Come pulire il guscio di una tartaruga d'acqua

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Possedere un animale domestico è una fortuna che comporta, però, diversi obblighi. Gli animali, infatti, vanno curati e coccolati, soprattutto se si sceglie di adottarli e di farli vivere in casa con noi. Uno tra gli animali domestici più diffusi è la tartaruga d'acqua, in quanto, è un animaletto che costa poco e che piace molto ai bambini. Nonostante ciò, però, le tartarughe necessitano di essere accuratamente pulite. Ecco, allora, alcuni consigli su come pulire il guscio di una tartaruga d'acqua.

26

Occorrente

  • Spazzolino e dentifricio
  • Aceto bianco
  • Olio di mandorle
  • Dentifricio
36

Prevenzione

Per l'allevamento di queste bestiole, l'ideale è utilizzare appositi acquari che prevedano zone in acqua e zone all'asciutto. Per far sì che la nostra tartaruga si mantenga in buona salute, dovremo alimentarla a dovere. Questo consiglio è fondamentale anche per la pulizia stessa dell'animale, infatti, tanto meglio la tartaruga è alimentata e tanto più in salute si mantiene il suo carapace. Se l'animale mangia in modo sano e regolare, guscio e cute saranno molto meno intaccati dal calcare e dai microrganismi dell'acqua. A questo proposito bisogna garantirle un buon apporto di proteine e di vitamine.

46

Pulizia del guscio

Uno dei nemici principali delle tartarughe è il calcare: esso si deposita sul guscio e negli spazi interstiziali, creando una patina opaca che dà luogo a delle vere e proprie incrostazioni. Per non creare malessere nell'animale, dovremo pulire il loro carapace con frequenza settimanale. Il metodo più semplice ed economico è utilizzare un comune spazzolino da denti e un piccolo quantitativo di dentifricio. Quest'ultimo contiene delle sostanze antibatteriche e detergenti, ideali per il nostro scopo. In sostituzione al dentifricio, potrete utilizzare l'aceto bianco.
Nell'eseguire questo passaggio, ponete attenzione a non ricoprire incautamente il musetto della bestiola, si rischierebbe di irritare la sua pelle. Sfregate il guscio con movimenti regolari in ogni direzione, cambiando la posizione della tartaruga.

Continua la lettura
56

Lucidatura del guscio

Quando avete completato la prima fase della pulizia del guscio della tartaruga, potrete proseguire con la lucidatura. Un consiglio è quello di lucidare il guscio con dell'olio di mandorle, avendo cura di farlo penetrare nelle scanalature dello stesso. Per farlo, utilizzate dell'ovatta imbevuta d'olio e accarezzate delicatamente il guscio del piccolo animale onde evitare di procurargli fastidio. Così facendo, oltre ad un carapace più lucente, otterrete una naturale protezione contro il calcare. La vostra tartaruga risulterà così ben pulita e curata.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Usate acqua poco calcarea e pulite il guscio una volta alla settimana.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cura dell'Animale

Come fare il bagno a una tartaruga

Se abbiamo una tartaruga, pur consapevoli che si tratta di un esemplare autonomo, che non richiede quindi particolari interventi, se non la periodica somministrazione di cibo e di acqua, è importante sapere che quest'ultima, va comunque utilizzata per...
Animali da Compagnia

Come allevare una tartaruga di terra in giardino

Allevare le tartarughe di terra è davvero facile con le giuste informazioni e mantenimento corretto. Il giardino è il luogo più adatto per loro, più a contatto con quello che è il loro habitat naturale. Basta avere pochi semplici accorgimenti e riuscirete...
Rettili e Anfibi

Come accudire una tartaruga d'acqua dolce

La tartaruga d'acqua dolce è un animale simpatico e tenero da tenere. Spesso però, vedendo le tartarughe in un negozio d'animali, si è tentati d'acquistarne una, spesso senza conoscere le caratteristiche e le esigenze di questo particolare e delicato...
Rettili e Anfibi

10 consigli per allevare tartarughe

Le tartarughe sono animali molto affascinanti e dall'aspetto preistorico. In effetti le tartarughe sono un po' preistoriche, ed hanno la straordinaria capacità di vivere per molti e molti anni, diventando centenarie. Si tratta dunque di un animale longevo,...
Rettili e Anfibi

Come prendersi cura di una tartaruga di terra

Le tartarughe sono diffuse in tutto il mondo, limitatamente alle zone calde o temperate. Quella più comune in Italia è la tartaruga di Herman, lunga sino a 30 cm e pesante anche 2 Kg, caratterizzata dal carapace molto convesso. Al contrario di quanto...
Rettili e Anfibi

Come allevare una tartaruga

Anfibi e rettili stanno sostituendo nelle case di molti italiani cani e gatti. La motivazione è piuttosto semplice: questi animali sono più semplici da gestire, non richiedono passeggiatine al parco, non sporcano, non perdono pelo e per alcuni sono...
Rettili e Anfibi

Guida all’acquisto di una tartaruga

La tartaruga è diventata già da un po' di anni l'animale domestico preferito di molte persone. Grazie alla sua mansuetudine e alla totale innocuità verso l'uomo, infatti, questo rettile è riuscito a conquistarsi le preferenze di molti amanti degli...
Rettili e Anfibi

Come maneggiare e trasportare una tartaruga

Tante persone hanno in casa un piccolo animale da compagnia e ciò le rende generalmente più felici e meno stressate. Gli animali maggiormente presenti in casa sono cani, gatti, criceti, conigli ed a volte anche le tartarughe. Ogni animale ha le sue...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.