Come riconoscere la leishmaniosi nel cane

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

All'interno di questa guida andremo a occuparci di animali. Nello specifico, ci concentreremo, come avrete già capito leggendo il titolo di questa guida, su come riconoscere la Leishmaniosi nel cane. La guida sarà divisa in una parte iniziale avente scopi introduttivi, e da una seconda parte specifica, che sarà divisa in tre differenti passi.
La Leishmaniosi è una malattia molto grave che colpisce principalmente i cani, i roditori ma a volte anche l'uomo; purtroppo non esistono cure efficaci, anche se oggi esistono dei metodi di prevenzione che riducono la possibilità di diffusione e contagio. La Leishmania infantum è un protozoo che prolifera nell'intestino di particolari insetti in particolare il Phlebotomus Papatas, comunemente detto "Pappatacio" portatori di questa malattia parassitaria, frequentissimi nelle zone caldo-umide o lacustri soprattutto nei periodi che vanno dalla Primavera all'Autunno, ma la cui puntura non implica necessariamente l'ammalarsi del soggetto, poiché molto influisce lo stato del sistema immunitario e la frequenza dell'esposizione al contatto con il parassita; non c'è legame tra razza, sesso o età del cane e non è sempre facile da riconoscere.

27

Occorrente

  • Attenzione e ...collarino.
37

Come abbiamo appena spiegato all'interno del passo introduttivo di questa guida, ora ci occuperemo di come riconoscere la Leishmaniosi nel cane. Non perdiamo assolutamente del tempo prezioso e cominciamo immediatamente tutta una serie di argomentazioni utili per risolvere i dubbi che possono nascere ed esserci su questo specifico tema, un po' controverso e contorto.
I sintomi, purtroppo, non sempre appaiono immediatamente e possono manifestarsi singolarmente o tutti insieme. I principali e più evidenti sono : - Dimagrimento concomitante ad un " appetito capriccioso", cioè incostante e che può arrivare all'anoressia, accompagnato da svogliatezza, stanchezza, e in alcuni casi anche letargia.- Dermatiti, dette secche, con perdita del pelo o diradamento dello stesso nei pressi degli occhi, del naso, delle orecchie e delle articolazioni, con presenza di eczemi e distacco dell'epidermide che nel tempo possono trasformarsi in vere e proprie piaghe.- Meno frequenti ma possibili sono anche la deformazione delle unghie ed il gonfiore dei polpastrelli, piccole epistassi (emorragie nasali), uveite (infiammazione dell'occhio).- A livello organico sono attaccati i Linfonodi, i Reni e la Milza. È importante quindi controllare le feci e verificare la presenza di sangue coagulato.

47

All'insorgere di uno o più dei sopraindicati sintomi, bisogna assolutamente ricorrere al veterinario, che per prima cosa dovrà stabilire se si tratta realmente di Leishmaniosi, attraverso esami del sangue, delle urine, delle feci e del midollo attraverso l'agoaspirazione; può anche ricorrere al prelievo di campioni di tessuto ulcerato per riscontrare la presenza di parassiti, l'esame " Elisa", che consente, attraverso reazioni colorimetriche, la presenza di antigeni del parassita sviluppati dall'organismo (il più usato ed economico, oltre che meno invasivo). Esiste anche l'esame PCR, che, per semplificare, evidenzia la presenza di sequenze di DNA caratterizzanti il parassita ed infine la " Immunofluorescenza" che ha però bisogno di un particolare microscopio per la sua applicazione e riuscita. Verificata la patologia purtroppo una cura definitiva non esiste; si potrà quindi solo limitare e diluire nel tempo gli effetti mortali del parassita, attraverso un cocktail di "Antimoniali", utili ad isolare i ceppi più resistenti dell'infezione, oltre che prevenire il contagio all'uomo, e "Chinoloni", degli antibatterici sintetici. Nel 2012 è stato sperimentato un vaccino specifico, chiamato Canileish, che ha necessità di una serie di ripetizioni nel tempo, distanziate da ventuno giorni l'uno dall'altro. Le ripetizioni sono tre. Inoltre, esso dovrà essere ripetuto successivamente per una volta ogni anno. Il costo del vaccino è alto, di circa settanta Euro, ma è necessario per mettere in sicurezza il nostro caro amico.

