Come prendersi cura di una tartaruga di terra

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Le tartarughe sono diffuse in tutto il mondo, limitatamente alle zone calde o temperate. Quella più comune in Italia è la tartaruga di Herman, lunga sino a 30 cm e pesante anche 2 Kg, caratterizzata dal carapace molto convesso. Al contrario di quanto si pensi, le tartarughe si affezionano ai loro proprietari tanto quanto i cani e i gatti. In questa guida verrà spiegato come prendersi cura di una tartaruga di terra.

27

Occorrente

Assicurati di avere a portata di mano:
  • Torba bionda
  • Terra di campo
  • Erbe
  • Frutta
  • Terrario
37

Quando acquistate una tartaruga di terra (di qualsiasi specie) assicuratevi che non sia di contrabbando: in questo caso il venditore deve rilasciarvi uno speciale certificato, denominato CITES perché la tartaruga di terra è inserita nella "red list" delle specie minacciate di estinzione a livello NT (ovvero, "prossimo alla minaccia").

47

Le tartarughe di terra sono abituate a vaste porzioni di terreno su cui camminare, mangiare e rispondere ai loro istinti quotidiani. L'ideale sarebbe creare un recinto molto vasto all'interno del vostro giardino dove collocarla. Tuttavia, non tutti ne abbiamo uno: in questo caso dovreste munirvi di un terrario (costruendolo anche voi stessi) e collocarlo all'aperto. Per quanto riguarda il terreno, l'ideale è la "torba bionda" mista a terra di campo che ha un PH molto acido.

Continua la lettura
57

Se il terreno non è abbastanza umido, utilizzate un nebulizzatore senza però esagerare: quindi compattate il terreno e livellatelo bene. Molto spesso, alcune persone per compattare e risparmiare terreno utilizzano truciolato o altri materiali di scarto lignei: non fatelo assolutamente! La tartaruga potrebbe mangiare questi pezzetti di legno e andare incontro a grossi problemi intestinali. Nel terrario devono sempre esserci due "zone": nella prima la tartaruga andrà a bere e a mangiare, nella seconda zona collocate un rifugio dove la tartaruga potrà ripararsi dal sole troppo forte nelle giornate afose. Si possono aggiungere sassi, erbe commestibili, vaschette.

67

Si sa, le tartarughe sono un passo avanti a tutti mantenendo un regime alimentare Vegan: insalata, radicchio, spinaci, rucola, mela, pera, melone e anguria, questi i loro cibi preferiti. Tuttavia anche le erbe di campo sono adatte all'alimentazione, assolutamente vietate banane e formaggi (perché creano malformazioni al guscio). Il letargo è la fase più delicata per una tartaruga e gestirla in questo periodo, può sembrare un paradosso. Il letargo induce le tartarughe a un lungo periodo di sonnolenza e inappetenza: cessa la digestione, si riduce il flusso sanguigno e il sistema immunitario diventa meno efficace o addirittura inesistente. Quando vedete che la vostra tartaruga inizia a mangiare di meno e a dormire di più, allora sta entrando in letargo. Nel caso la tartaruga sia malata o ferita, il letargo è sconsigliato e rivolgersi immediatamente ad un veterinario.

77

Consigli

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cura dell'Animale

Come comportarsi durante il letargo delle tartarughe

Le tartarughe, seguendo l'esempio di altri animali che vivono in ambienti temperati, durante la stagione invernale devono ritirarsi in letargo per non rischiare di ...
Rettili e Anfibi

Come allevare una tartaruga

Anfibi e rettili stanno sostituendo nelle case di molti italiani cani e gatti. La motivazione è piuttosto semplice: questi animali sono più semplici da gestire ...
Rettili e Anfibi

Come distinguere il sesso delle tartarughe

Le tartarughe sono animali appartenenti alla specie dei rettili e come tutti gli animali a sangue freddo, trascorrono le prime ore del giorno ad immagazzinare ...
Animali da Compagnia

Tartaruga: quando non può andare in letargo

Le tartarughe sono animali meravigliosi e talvolta diventano anche longevi animali da compagnia. Ogni tartaruga trascorre gran parte dell'inverno nel proprio guscio, consumando le ...
Rettili e Anfibi

Come prendersi cura di tartarughe in miniatura

Avere un animale in casa è il sogno di tutti i bambini, ma spesso non dei genitori. Un animale richiede cure e attenzioni, nonchè dispendio ...
Rettili e Anfibi

Come allevare una tartaruga d'acqua

Quante volte, magari recandoti in un negozio ove si vendono pesci tropicali e similari, ti sei imbattuto in un grande acquario ove si trovano tantissime ...
Rettili e Anfibi

Tartarughe di terra: 5 cose utili da sapere

Le tartarughe di terra, o tartarughe di Hermann (Testudo Hermanni) sono dei rettili della famiglia delle testuggini. Sono animali molto intelligenti e molto longevi che ...
Rettili e Anfibi

Come allevare una tartaruga da terra

Se decidiamo di adottare una tartaruga terrestre, è importante informarsi sulle sue abitudini, le necessità, le cure, l'alimentazione e lo spazio di cui necessita ...
Rettili e Anfibi

Come nutrire una piccola tartaruga

Certamente non potete aspettarvi che le piccol diventate poi adulte vi portino il giornale o facciano la fusa, ma sono animali che riconoscono chi si ...
Rettili e Anfibi

Tutto sulle tartarughe d'acqua

Allevare un animale non è un'operazione facile o banale. Questo perché quando si decide di allevare un animale bisogna conoscere le sue abitudini, lo ...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.