Come riconoscere il sesso dei pulcini

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
16

Introduzione

Per gli allevatori è fondamentale sapere se quello che hanno davanti sia un pulcino maschio oppure femmina, poiché i primi, non essendo in grado di produrre uova, vengono solitamente scartati. Purtroppo non è semplice distinguere i due sessi, soprattutto nei primi giorni di vita dell'animale. In questa guida si illustrerà come riconoscere il sesso dei pulcini e verranno presentate alcune tecniche volte ad aiutarci nell'identificazione.

26

Occorrente

  • Perlopiù è necessario avere molta esperienza nel campo.
36

Esaminare la cresta

I pulcini iniziano a sviluppare la cresta dopo 4 o 6 settimane. Distinguere il sesso dei pulcini a questo punto della loro vita è un processo piuttosto semplice e non serve un occhio troppo esperto. La cresta di per sé è un attributo prettamente maschile, quindi, in teoria, basta la presenza di questa per determinare il sesso del pulcino. Non è sempre così però: talvolta anche le femmine presentano la cresta. Un modo efficace per riconoscere i maschi è quello di osservare le punte delle penne: se sono in gran parte sullo stesso livello, allora si tratta di un maschio, altrimenti si tratta di una femmina. Molti allevatori, onde evitare di nutrire pulcini che non desiderano, preferiscono riconoscere il sesso dei pulcini ben prima di 4 settimane; per questo motivo esistono altre tecniche, più tempestive, ma anche più difficili.

46

Esaminare l'interno della cloaca

Questa tecnica è decisamente più complicata e pericolosa (per il pulcino si intende) rispetto alla precedente, ma è anche in grado di determinare con una discreta precisione il sesso dell'animale già nel suo primo giorno di vita. Attraverso una manovra piuttosto difficile, con l'utilizzo di indice e pollice è possibile rovesciare l'orlo della cloaca rivelando l'organo sessuale. Se eseguita nel modo sbagliato, questa manovra rischia di danneggiare gravemente il pulcino; perciò è consigliabile affidarsi a un esperto. La tecnica fu inventata dai due allevatori giapponesi Masui e Hashimoto nel 1933 per rendere rapida ed efficiente la selezione dei pulcini femmina.

Continua la lettura
56

Esaminare il DNA

Decisamente più dispendioso da un punto di vista economico rispetto alle altre tecniche, questo metodo permette di riconoscere il sesso del pulcino dal primo giorno di vita con una probabilità del 100%. È presente infatti, all'interno della serie di nucleotidi del DNA, una sequenza che determina il sesso dell'individuo a cui appartiene. Una volta trovata questa sequenza diventa un gioco da ragazzi determinare il sesso del pulcino con precisione.

66

Esaminare le gonadi

Un ultima tecnica è il metodo del Chicktester: di cosa si tratta? Attraverso un tubetto di vetro, inserito delicatamente nel retto del pulcino, è possibile esaminare le gonadi maschili dell'animaletto. Nel caso siano presenti, sarà chiaro che quello che stiamo esaminando è un maschio, altrimenti sarà una femmina. L'unico problema di questa tecnica sono i costi (sempre economici) relativi all'attrezzatura ottica connessa al tubetto, necessaria a vedere all'interno del retto del pulcino.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Volatili

Come Alimentare Paperi E Pulcini

Pur esistendo in commercio una certa varietà di mangime per alimentare pulcini e paperi, l'utilizzo di alimenti naturali comporta alcuni evidenti vantaggi. Innanzitutto, preparando in casa il cibo per i pulcini si ha la possibilità di scegliere alimenti...
Cura dell'Animale

Come costruire una gabbia per l'allevamento dei pulcini

Per l'allevamento dei pulcini, fondamentale è una gabbia in cui gli stessi possano vivere. Anzichè comprarla, la gabbia potrà essere costruita personalmente. Esistono tanti modi per costruire una gabbia riscaldata per l'allevamento dei pulcini. Nella...
Volatili

10 consigli per allevare canarini

I canarini sono uccelli meravigliosi da tenere in casa perché sono facili da curare e possono essere relativamente contenuti da soli. Tuttavia, una cosa sui canarini non è del tutto semplice nonché l'allevamento. I canarini da allevamento richiedono...
Volatili

Tutto sul fenicottero rosa

Il fenicottero rosa, è un grande uccello che tende a stare spesso su una gamba, nascondendo l'altra sotto il corpo; recenti ricerche indicano che questo suo comportamento, gli consente di conservare il calore del corpo, visto che spendono una quantità...
Volatili

Come allevare i pavoni

Se avete intenzione di allestire nel vostro giardino un sorta di pollaio, potete approfittarne per allevare i pavoni. Si tratta infatti di animali che hanno bisogno di uno spazio minimo per poter crescere sani, e soprattutto sviluppare un piumaggio bello...
Volatili

Come allevare uno struzzo

La prima cosa che dobbiamo sapere ed anche ricordare è che lo struzzo è il più grande di tutte le specie di uccelli, raggiungendo altezze talvolta superiori ai 2 metri; un maschio adulto può arrivare fino a 2,4 metri di altezza e può pesare più...
Volatili

Come preparare un nido per galline

Le galline sono definite “animali da cortile”, perché non hanno bisogno di un particolare habitat per sopravvivere. Ma possono essere allevate, appunto, anche in uno spazio antistante alla propria abitazione. Molti allevano le galline per molteplici...
Animali da Compagnia

Come riconoscere il sesso di un coniglio

I conigli, grazie alla socievolezza e alla docilità che li contraddistinguono, sono ottimi animali da compagnia presenti da anni in numerose abitazioni. Qualora si decidesse di allevare uno di questi simpatici mammiferi, è particolarmente importante...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.