Come pulire il mantello dei cavalli grigi

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Imparare a mantenere pulito il mantello di un cavallo è un passo fondamentale per aiutare a tenere equilibrato il suo livello di igiene. È un'operazione che va eseguita pressochè quotidianamente. Il mantello dei cavalli grigi, detti anche leardi, è un miscuglio di peli bianchi e neri che compaiono già dal primo anno di età, tuttavia noi li vediamo tutti di colore bianco. Possiamo dire che è un cavallo che si sporca molto facilmente. Per questo è importante approfondire il capitolo igiene per quanto riguarda i cavalli dal manto "bianco". In questa guida vediamo dunque come pulire il mantello dei cavalli grigi.

26

Occorrente

  • Striglia, spazzola a setole più strette, pettine a setole larghe.
36

Se non pulirete ogni giorno e bene il mantello del vostro cavallo grigio, esso ingiallirà. Prendete quindi una striglia: questa sarà utile soprattutto per eliminare i crini ormai staccati dal manto. Ma che cos'è una striglia? Si tratta di una spazzola a denti larghi, che solitamente la si può trovare di forma circolare, proprio per favorire i movimenti rotatori sul cavallo. Vi sono anche striglie di forme diverse e di materiale diverso. Un consiglio è quello di evitare quelle in ferro a lame tonde, perché se la pulizia è eseguita da principianti, possono ferire il cavallo. Quando spazzolate, fatelo in modo energico ma, soprattutto quando andate contropelo, delicatamente. Non passate questo tipo di spazzola su parti delicate come le zampe, il muso e la pancia.

46

Nella seconda fase dovrete strigliare il manto con una spazzola dalle setole ancora più strette. Con questo tipo di spazzola, oltre al mantello, potrete anche pulire le parti più delicate come le zampe e il collo, senza far agitare o ferire l'animale. Non toccate però le orecchie e la pancia, dato che su queste potrete poi utilizzare una spazzola ancora più morbida. È importante fare molta attenzione alla vostra posizione, che deve mantenersi sempre di fianco al cavallo, per evitare di essere colpiti da un eventuale calcio. In ogni caso, per tranquillizzarlo, fategli sempre sentire la vostra presenza con il vostro contatto.

Continua la lettura
56

Per quanto riguarda la criniera e la coda potrete utilizzare un pettine a setole larghe. Per evitare di far male al cavallo mentre lo pettinate, passate prima con le dita e poi trattenete con le mani ciocca per ciocca, affinché non senta nulla quando sciogliete i nodi. La coda e la criniera del cavallo sono del tutto simili ai nostri capelli: per districare i nodi potrete quindi usare un prodotto adeguato, possibilmente spray. In questo modo potete anche lucidare, e non solo pulire il mantello del vostro cavallo, rendendolo più bello che mai. Nel caso in cui fosse sporco di fango indurito, togliete la parte più grossa inumidendola con acqua, spazzolatelo e poi passate un panno umido per eliminare i residui.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Se sul mantello del cavallo notate delle ferite cercate prima di disinfettarle e non toccatele con le varie spazzole.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cura dell'Animale

5 errori da evitare nella pulizia del cavallo

Una delle operazioni più importanti da compiere, se si possiede un cavallo, o se ne cavalca uno, è la sua corretta pulizia. La cura del cavallo, detta, con termine anglosassone, grooming, serve non solo a rimuovere la sporcizia che potrebbe essersi...
Cura dell'Animale

Come lavare il cavallo

Il cavallo è un animale piuttosto vanitoso ed amante dell’igiene per cui se ne abbiamo uno e lo alleviamo per diversi motivi che possono essere quelli di farlo partecipare a gare o manifestazioni equine, o per lavori di trasporto di materiali o di...
Altri Mammiferi

Tutto sul pony esperia

I cavalli esistono di varie tipologie e razze tra essi troviamo anche le razze piccole come ad esempio i pony. Il pony Esperia è un piccolo cavallo originario del Lazio e precisamente dei monti Laziali Ausoni, Aurunci, Lepini e del massiccio del Monte...
Altri Mammiferi

Tutto sul pony della giara

Il cavallo della Giara è un pony agile e rustico che vive allo stato brado in Sardegna, sul vasto altopiano della Giara, splendida località situata in provincia di Nuoro. Insediato da secoli nell'isola, ha però delle origini piuttosto incerte: alcuni...
Altri Mammiferi

Tutto sul Pony Shetland

Lo Shetland ha origine nelle isole Shetland, all'estremo nord della terraferma scozzese. Per molti secoli i pony Shetland viveva allo scoperto, grazie alla sua folta chioma che lo proteggeva dalle intemperie; questa razza di pony venne addomesticata nel...
Altri Mammiferi

Tutto sul cavallo murgese

Esistono svariate razze di cavalli e si distinguono tra loro per caratteristiche morfologiche e fisiche. In questa guida illustreremo tutto sul cavallo Murgese. Questa razza equina origina dall'altopiano delle Murge. Le Murge si elevano in Puglia tra...
Altri Mammiferi

Le caratteristiche del cavallo frisone

Il frisone è una razza di cavalli sviluppatasi nei Paesi Bassi durante il Medioevo. Incredibilmente agile grazie alle sue grandi dimensioni, il frisone è stato storicamente utilizzato come cavallo da guerra, poiché in grado di trasportare i cavalieri...
Altri Mammiferi

Tutto sul Quarter Horse

Se amate gli animali ed in particolar modo i cavalli, potete leggere questa guida per sapere alcune informazioni utili sul Quarter Horse. Quest'ultimo, è un cavallo che si muove con un'andatura molto elegante ed usato sia come animale da lavoro che da...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.