che decidiamo di avere in casa, può essere diversa al solito gatto, cane, pesciolino colorato o uccelli esotici; se infatti siamo alla ricerca di una compagnia un po' più particolare potremo optare per un anfibio. Nella guida che segue impareremo come prendersi cura di una rana, a sceglierene la razza più facile da accudire e a rispettare le esigenze e le abitudini di questo piccolo anfibio.

26

La prima cosa da ponderare quando si decide di prendersi cura di una rana è la specie che si andrà a scegliere, la principale distinzione è tra rane selvatiche e rane nate in cattività (acquistate cioè dal negoziante). Le prime richiederanno maggiore cura nel ricreare l'habitat in cui le andremo a collocare una volta portate a casa, dovremo far in modo di replicare le condizioni atmosferiche del luogo da cui le preleviamo, l'alimentazione di cui fino a quel momento hanno usufruito, ma anche gli elementi ambientali che le hanno circondate. Se decidiamo invece di acquistarne una dal negoziante, preferiamo una razza che abbia poche necessità, come ad esempio la rana nana africana, che rimarrà di piccole dimensioni e quindi avrà bisogno di poco spazio e poco cibo.

36

Una volta scelta la rana dovremo decidere quale tipo di acquario, o terrario, andrà ad ospitarla. Ricordiamo che le rane vivono nell'acqua e amano saltellare, quindi avranno bisogno di uno spazio grande abbastanza da non limitarle nei movimenti, tanta acqua per nuotare, ma anche degli accessori, come ad esempio pietre o legni, da usare come appoggi durante i salti. Posizioniamo il terrario lontano dalla luce diretta del sole, un ambiente troppo caldo provocherebbe disagio alla rana, lontano anche dalla cucina, i vapori ed i fumi della cottura infatti sono dannosi per la sua salute, ricordiamo infine di non esporlo mai nessun tipo di spray perché la pelle dell'anfibio assorbe ogni sostanza con cui viene a contatto.

Continua la lettura
46

Vediamo adesso il tipo di alimentazione da somministrare. La maggior parte delle rane comuni si nutre di insetti, vermi o grilli, preferibilmente vivi, quanto alla quantità e alla frequenza dei pasti, dipendono della specie, all'inizio potrebbe richiedere un processo di tentativi prima di arrivare da una giusta dose. Iniziamo dandogli alcuni grilli, se vediamo che gradisce e mangia in modo vorace aumentiamo le dosi e la frequenza, se al contrario pare non apprezzare riduciamo le quantità e cambiamo alimento, proviamo con cavallette o tarme della farina. Piano piano troveremo il giusto equilibrio tra quantità, frequenza e tipo di alimento. Teniamo pulito il terrario il più possibile, facciamo un ricambio di acqua giornaliero ed una pulizia a fondo almeno una volta alla settimana, togliendo muffe ed alghe.

56

Se dopo aver letto questa guida siete ancora dell'idea di voler tenere in casa una rana, non dovete mai dimenticare che, come gli animali da compagnia più comuni, anche un anfibio è un essere vivente, con le sue esigenze e necessità, va perciò rispettato e curato con amore ed affetto.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Evita di scegliere una rana selvatica, oltre a richiedere maggiori cure nel ricreare l'ambiente in cui accoglierle, è bene sapere che in alcune zone è illegale prelevarle dal proprio habitat.
  • Portiamo la rana dal veterinario almeno due o tre volte l'anno, controllerà il suo stato di salute

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Rettili e Anfibi

Le principali specie di anfibi presenti in Italia

Al contrario di ciò che si pensa, in Italia esistono una varietà notevole di anfibi. Grazie anche al territorio alquanto favorevole per questi particolari animali sospesi tra la terra ferma e l'acqua, i quali possono vivere e riprodursi in totale tranquillità....
Rettili e Anfibi

Come riconoscere il sesso di una rana

Nelle abitazioni gli animali che si trovano maggiormente sono: gatti, cani, conigli, pesci rossi, criceti. Negli ultimi anni però si sta diffondendo la ricerca dell'esotico da parte di quelle persone che amano gli animali. Non è strano imbattersi in...
Rettili e Anfibi

I principali abitanti dello stagno

Il pianeta Terra è la casa dell'umanità e di una serie numerosissima di specie animali e vegetali. Nella biosfera della Terra sono presenti molti ecosistemi in perfetto equilibrio. Al loro interno, animali e piante vivono e interagiscono in un ambito...
Rettili e Anfibi

Come allevare rane e rospi

Gli anfibi appartengono ad una specie animale molto legata all'acqua ed è in questo luogo che avviene la loro riproduzione: l'etimologia della parola, "anfi" che significa doppio e "bio" vita, testimonia che il ciclo vitale degli anfibi prevede una fase...
Rettili e Anfibi

Come Allevare L'hymenochirus

L'hymenochirus è una piccola rana proveniente dall'Africa centrale, dove vive sempre in acqua e, si allonta da essa solamente se si sente minacciata da qualcosa. L'animale si può allevare facilmente anche in casa, ma risulta essere necessario avere...
Rettili e Anfibi

Come allevare i girini

Il termine "girino" identifica comunemente lo stadio larvale degli Anfibi e, tra questi, rientra il piccolo della rana. La struttura del girino è caratterizzata da un corpo globulare, che contiene gli organi vitali, e da una coda appiattita e lanceolata...
Rettili e Anfibi

Le abitudini più buffe dei girini

Il ciclo vitale della rana assume per struttura diverse forme e quindi diversi comportamenti. Il girino rappresenta l'infanzia della rana, con il suo faccione buffo e arruffato, e una bocca che man mano che cresce e si allarga fino a coprire tutto...
Altri Mammiferi

Gli animali più pericolosi d’America

Il nostro pianeta è abitato da animali pericolosi e, talvolta, misteriosi. Molti di questi animali sono in grado di uccidere, con il loro veleno, un uomo nel giro di pochi minuti. A volte, molti di questi animali, sembrano innocui tanto sono piccoli,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.