Come riconoscere gli insetti

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Ogni giorno attorno a noi ruota un piccolo micro mondo costituito da piccole creature che si muovono e volano. Solitamente li definiamo tutti insetti senza tuttavia saperli distinguere tra loro.
Se leggerai questa guida ti spiegherò in maniera semplice e chiara come riconoscere gli insetti onde evitare inutili paure o spiacevoli incontri.

27

Occorrente

  • pazienza e attenzione
37

Le differenze principali fra ragni ed insetti sono costituite dal numero di zampe e dalla forma del corpo. Gli insetti hanno sempre 6 zampe mentre i ragni 8. I primi hanno il corpo diviso in 3 parti: testa, torace e addome mentre i ragni ne hanno solo due: testa e addome. Quasi tutti gli insetti hanno le ali mentre i ragni ne sono sprovvisti.
Ora che abbiamo imparato a riconoscere se è un insetto oppure un ragno proviamo a distinguere a quale specie di insetti appartengono.

47

Fra i coleotteri annoveriamo gli scarabei e le coccinelle. La prima coppia di ali forma una sorta di cofano sotto al quale sono celate le altre due ben chiuse. Anche il torace ha una corazza. L'addome, tondeggiante e gonfio, è completamente coperto dalle elitre.
Le cimici assomigliano ai coleotteri ma si differenziano da questi ultimi grazie alla loro forma particolare che ricorda uno scudo e dall'addome generalmente piatto.

Continua la lettura
57

Tra gli insetti che volano troviamo api, bombi, vespe e calabroni. I primi due sono insetti tranquilli che pungono raramente mentre gli altri due sono molto più nervosi e aggressivi. I primi sono pelosi. I colori sono giallo arancio per le api e per i bimbi nero, bianco con una striscia gialla sull'addome. Le vespe hanno corpo longilineo e sono a strisce gialle e nere mentre i calabroni sono più grossi delle vespe ed hanno strisce gialle e rosse.
Le cavallette hanno le zampe posteriori che consentono loro di fare grandi salti.
Le formiche non hanno le ali eccezione fatta per re e regine. Hanno una testa molto grande con forti mandibole, un torace proporzionato e un addome longilineo.

67

Le libellule: grandi, veloci e dotate di occhi grandi, torace robusto con le 4 ali e un lungo addome.
Le mosche hanno 2 ali mentre le altre due sono appena accennate. Hanno occhi grandi, un addome grande, con alcuni peli lunghi e un torace robusto.
Le farfalle hanno ali grandi, larghe e colorate ed il loro volo è lento e soave.
I colori giallo, rosso e nero, combinati fra loro, indicano pericolo ossia che l'insetto è velenoso e può pungere come nel caso delle vespe oppure è tossico come le coccinelle.
Ora puoi riconoscere gli insetti principali che ti circondano.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • muoversi con cautela
  • Evitare di toccarli

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Invertebrati e Insetti

Come Riconoscere La Grammostola Rosea

La Grammostola rosea è uno dei ragni più docili e resistenti, adatto ad essere tenuto in casa. Si tratta di una tarantola molto tranquilla, proveniente da una delle zone più aride del mondo, ovvero dalla regione settentrionale del deserto di Atacama,...
Invertebrati e Insetti

La famiglia degli aracnidi: caratteristiche e suddivisione

Gli aracnidi sono una specie animale appartenente alla famiglia degli artropodi, che comprende esemplari tipo ragni, zecche, scorpioni e acari. Sulla terra ne esistono più di 60 mila, ed il nome è di origine greca che significa ragno, poiché questo...
Pesci

Come riconoscere i calliforidi

I calliforidi, dal greco καλός "bello" e ϕορός "portatore", sono una famiglia di ditteri che include varie specie di mosconi, tra cui i più noti sono i Calliphora, ossia i mosconi della carne, saprofaghi, comunemente noti come mosche blu,...
Invertebrati e Insetti

La famiglia degli antropodi: caratteristiche e suddivisione

Gli antropodi appartengono al gruppo degli invertebrati che comprende delle specie molto note come ad esempio i ragni gli scorpioni e millepiedi tanto per citarne qualcuno. La specie si suddivide poi in 4 gruppi che vengono identificati come Aracnidi,...
Invertebrati e Insetti

Come nasce una farfalla

La farfalla è un insetto che appartiene all'ordine dei Lepidotteri. Il suo corpo è diviso in tre parti: testa, torace e addome. Ha quattro ali, sei zampe e due antenne posizionate proprio sul capo. È inoltre dotata di una piccola proboscide con la...
Invertebrati e Insetti

Come identificare i vari tipi di formiche

Al pari di api e vespe, le formiche rientrano nella categoria degli insetti imenotteri. Come tutti gli altri appartenenti a questa categoria, tutte le formiche possiedono 3 paia di zampe e un corpo che può essere sezionato in testa, torace e addome....
Invertebrati e Insetti

I 5 insetti più pericolosi in Europa

Il mondo della natura, popolato da molteplici specie animali, è stupendo e affascinante ma alcuni suoi abitanti possono essere molto pericolosi per l' uomo. Tra le specie animali che possono rivelarsi dannose per gli esseri umani ci sono alcuni insetti,...
Invertebrati e Insetti

Come difendersi dalla vespe

A volte, i momenti di relax vengono guastati da vari insetti molesti, che possono tramutare le nostre vacanze in un vero inferno. Infatti, l'aria è piena di zanzare, che hanno la nomina di pungere le persone durante il loro riposo notturno, sebbene la...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.