Come riconoscere il ragno violino

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Il ragno violino (Loxosceles reclusa) è senza dubbio uno dei più temuti in assoluto ed è presente soprattutto nel Nord America. Tuttavia, anche in quei luoghi in cui la loro presenza è massiccia, i morsi sono molto rari e la stragrande maggioranza di questi può essere efficacemente trattata con del semplice ghiaccio e un po' di compressione senza conseguenze gravi. La piccola percentuale di punture letali sono quelle che attirano tutta l'attenzione della letteratura medica e dei media, che hanno portato ad una considerazione sbagliata su questi ragni. Ad ogni modo, è sempre bene saper individuarli e stare lontani da loro. Vediamo allora come riconoscere il ragno violino.

26

Il ragno violino è schivo e poco aggressivo, ma che comunque, per le sue caratteristiche, può facilmente imbattersi nell'uomo. Questo, infatti, ha una grande intolleranza alla luce, per cui è alla continua ricerca di luoghi bui; per questo motivo, la sua attività diventa più intensa durante la notte. Proprio per questa sua caratteristica, lo si può facilmente trovare nascosto in mezzo a vestiti dimenticati per terra o dentro le scarpe. Altra caratteristica comune è il fatto che difficilmente lo si trova in presenza di ragnatele, dal momento in cui è solito abbandonare la propria durante la caccia.

36

Adesso passiamo alla descrizione del colore e delle sue caratteristiche fisiche. A differenza della maggior parte degli altri ragni, il ragno violino non possiede 8 occhi ma 6, disposti in file di due: questa è una caratteristica che lo rende pienamente riconoscibile rispetto alle altre specie. Per quanto riguarda le dimensioni, è abbastanza grande, considerando che, comprese le zampe, può arrivare ai 5 cm di lunghezza. Il colore varia dal grigio, al giallo, al verdino tendente al trasparente; presenta sul corpo un disegno molto simile ad un violino, caratteristica dalla quale prende il nome.

Continua la lettura
46

Ultima caratteristica degna di nota è la pericolosità del suo morso. Anche se, come già accennato, è un ragno schivo e quindi difficilmente tende ad attaccare, esso utilizza il suo morso più che altro come arma di difesa. Il morso di questo ragno è molto doloroso e presenta un'azione necrotica sui tessuti colpiti, causando un'ulcerazione la cui gravità può essere più o meno forte a seconda del soggetto colpito: in caso di soggetti allergici, l'ulcerazione può raggiungere anche le dimensione di diversi centimetri e potrebbe avere difficoltà a rimarginarsi anche dopo una pronta medicazione.

56

Guarda il video

66

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Invertebrati e Insetti

Come riconoscere la malmignatta

La malmignatta è uno dei pochi ragni velenosi presenti sul territorio italiano. Il suo nome scientifico è Latrodectus tredecimguttatus, ed è un aracnide della famiglia dei Terididi. È conosciuto anche come "vedova nera mediterranea", in quanto parente...
Invertebrati e Insetti

Come catturare un ragno

L'aracnofobia, ovvero la paura dei ragni, è una delle fobie più diffuse, tuttavia molte persone sono amanti dei ragni, a tal punto che catturarli ed osservarli spesso può diventare un vero e proprio hobby.Come qualunque altro insetto, i ragni sono...
Invertebrati e Insetti

Come pulire la teca dei ragni

Questa guida si rivolge a tutti quanti gli amanti degli animali in generale, in particolar modo agli appassionati dei ragni. Ovviamente, stiamo parlando di una passione un po' particolare. Tuttavia, al mondo non sono pochi coloro che hanno questo genere...
Invertebrati e Insetti

Come sbarazzarsi dei ragni

I ragni sono degli aracnidi, che a seconda della razza e dimensione possono anche rivelarsi velenosi e pericolosi. Però la maggior parte dei ragni che si vedono nelle nostre case sono del tutto innocui e a volte molto utili contro insetti come zanzare...
Invertebrati e Insetti

Come riconoscere una vedova nera

È sicuramente uno dei ragni più conosciuti e temuti, stiamo parlando della famosissima vedova nera. Essa è presente anche in Italia. Questa tipologia di ragno occupa un ruolo importantissimo per l'agricoltura; infatti è in grado di sterminare un gran...
Invertebrati e Insetti

Come identificare i vari tipi di ragni

Molto spesso ci capita di scorgere la presenza di ragni sia all'interno che all'esterno della nostra casa, e altrettanto spesso capita di notare che questi non sono tutti uguali. Esistono, infatti, oltre 50 specie diverse di ragni, alcuni innocui, altri...
Altri Mammiferi

Gli animali più pericolosi d’Australia

L'Australia è un Paese meraviglioso che, grazie alla sua estensione, offre ai visitatori paesaggi affascinanti nella loro diversità. Oltretutto, la densità di popolazione molto bassa ha lasciato una gran parte del territorio intatta. Ad ogni modo,...
Invertebrati e Insetti

La famiglia degli aracnidi: caratteristiche e suddivisione

Gli aracnidi sono una specie animale appartenente alla famiglia degli artropodi, che comprende esemplari tipo ragni, zecche, scorpioni e acari. Sulla terra ne esistono più di 60 mila, ed il nome è di origine greca che significa ragno, poiché questo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.