Come riconoscere e allevare un orifiamma

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Ogni appassionato di acquari, e del mondo marino in generale, sa bene quanto sia importante riconoscere le specie di pesci e sapere come trattarle ed allevarle. Tra le tante varietà che potreste scegliere per il vostro acquario, gli orifiamma coprono una buona percentuale. Questi pesci si presentano di colori diversi, ed è quindi importantissimo saperli riconoscere, differenziandoli dagli altri. Gli orifiamma appartengono alla famiglia dei Ciprinidi. È una specie di acqua dolce molto comune, si trovano facilmente nei laghi e nei fiumi italiani. Tuttavia se è vostra intenzione procurarvi qualche esemplare per inserirlo nel vostro acquario, vi consiglio di recarvi in un negozio specializzato per l'acquisto. In questa guida vi spiegheremo tutto ciò che c'è da sapere per riconoscere ed allevare un orifiamma. Vediamo dome fare.

27

Occorrente

  • Alcuni esemplari di Orifiamma
  • Un acquario di grandi dimensioni oppure un laghetto
  • Acqua pulita, priva di cloro e ben ossigenata
  • Mangime granulare
37

Gli orifiamma si presentano con un corpo affusolato terminante con delle lunghe pinne ad estremità caudale doppia. Hanno la testa leggermente più grossa del corpo e possono presentare diverse colorazioni a seconda della specie. Le squame variano da un rosso acceso, ad un oro paglierino in funzione della temperatura dell'acqua.
Contrariamente a quanto si dice, l'orifiamma richiede molte attenzioni e cure. Un'esigenza davvero importante è la necessità di spazio. Se avete intenzione di allevarlo in un acquario, dovrete considerare almeno 100 litri di acqua per 3/4 esemplari.

47

Si può riconoscere l'Orifiamma a coda doppia grazie alla pinna caudale che, divisa in due parti, scende morbida e fluttuante come un velo. È un pesce bello ed elegante e non presenta particolari difficoltà nella cura. Infatti è un esemplare mite e facilmente gestibile, che ben si adatta alla compagnia di altri pesci.
L'Orifiamma necessita di un acquario di grandi dimensioni, poiché ha bisogno di spazio per muoversi. La sua magnifica coda è molto fragile, perciò si consiglia di farlo convivere con altre specie mansuete e tranquille. Un urto improvviso potrebbe lacerare le sue pinne.

Continua la lettura
57

Si può allevare l'Orifiamma sia in un acquario che in una vasca, ma l'acqua deve essere regolarmente cambiata, costantemente pulita e ricca di ossigeno. A ogni cambio è meglio evitare di dislocare i pesci presenti. Il rinnovo di acqua si può fare gradualmente, senza sottoporre gli animali a stress. Si può utilizzare l'acqua di rubinetto, opportunamente filtrata dal cloro e possibilmente della stessa temperatura di quella dell'acquario. Si può controllare il pH con appositi misuratori, in modo che il valore sia sempre compreso tra 6.8 e 7.6.
Si alimenta con del mangime granulare e di piccole dimensioni, ma vanno bene anche insetti, lombrichi e larve. L'Orifiamma tollera temperature basse, ma mai vicine allo zero.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Prima di cambiare l'acqua, lasciar evaporare il cloro per diverse ore
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pesci

Come allevare i pesciolini neon

Con questa guida vedremo come allevare i pesciolini neon. Il suo nome scientifico è Paracheirodon innesi ed è un pesce adatto ad un acquario tropicale. È molto piccolo, circa 4 cm di lunghezza ed il suo colore predominante è il verde. Il suo corpo...
Pesci

Come allevare i platy

Prendersi cura della flora e della fauna dei nostri acquari è un impegno tutt'altro che trascurabile. In questo ambiente, infatti, spesso si ritrovano a convivere pesci e piante acquatiche che provengono da ogni parte del mondo e ognuno di essi necessita...
Pesci

Come allevare il pesce pulitore

Quando si vuole allestire un acquario tropicale, è fondamentale valutare bene quali pesci inserire prima di acquistarli alla cieca. I pesci, infatti, devono andare d'accordo tra di loro, ma soprattutto devono avere tutti le stesse esigenze: solamente...
Pesci

Come allevare le meduse in un acquario di casa

Le meduse vengono da sempre ritenuti degli animali planctonici tanto misteriosi quanto incantevole, grazie alle loro forme armoniose e curvilinee. Nell'ultimo decennio, il fascino delle meduse hanno introdotto la moda del loro allevamento all'interno...
Pesci

10 pesci tropicali per l'acquario

Se avete intenzione di allestire un acquario tropicale oltre a rendere l'habitat simile a quello naturale di questa zona del mondo, quindi inserendo piante, sassi, sabbia e filtri biologici, è importante scegliere i pesci in base a colore, specie e dimensioni....
Pesci

Come allevare una velifera in acquario

L'acquario è una sorta di contenitore trasparente, le cui pareti sono composte da lastre di vetro. Esso permette l'allevamento di pesci, anfibi, crostacei e molluschi e anche la coltivazione di piante palustri e acquatiche. Il più delle volte presenta...
Rettili e Anfibi

Come Allevare L'Axolotl

L'Axolotl è un anfibio acquatico molto caratteristico, il cui nome scientifico è Ambystoma mexicanum, ed è una salamandra che vive in Messico, esclusivamente nel lago Xolchimico. La sua caratteristica principale è che inizia la sua vita come animale...
Pesci

Come allevare i pesci pagliaccio in acquario

Quella per l'acquario e per i pesci è una passione che coinvolge numerosissime persone. Tuttavia, non è sufficiente la passione e la dedizione, poiché è necessario avere anche un minimo di conoscenza di questi animali e del loro ambiente. L'acquario,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.