Come preparare i canarini all'accoppiamento

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Qualsiasi tipologia di animale si decidesse di allevare, i momenti più delicati sono sicuramente quelli della fase di accoppiamento e dell'arrivo dei nuovi nati. Tuttavia per fare in modo che questi due importanti avvenimenti possano avere sia un'inizio che un lieto fine, è necessario rispettare alcuni dettagli che madre natura prevede. Per tutti coloro che sono curiosi di sapere come riuscire a preparare i propri canarini all'accoppiamento, possiamo pertanto darvi qualche piccolo consiglio su come far nascere la giusta armonia tra la coppia di questi volatili.

24

La scintilla che può far scaturire l'accoppiamento tra canarini è la luce solare. Infatti questi simpatici volatili hanno la necessità di riuscire a "vedere" la luce del giorno per circa 13 ore consecutive. Nel nostro Paese, questa opportunità si può cominciare ad avere con l'arrivo della stagione primaverile. Pertanto, possiamo stabilire che è molto importante questa stagione per i propri canarini. Infatti, nel giusto periodo sarebbe buona regola, con le dovute protezioni, che i canarini vengano messi all'esterno in modo tale che il processo di accoppiamento possa avere inizio. Nel caso in cui non ci sia la possibilità di tenerli all'aperto, è necessario fare in modo che la stanza nella quale sono sistemati sia ben illuminata per il maggior tempo possibile. Quindi si rende opportuno tenere le tapparelle e le tende aperte, in maniera tale che la luce del sole possa accuratamente filtrare nella stanza. È sconsigliabile inoltre, lasciarli completamente al buio se non durante il periodo serale e in quello notturno.

34

Il successivo passaggio consiste nell'allestire la nuova abitazione, con tutti gli accessori occorrenti. A tal fine, andranno più che bene un doppio abbeveratoio, sempre pieno di acqua fresca, delle vaschette per gli alimenti, dell'osso di seppia per un'accurata pulizia del becco, una vaschetta piena d'acqua, nella quale i canarini possono eseguire il bagno, il nido dove la femmina può sistemarsi al momento della deposizione delle uova e dei fili di iuta con la quale imbottirlo. Un altro accorgimento da effettuare, nel caso in cui si fosse proprietari di numerosi canarini, è quello di cominciare a separarli a coppie di due per ciascuna gabbia. Infatti per constatare se ci possono essere le giuste condizioni per l'accoppiamento, è necessario affiancare l'esemplare maschio a quello femmina ed all'interno della stessa gabbia, per una quindicina di giorni circa. A seguire, è fondamentale osservare il comportamento dei volatili.

Continua la lettura
44

Non sempre la propria decisione può risultare essere quella fortunata, quindi quella giusta. Pertanto, nel caso in cui dopo un certo periodo i canarini non dovessero mostrare alcun interesse verso il compagno, allora è necessario provvedere con la sostituzione di uno dei due con un altro soggetto. Quando si comincerà a notare che la femmina inizierà a fare la spola tra la gabbia ed il nido, si dovrà provvedere a chiudere quella parte, sistemando un cartone all'esterno delle sbarre. In questa maniera, infatti, la canarina si sentirà del tutto protetta, e di conseguenza libera di cominciare a preparare il nido in vista della deposizione delle sue uova. Il processo di preparazione del nido può essere relativamente lungo, dal momento che la futura madre delle volte ha la tendenza di continuare di perfezionarlo fino al momento della cova. Pertanto possiamo affermare che non è possibile standardizzare la metodologia della preparazione dei canarini alla fase di accoppiamento, ma si possono soltanto tracciare delle linee generali, a cui potersi ispirare.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Volatili

Canarini: 5 consigli sull'alimentazione

Per essere vispi e in buona salute, i canarini necessitano di una dieta equilibrata e varia. Sebbene siano granivori, questi volatili domestici hanno bisogno di ...
Volatili

10 consigli per allevare canarini

I canarini sono uccelli meravigliosi da tenere in casa perché sono facili da curare e possono essere relativamente contenuti da soli. Tuttavia, una cosa sui ...
Volatili

Come sistemare i canarini quando si va in vacanza

Tutti quanti tendono a contare i giorni che li separano dall'ultima giornata di lavoro, per poter raggiungere le tanto desiderate ferie. Tuttavia chi si ...
Volatili

Guida alla riproduzione degli uccelli

Sono molte le persone appassionate di uccelli, che ne studiano i comportamenti, che ne ammirano i colori e il suono del loro canto, tanto che ...
Volatili

Come allevare i cardellini

I cardellini sono dei piccoli volatili che fanno parte della classe dei fringillidi. Essi devono il loro nome ad un pianta, vale a dire il ...
Volatili

Come allevare nel migliore dei modi i canarini

Sono moltissime le persone che per avere una compagnia decidono di adottare un animale per farlo vivere insieme con loro nella propria abitazione. Tuttavia, prima ...
Volatili

Come allevare i fringuelli

Il fringuello crea il suo nido in Europa, nelle Isole Atlantiche e in Asia Occidentale. Questo uccello sverna nel bacino del Mar Mediterraneo ed ha ...
Volatili

Come alimentare i canarini

In questo articolo vogliamo offrire una mano a tutti coloro che hanno in casa dei simpatici canarini, per imparare quale sia l’alimentazione corretta, da ...
Volatili

5 consigli per scegliere una gabbia per canarini

I canarini sono degli animali da compagnia presenti in tantissime case. Sono amati da grandi e bambini ed alcune specie sono delle vere e proprie ...
Volatili

Come allestire la gabbia del canarino

Se avete intenzione di prendervi cura di un canarino o, magari, ne avete ricevuto uno in regalo, è necessario che vi informate in maniera scrupolosa ...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.