Come pulire le zampe dei canarini

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Per curare dei canarini è importante periodicamente pulire anche le loro zampe, poiché sono soggette a screpolarsi e a disidratarsi specie se si tratta di esemplari vecchi. Questo fenomeno è dovuto soprattutto ad un acaro esterno che genera squame sulla pelle delle zampe, e si nota facilmente in quanto è visibilmente sollevata. A tale proposito, ecco una guida con alcuni consigli su come pulire le zampe dei canarini.

25

Occorrente

  • Acaricida per canarini
  • Zolfo in polvere
  • Olio d'oliva
  • Bastoncino di legno
  • Ovatta
  • Sapone chirurgico
35

Trattare le zampe con un acaricida

Le zampe di un canarino per definirsi sane devono essere rosse e ben idratate. Se invece si notato delle desquamazioni la prima soluzione è di trattarle con un prodotto acaricida. Questo unguento ucciderà gli acari, e contribuirà a rigenerare le aree colpite. Il trattamento va eseguito con l'aiuto di un batuffolo di cotone da applicare direttamente sulle zampe, ma affinché risulti efficace è necessario ripetere l'operazione per almeno tre giorni.

45

Usare una miscela di zolfo e olio

Una soluzione più casalinga invece prevede l'uso di olio e zolfo. Con questi due ingredienti possiamo creare una miscela fino a ottenere un pasta-pomata, e con l'aiuto di un tampone applicarla direttamente sulle zampe sporche e disidratate. Il trattamento va ripetuto varie volte fino al miglioramento totale, ma prima di procedere le zampe vanno accuratamente lavate con acqua tiepida. Quando si adotta questo metodo bisogna però essere molto attenti; infatti, è da rimuovere temporaneamente l'abituale bagnetto dei nostri canarini, poiché lo zolfo se a contatto con l'acqua può bruciargli alcune parti del volto e del corpo e l'olio potrebbe risultare tossico. Un'altra soluzione è quella di applicare del sapone chirurgico ed idratante, fin quando non sono visibili dei miglioramenti. Il suddetto sapone è un ottimo germicida, quindi in grado dopo la pulizia delle zampe del canarino di prevenire altre infezioni future. Pulire anche la gabbia periodicamente è un altro ottimo modo per far crescere sano ed in un habitat igienizzato il canarino.

Continua la lettura
55

Applicare dell'olio d'oliva sulle zampe

La soluzione più economica per pulire le zampe dei canarini, è tuttavia di applicare con un bastoncino sulla cui punta va aggiunto un batuffolo di ovatta un piccolo quantitativo d'olio d'oliva. Questo metodo aiuterà ad idratare le zampette del volatile, facendo ricompattare le squame che si sono create a causa dello sporco e della disidratazione. La soluzione appena descritta è particolarmente indicata per dei canarini molto anziani, su cui non si può agire con una certa forza vista la fragilità dello loro zampette diventate tali proprio a causa dell'età avanzata.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Volatili

Come scegliere una gabbia per canarini

Gli uccelli da gabbia più diffusi sono senza dubbio i canarini: sono degli ottimi animali da compagnia, che si affezionano molto al loro proprietario. È bene sapere che amano vivere in compagnia dei propri simili, infatti se lasciati soli in gabbia...
Volatili

Canarini: 5 consigli sull'alimentazione

Per essere vispi e in buona salute, i canarini necessitano di una dieta equilibrata e varia. Sebbene siano granivori, questi volatili domestici hanno bisogno di integrare la loro alimentazione a base di semi con altre sostanze nutritive. Oltre ai semi...
Volatili

5 consigli per scegliere una gabbia per canarini

I canarini sono degli animali da compagnia presenti in tantissime case. Sono amati da grandi e bambini ed alcune specie sono delle vere e proprie rarità. Molto spesso si tende a pensare che questi piccoli uccelli non richiedano molta cura, ma si commette...
Animali da Compagnia

Come capire se il tuo canarino è felice

I canarini sono dei volatili originari delle isole Canarie, dalle quali deriva il loro nome. La forma selvatica ha un piumaggio quasi completamente verde, con striature grige ed una sfumatura gialla sul capo e sul dorso. I canarini rientrano nella categoria...
Volatili

Le principali malattie dei canarini

Dall'indole socievole e dal cinguettio argenteo, il canarino è uno degli animali da compagnia più diffusi. Allevato in gabbie o voliere, può stare da solo, in coppia o in gruppo. Ne esistono numerose varietà, dal piumaggio colorato e vivace, ed in...
Volatili

5 alimenti da non dare al canarino

Se abbiamo appena acquistato una coppia di canarini, è importante alimentarli in modo corretto; infatti, ci sono tantissimi cibi naturali che sono di facile reperibilità, ognuno con una specifica funzione, oltre a quelli misti (semi), acquistabili...
Volatili

Come alimentare i canarini

In questo articolo vogliamo offrire una mano a tutti coloro che hanno in casa dei simpatici canarini, per imparare quale sia l’alimentazione corretta, da offrire a questi uccelli.Sono veramente in tante, le famiglie, che decidono di adottare un canarino...
Volatili

Consigli per la cura di un canarino appena nato

La cura di un qualsiasi cucciolo, di qualsiasi specie, è sempre una grande responsabilità ed un serio impegno. Per riuscire ad occuparsene come si deve, bisognerà innanzitutto avere a disposizione molte informazioni sulla specie cui appartiene l'animale...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.