Come Riconoscere L'Anatra Marzaiola

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

In questa guida come avrete letto dal titolo vi spiegherò in maniera semplice come riconoscere un esemplare di Anatra Marzaiola. Il suo nome italiano, deriva proprio da Marzo perché attraversa il nostro paese in questo periodo dell'anno. Appartiene alla famiglia delle Anatidae, e la sua specie è l' Anas querquedula. Se quindi siete degli appassionati di animali acquatici, questa guida farà sicuramente al caso vostro.

25

Questo particolare esemplare è diffuso nel paleoartico. Occupa quasi tutta l'Europa occidentale, e Centrale. In Scandinavia si può trovare sulle righe del Mar Baltico. Presente anche in Africa, India e Asia Sudorientale. Nella nostra regione, come anticipato all'introduzione è di doppio passo, durante la migrazione che va da Marzo-Aprile appunto, e quello meno numeroso che va da Agosto e Settembre. Il suo habitat preferito è costituito da fiumi e laghi, come anche risaie. Si orienta più verso specchi di acqua dolce, poco profondi, separati da fitta vegetazione, coincidenti con le zone di alimentazione.

35

Questo uccello si procura il cibo immergendo la testa sotto l'acqua, nuotando intorno con il collo eretto o raccogliendo quello che trova in superficie. Predilige nutrimenti carnivori, tra cui insetti, larve, coleotteri, girini, ma anche sostanze vegetali come alghe, riso e lenticchie d'acqua. Il nido è situato a terra, asciutto, ma vicino all'acqua, costruito dalla femmina interamente, ed è formato da piume e erba unite tra loro. Le marzaiole depongono dalle 8 alle 11 uova, di un colore che varia dal giallo paglierino al marrone chiaro. Vengono covate esclusivamente dalla femmina per 21-23 giorni.

Continua la lettura
45

L'anatra marzaiola è una delle specie più piccole, infatti la sua lunghezza supera difficilmente i 40 cm, e la sua apertura alare arriva a toccare i 60 cm. Il suo peso è davvero un'inezia per il tipo di volatile che è: la femmina ha un peso che varia dai 250 ai 550 grammi, mentre il maschio adulto può superare di 100 grammi la sua compagna.
La cromaticità della sua livrea è molto particolare, il maschio marzaiolo ha la testa marrone, un sopracciglio bianco, la cui striscia arriva fino alla base della nuca. La femmina e i piccoli hanno la testa rossa. Il colore degli occhi è marrone per entrambi. Il becco è piatto, nero per lui e verde-grigio per la femmina.

55

Scendendo verso le ali, troviamo un blu celeste con le estremità brune nel maschio, mentre la marzaiola è grigio-bruna. Lo specchio alare, è sempre opaco a differenza di altri esemplari simili, il colore è grigio-verde orlato di bianco per lui e verde-bronza per la marzaiola. Il dorso bruno è simile ad entrambi, con macchiettature più chiare nella femmina come anche per il ventre. La coda arrotondata è bruna con entrambi i lati grigi.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Volatili

Come riconoscere la folaga

Gli uccelli sono una classe di vertebrati particolarmente adatti al volo, in conseguenza della trasformazione degli arti anteriori in ali. Essi sono sparsi in tutte le parti del globo, ma con aree di diffusione molto diverse da specie a specie. Alcuni...
Altri Mammiferi

Tutto sull'ornitorinco

La scoperta di un buffo animale che popolava le acque dolci dell'Australia, risale al lontano 1799, quando una strana pelle di animale venne recapitata ad un funzionario del British Museum. Nessuno fino a quel momento aveva mai visto nulla del genere,...
Rettili e Anfibi

Come distinguere una tartaruga femmina da una maschio

Questo tutorial semplice, utile ed interessante spiega in che modo è possibile distinguere un esemplare di tartaruga maschio da una femmina. A volte quando si compra una tartaruga si ha la curiosità di sapere se è un maschio oppure una femmina. Per...
Volatili

Come Riconoscere Il Pavo Cristatus

Il Pavo Cristatus è un meraviglioso volatile che popola parchi e giardini. La sua presenza allieta chiunque lo osservi. Affascina per la sua maestosità ed eleganza. Non ricercare troppo lontano. Questo animale è più comune di quanto pensi. Stiamo...
Volatili

Come Riconoscere Il Falco Tinnunculus

Il Falco Tinnunculus è un particolare volatile che fa parte della famiglia dei rapaci. Chi ama imparare a riconoscere tutte le diverse e vastissime specie di animali, ed in particolare quelle dei volatili e dei rapaci, non può certo dimenticare questo...
Volatili

Come Riconoscere Il Fischione

Se siete appassionati di volatili, sicuramente sapete che esistono tantissime specie di uccelli, ognuno con una sagoma e colorazione diversa, oltre che con delle caratteristiche varie tra cui il modo di cinguettare e di nidificare. A tale proposito ecco...
Cani

Come gestire 2 cani di sesso opposto

Se abbiamo un cane maschio o femmina, e desideriamo averne un altro, sorge il problema di come farli convivere se sono di sesso opposto. Infatti, si tratta di trovare un esemplare che abbia lo stesso carattere, non sia repulsivo nei confronti della femmina...
Volatili

Curiosità sull'albatro

L'albatro (famiglia Diomedeidae) è un grande uccello marino dal piumaggio candido e il becco uncinato. Prima di svelarvi le principali curiosità sull'albatro, ve lo presento. La sua famiglia comprende 21 specie, che in totale popolano vaste aeree oceaniche...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.