Come riconoscere un cane maltrattato

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Quando si sente la parola "maltrattato" la nostra mente immagina cose davvero terribili e indicibili. Ma purtroppo esistono diversi modi per maltrattare, e non sempre riguardano azioni fisiche. Un cane che ha subito delle vere e proprie molestie dal proprio padrone, mostra chiari segnali, e con il suo comportamento ci informa della sua situazione. Ovviamente riuscire a riconoscerlo non è per tutti così facile come sembrerebbe, ma ci vuole davvero un accurato spirito di osservazione. Vediamo insieme come fare nel miglior modo possibile.

26

Occorrente

  • Moltissima pazienza
  • Tanto tempo
36

Questa tipologia di cane, purtroppo ha associato l'essere umano a qualcosa di cui non bisogna affatto fidarsi. Purtroppo lui non sa che non tutte le persone sono uguali, e per capirlo ci vorrà davvero molto tempo e pazienza. Tenete inoltre presente che questo cane può rivelarsi pericoloso, in quanto ha completamente disimparato a fidarsi. Dovrete essere voi, come nuovi padroni, a cercare di riportare equilibrio e tranquillità nella sua vita. Quando il nuovo ospite arriva a casa vostra, non dovrete affatto aspettarvi nulla da lui, anzi sarà del tutto normale vedere un comportamento schivo e diffidente. Se in famiglia sono presenti dei bambini, sarebbe opportuno educarli a non avvicinarsi al cane facendo movimenti bruschi, urlando o armeggiando oggetti, poiché il cane potrebbe interpretare il gioco dei piccoli come un vero e proprio attacco.

46

I segnali che portano a pensare che la bestiola ha subito angherie sono molto evidenti, come ad esempio quando una persona si avvicina, l'animale comincia prima ad abbaiare in modo quasi normale, poi piano piano il suo diventa come un lamento: una chiara richiesta d'aiuto. Potrebbe inoltre buttarsi a terra e poi raggomitolarsi fino ad assumere dimensioni davvero piccole rispetto al suo vero essere. Portano generalmente la coda tra le gambe e le orecchie abbassate, indietro rispetto alla testa. Questo comportamento può significare che l'animale ha subito diversi tipi di maltrattamenti, sia fisici che psichici.

Continua la lettura
56

Altro comportamento indicativo si verifica quando ci si avvicina con in mano anche solo una scopa con la chiara intenzione di fare pulizia e il cane comincia ad abbaiare fortissimo; il più delle volte accompagna questo comportamento con dei veri e propri ringhi. Questo sta a significare che il cane ha subito percosse durante le quali sono stati utilizzati bastoni o altri accessori. I maltrattamenti possono essere anche di natura psicologica. Quando darete un comando al vostro amico a quattro zampe, lui non risponderà immediatamente ma sembrerà dubbioso e circospetto. Con il tempo e la pazienza tutte le cose torneranno al suo posto e anche una cane maltrattato potrà diventare magari il vostro migliore amico.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Se in famiglia sono presenti dei bambini, sarebbe opportuno educarli a non avvicinarsi al cane facendo movimenti bruschi, urlando o armeggiando oggetti, poiché il cane potrebbe interpretare il gioco dei piccoli come un vero e proprio attacco.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cura dell'Animale

Come segnalare il maltrattamento di un animale

Spesso gli animali subiscono dei maltrattamenti; infatti, vengono rinchiusi in spazi angusti oppure abbandonati. Però, ultimamente la legislazione sta dando un notevole aiuto per ciò che concerne la tutela degli animali. Segnalare un abuso, qualunque...
Cani

Cani: le 10 razze che mordono di più

Il cane rappresenta in tutto e per tutto il miglior amico a quattro zampe dell'uomo. La loro "amicizia" ha origini antichissime: fu infatti il primo animale ad essere addomesticato (e ciò è testimoniato da reperti risalenti fino a 36.000 anni fa) e...
Gatti

Gatto spaventato: come rassicurarlo

Il gatto è uno tra gli animali domestici più sensibile, dal punto di vista olfattivo e istintivo: si tratta infatti di un esemplare in grado di percepire rumori minimi, odori a noi poco evidenti e soprattutto di avvertire per primo un pericolo che lo...
Gatti

Come rendere il giardino a prova di gatto

Io lo asserisco sempre, per l'amore che ho verso i gatti: averne uno è un grande privilegio, ma soprattutto avere un giardino dove egli possa sbizzarrirsi e farne il proprio habitat è una grande fortuna. Possiamo fare in modo di lasciargli libero accesso,...
Cura dell'Animale

Come fare amare il mare al proprio cane

Il cane, il miglior amico dell'uomo, ancora oggi maltrattato e spesso abbandonato, soprattutto nel periodo estivo. Oggi esistono centinaia di spiagge che accettano i nostri amici a quattro zampe, migliaia di alberghi, ristoranti,pub e locali vari che...
Cani

10 razze canine adatte alla famiglia

Esistono infinite razze canine. Ogni razza ha le sue predisposizioni e peculiarità. Infatti ci sono razze canine molto riservate, razze adatte alla guardia, giocherelloni incontrastati. In questa lista elencheremo le 10 razze canine più adatte alla...
Animali da Compagnia

5 cose da sapere sul cincillà

Sono piccoli, sono carini e sono incredibilmente popolari come animali domestici. Lo si dovrebbe prendere seriamente in considerazione quando si pensa di adottare un animale domestico. I cincillà sono dei roditori divertenti, noti per la loro pelliccia...
Cani

Come interpretare il linguaggio del corpo del cane

I cani sono degli animali che riescono a trasmettere al loro padrone gioie, dolori e sentimenti, il tutto grazie ad un linguaggio dettato dal corpo oltre che dall'abbaiare. Movimenti con la coda, l'alzata sulle due zampe posteriori e tanto altro, hanno...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.