Come Riconoscere Ed Evitare Il Contatto Con La Processionaria

tramite: O2O
Difficoltà: facile
14

Introduzione

Nonostante il nome richiami alla mente sensazioni di altro genere, la processionaria è un bruco che può rivelarsi abbastanza pericoloso per l'uomo e per i suoi amici a quattro zampe: basta toccarlo per avere fastidiose reazioni. Questo lepidottero appartenente alla famiglia Notodontidae, è diffuso in Eurasia e Nordafrica. Quando è adulto, ha forma di farfalla triangolare. Ecco come riconoscere e come evitare di entrare a contatto con questo piccolo parassita.

24

Nella stagione primaverile, proprio quando il bel tempo e le giornate più lunghe invogliano a trascorrere parecchio del nostro tempo libero fuori casa, all'aperto, a spasso tra i boschi o nei parchi della propria città, si incorre nel pericolo di imbattersi nella processionaria: si tratta di un bruco che, nel periodo compreso tra il mese di marzo e quello di maggio, lascia il proprio rifugio sull'albero per incunearsi sotto terra ed espletare, così, l'ultima fase del suo ciclo biologico.

34

Riconoscerlo è piuttosto semplice: le dimensioni possono essere variabili, ma la misura principale delle processionarie è di 3–4 cm e la colorazione va dal bianco sporco al giallo avorio, e presenta fitti e folti peli su tutto il lungo corpo: li trovi incuneati sul terreno dove scavano una piccola buca: alzando lo sguardo vedrai, negli alberi vicini, soprattutto in quelli aghiformi come i pini, dei grossi e setosi bozzoli di colore bianco che, prima di scendere a terra, erano i loro nidi. In presenza di questi elementi avrai la certezza di esserti imbattuto in una processionaria.

Continua la lettura
44

In questo caso non lo toccare e allontanati da quella zona, perché i suoi peli contengono sostanze che provocano fastidiose reazioni che spaziano dal prurito al gonfiore della parte interessata, oltre a provocare l'insorgenza di un eritema papuloso molto pruriginoso. I danni provocati dalla penetrazione dei peli nella cute umana, possono essere modesti o assumere notevole gravità quando i peli, o frammenti di essi, giungono a contatto con l'occhio, la mucosa, o la bocca, fino ad arrivare addirittura nelle vie digestive.. Se minacciato, questo bruco emette un liquido giallo molto irritante. Se sei in compagnia del tuo cane, c'è il rischio che questo possa addentarlo: in tal caso le conseguenze saranno più gravi e quindi ti consiglio di rivolgerti subito ad un veterinario. In caso di contatto, dopo aver indossato dei guanti in lattice, lava attentamente le parti colpite con acqua e bicarbonato, in modo da alleviare il fastidio e temporeggiare fino all'intervento di personale competente.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Invertebrati e Insetti

Come nasce una farfalla

La farfalla è un insetto che appartiene all'ordine dei Lepidotteri. Il suo corpo è diviso in tre parti: testa, torace e addome. Ha quattro ali, sei zampe e due antenne posizionate proprio sul capo. È inoltre dotata di una piccola proboscide con la...
Invertebrati e Insetti

Come allevare farfalle e falene

Sia le farfalle che le falene appartengono alla famiglia dei lepidotteri e ne esistono più di 150 mila specie, ma solo una piccola parte sono farfalle diurne, mentre tutte le altre vivono di notte (le falene). Entrambe le specie hanno una vasta gamma...
Invertebrati e Insetti

Come allevare le farfalle

La farfalla è senza ombra di dubbio uno degli esseri viventi più affascinanti che popolano la Terra. La sempre maggiore urbanizzazione, però, rischia di distruggere il loro habitat naturale e, di conseguenza, di mettere a rischio la stessa sopravvivenza...
Animali da Compagnia

Come rimuovere peli di animali dai tessuti

Se in casa avete degli animali come il cane o il gatto, sapete benissimo che in determinati periodi dell'anno tendono a perdere il pelo e di conseguenza lo trovate sparso un po' dappertutto, ed in particolare sui divani, sui vostri abiti e sui tappetti....
Gatti

Consigli utili per rimuovere i peli di gatto dai tessuti in casa

Se si ha un gatto in casa immancabilmente bisogna convivere con la presenza di peli dispersi un po' ovunque. Il pelo del gatto tende ad attaccarsi praticamente a tutto, sopratutto sulle superfici rivestite dai tessuti come divani, cuscini, letti, tende...
Gatti

10 consigli per eliminare il pelo di gatto dal divano

Se in casa abbiamo un gatto, si presenta spesso l'inconveniente di ritrovare sul divano un buon quantitativo di peli, che poi tendenzialmente si attaccano sui nostri vestiti quando ci sediamo. In riferimento a ciò, ecco una lista in cui troviamo 10 consigli...
Cura dell'Animale

Come ridurre la caduta dei peli del cane

Il problema della caduta dei peli del cane affligge molti possessori di questo delizioso quadrupede. Di norma, il pelo del cane si rinnova due volte all'anno, in primavera ed in autunno. Si tratta della "muta", un normale fenomeno fisiologico. Anche se...
Invertebrati e Insetti

I 5 insetti più pericolosi in Europa

Il mondo della natura, popolato da molteplici specie animali, è stupendo e affascinante ma alcuni suoi abitanti possono essere molto pericolosi per l' uomo. Tra le specie animali che possono rivelarsi dannose per gli esseri umani ci sono alcuni insetti,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.