Come preparare un nido per galline

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Le galline sono definite “animali da cortile”, perché non hanno bisogno di un particolare habitat per sopravvivere. Ma possono essere allevate, appunto, anche in uno spazio antistante alla propria abitazione. Molti allevano le galline per molteplici motivi. Per avere carne di pollo genuina e per avere dei pulcini da crescere. Ma soprattutto per avere ogni mattino sempre uova fresche da poter gustare a colazione. La covatura è uno dei momenti essenziali nella vita di una gallina. In questa guida vedremo come preparare passo passo un nido di gallina.

27

Occorrente

  • cassetta in legno
  • un pezzo di ferro
  • paglia
37

Scegliere lo spazio più adatto alle galline

Per avere delle galline nel proprio giardino l'ideale è riservare una spazio esclusivo affinché possano vivere liberamente. Per evitare eventuali problemi, recintare il pollaio è la soluzione migliore. In modo che non possano uscire dal loro territorio e non possono essere attaccate da animali come cani e gatti. Dopo diverse settimane, i più bravi sono anche in grado di "comunicare" con le proprie galline. Questi volativi, infatti, emettono diversi versi a seconda dell’azione che stanno compiendo. C’è un verso per il pascolo, uno mentre stanno facendo l’uovo e un altro ancora se sono pronte a covare.

47

Cosa serve per costruire un nido per galline

Non appena la gallina tenderà ad accovacciarsi, sarà arrivato il momento di covare. Per preparare un nido per una gallina serve semplicemente una cassetta di legno, tipica dei fruttivendoli, un pezzetto di ferro e della paglia. Nella cassetta andrà disposto prima il pezzetto di ferro e successivamente la paglia su cui si appoggerà la vostra gallina. In realtà il pezzetto di ferro non ha una motivazione razionale: è una semplice scaramanzia contro i fulmini. La paglia invece è un ottimo conduttore naturale di calore, e serve quindi a far mantenere la giusta temperatura all'uovo prima di schiudersi.

Continua la lettura
57

Come far schiudere le uova

Disponete successivamente il contenitore in un posto buio e chiuso con cibo e acqua a disposizione, sempre nel pollaio possibilmente, riponete circa dieci o tredici uova prodotte almeno una settimana prima e fate sedere dentro l'animale. Aprite non prima di ventiquattro ore, poi attendete ventuno giorni e controllate se si stanno schiudendo. Trascorso questo lasso di tempo, ogni pulcino dovrebbe iniziare a beccare il guscio per uscire. Lasciatelo all'interno e aspettate tutti gli altri. Nella realizzazione della cassetta c'è anche chi preferisce affidarsi al fai da te. Assemblarla con avanzi di legname, soluzione però meno comoda per la gallina. Buon lavoro.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Nella realizzazione della cassetta c'è anche chi preferisce affidarsi al fai da te e assemblarla con avanzi di legname, soluzione però meno comoda per la gallina.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cura dell'Animale

5 regole d'oro per la cura delle galline

Se abbiamo a disposizione un bel giardino, dotato della giusta ampiezza o se magari abitiamo in campagna, l'allevamento e la cura delle galline possono rappresentare un'idea intrigante, sia se siamo interessati alla produzione di uova, sia se lo facciamo...
Volatili

Le migliori razze di galline ovaiole

Le galline ovaiole portano questo nome grazie allo loro capacità di deporre un gran numero di uova rispetto ad altre razze di galline. Di fatti in media sono in grado di produrre 300 uova nell'arco di un anno, ovviamente in periodi di fertilità. Di...
Volatili

Come allevare galline ovaiole all’aperto

Per chi possiede un terreno di campagna esistono tante possibilità per svolgere un'attività produttiva rispettosa della natura e producente in maniera soddisfacente, un esempio è dato dai tanti allevamenti di bestiame che è possibile realizzare laddove...
Cura dell'Animale

Come alimentare le galline ovaiole

Gli scaffali dei supermercati offrono uova di diverse qualità, provenienti da animali allevati a terra, all'aperto o comunque in maniera intensiva. Quindi, per essere certi di consumare un prodotto eccellente o ci si rivolge al contadino di fiducia o...
Cura dell'Animale

5 errori da evitare nella cura delle galline

Se abbiamo un piccolo pollaio ed intendiamo allevare con cura le galline, ci sono alcuni importanti accorgimenti da prendere per evitare di commettere errori che si ripercuotono sulla loro salute, e non ci consentono più di ottenere le tanto attese uova...
Cura dell'Animale

Come proteggere le galline dai parassiti

I parassiti, che tendono ad infestare le galline esternamente, sono un problema molto più frequente di quanto si possa immaginare e che tende ad aumentare nella bella stagione a causa delle temperature superiori. Questa breve ed attenta guida contiene...
Cura dell'Animale

Le principali tipologie di allevamento

L'allevamento è una delle attività più antiche espletate dall'uomo, oltre all'agricoltura. Sin dai tempi più remoti tutte le civiltà si sono adoperate per sviluppare e trarre benefici, per il proprio sostentamento, dalla flora e dalla fauna terrestre....
Volatili

10 consigli per allevare le galline ovaiole

Allevare galline è un'attività semplice che richiede però il giusto impegno e la giusta dedizione. Se possedete un piccolo spazio verde, potete prendere in considerazione l'idea di allevare galline ovaiole. Il vantaggio risiede nel consumo costante...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.