Continua la lettura
57

Proseguiamo la nostra guida su come riconoscere la leishmaniosi nel cane. In conclusione quali possono essere le misure per evitare e prevenire il rischio del nostro cane di contrarre la malattia, visto la gravità della stessa e la sofferenza che può generare nell'animale? Come semplici accorgimenti si può sicuramente evitare di lasciare dormire fuori il cane di notte ed insieme non indugiare in lunghe passeggiate serali, soprattutto in zone dove la presenza di acqua stagnante è habitat naturale del pappatacio. Controllare il vostro amico quotidianamente, ed ogni tanto anche dal veterinario, usando prodotti repellenti, formulati appositamente per scoraggiare l'assalto dei flebotomi. Esiste poi un collare apposito, presente sul mercato, che è forse il sistema più economico e funzionale: si tratta di un collare alla " Deltametrina ", una sostanza che non viene assorbita dalla pelle ma che va ad insediarsi nel tessuto adiposo sottocutaneo, creando quindi una barriera repellente per i fastidiosi insetti, scoraggiandoli a succhiare il sangue del cane. Si usa sia come prevenzione per gli animali sani, ma anche come metodo per circoscrivere il contagio in zone ad alto rischio, anche per la presenza di randagi. Attenzione però che questa sostanza è assolutamente tossica per i gatti, sconsigliata, quindi, per chi come me convive con tre cani e tre gatti, amichevolmente sotto lo stesso tetto.
Inoltre, vi consiglio vivamente la lettura di quest'articolo, che approfondire ancora di più la tematica che abbiamo provato a sviluppare lungo tutti questi tre passi della guida. Ecco il link dell'articolo citato: http://www.enpa.it.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Monitorare spesso il proprio cane, e farlo dormire al chiuso.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cani

Come riconoscere se il proprio cane è affetto da Leishmaniosi

La solitudine per una persona rappresenta uno stato angoscioso e molto triste. Infatti per coloro che vivono tale stato, è consigliabile adottare un animale. L'animale più consigliato da tenere in casa per fare compagnia al padrone, è il cane. Il cane...
Cani

Come riconoscere nel cane i sintomi della leishmaniosi

Si dice che il cane sia il miglior amico dell'uomo e proprio come l'uomo, anche il cane non è immune da malattie più o meno gravi. Una di queste è la leishmaniosi. La leishmaniosi è una malattia che colpisce i cani, ma non solo, molto grave e che...
Cani

Come difendere il cane dalle zecche

Non è divertente dover togliere le zecche al cane durante i mesi primaverili ed estivi. Non solo queste sanguisughe sono brutte da guardare mentre si nutrono del sangue del proprio animale domestico, ma sono anche notoriamente difficili da rimuovere...
Cani

Come proteggere il cane dalle zanzare

Tra le malattie che possono trasmettersi più facilmente dal cane all'uomo ci sono, di sicuro, la filariosi e la leishmaniosi. Responsabili di tali malattie sono sia le zanzare che i pappataci; in particolare, negli ultimi anni è stata la zanzara tigre...
Cani

Come curare un cane dalla rogna

Adottare e curare un animale da compagnia comporta tante soddisfazioni ma anche impegno. I vostri amici animali non meritano solo coccole e cibo, ma attenzioni nel caso di malattia. Il cane è sicuramente l'animale domestico più comune tra le famiglie....
Cani

Come preparare un prodotto naturale per pulire il pelo del cane

Chiunque abbia in casa un cane, il migliore amico dell'uomo, sa sicuramente quanto sia difficile riuscire a mantenere sempre il suo pelo pulito. Tutti gli animali, infatti, tendono a sporcarsi giocando in giardino, amano la terra, e giocare nell'acqua,...
Cani

Come Combattere La Forfora Del Cane

Accarezzando il vostro cane vi siete accorti che il vostro amico a quattro zampe ha la cute secca e screpolata? Anche lui, come noi, può avere la forfora. In questa utile guida cercheremo di prevenire e combattere l’insorgere della forfora, rivolgendo...
Cani

Come scoprire un'allergia alimentare del cane

Le allergie alimentari sono un fastidio in continua ascesa tra la popolazione mondiale. Non tutti gli esseri umani, per quanto onnivori, sono tolleranti ad ogni nutriente. Individuare un'intolleranza alimentare richiede tempo ed osservazione. Spesso è...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.