Come riconoscere un fringuello

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Svilupperemo la guida che seguirà sulla una tematica riguardante gli animali e, più precisamente, gli uccelli. Infatti, avrete notato anche attraverso il titolo che accompagna il nostro articolo, ora andremo a offrirvi qualche utile indicazione su come riconoscere un fringuello. Possiamo incominciare immediatamente con le nostre argomentazioni su questa tematica davvero molto interessante.
Il fringuello fa parte dei migratori e proviene dall'Africa. Esso è lungo circa 16 centimetri e, in genere, ha un peso che non supera i 25 grammi. Inoltre il fringuello produce dei suoni molto piacevoli e particolari, ecco perché si dice "cantare come un fringuello".

25

La distinzione del sesso del fringuello

Per poter riuscire a riconoscere dal punto di vista strutturale il fringuello, e riuscirne anche a individuare il sesso, il primo elemento che dobbiamo andare a osservare sono sicuramente le sue piume. Attraverso uno sguardo più attento, possiamo renderci conto che, per quanto riguarda il maschio, esse si presentano di colore ramato sul petto e di colore verdastro nella zona del dorso. La testa e di colore bianco, con una mascherina ben marcata all'altezza degli occhi che invece, a contrasto, sono di colore nero. Le ali sono anch'esse nere, con importanti striature giallo-verde, ed inoltre all'altezza della spalla, presentano una vistosa macchia biancastra. Il becco invece ha una colorazione violacea nel periodo estivo, mentre in quello invernale subisce una sorta di trasformazione diventando di color carne.

35

Il ruolo del maschio e della femmina

Non appena la femmina di fringuello dá alla luce i piccoli, in maschio, generalmente indipendente e autonomo, provvede a procurare del cibo fino a quando non diventano indipendenti, dopodiché si separa da loro e dalla stessa femmina. Ma vediamo la descrizione di quest'ultima: la testa della femmina si presenta del colore castano con un leggero velo bianco. Le ali invece hanno una colorazione tendente all'azzurrino, con striature bianche particolarmente marcate, che consentono di individuarla facilmente quando vola.
Il ruolo della femmina di fringuello è fondamentale, in quanto essa costituisce in completa autonomia il nido, utilizzando dei fili d'erba e degli altri materiali reperibili nell'ambiente che la circonda. Così facendo, essa riesce a rendere il nido mimetico e protettivo rispetto ai possibili attacchi dei predatori, come potrebbero essere i falchi.

Continua la lettura
45

Il suo habitat

Il fringuello ama vivere in zone molto verdeggianti come ad esempio nei boschi, nei parchi, nei campi coltivati dove può procurarsi il cibo preferito (la canapa e il niger, semi tipici che si acquistano per cardellini e canarini nella cosiddetta miscela). La migrazione del fringuello, avviene generalmente dalla fine di settembre alla fine di novembre, mentre il ritorno sul territorio da fine febbraio alla metà di aprile.
In conclusione, eccovi un utilissimo link per andare a proseguire le vostre ricerche sull'argomentazione che abbiamo sviluppato lungo questi tre brevi passi: https://it.wikipedia.org/wiki/Fringilla_coelebs.

55

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Volatili

Come scegliere la gabbietta per l’uccellino

Se avete deciso di allevare un uccellino ed intendete acquistare una gabbietta, è importante valutare alcune cose prima di scegliere quella giusta. Si tratta principalmente dell' aspetto strutturale e di quello legato alla grandezza del volatile. In...
Volatili

Gli uccelli con il canto più bello del mondo

Gli uccelli e il loro canto: un suono talvolta idilliaco che delizia chi lo ascolta. Ma quali sono gli uccelli con il canto più bello al mondo? Difficile stilare una lista poiché, come accade per gli esseri umani, è una scelta spesso soggettiva ma...
Volatili

10 consigli per allevare canarini

I canarini sono uccelli meravigliosi da tenere in casa perché sono facili da curare e possono essere relativamente contenuti da soli. Tuttavia, una cosa sui canarini non è del tutto semplice nonché l'allevamento. I canarini da allevamento richiedono...
Volatili

Guida alla riproduzione degli uccelli

Gli uccelli sono animali semplici ma molto curiosi da osservare, da cui inoltre si può apprendere moltissimo. Molte specie sono a rischio estinzione, e per questa ragione è bene capire come evitare che ciò accada cercando di farli accoppiare nel miglior...
Volatili

Come allevare i parrocchetti

La schiusa delle uova e la nascita dei piccoli sono il momento più bello e più emozionante che la passione per i pappagalli possa dare. Per la loro riproduzione e per il loro allevamento occorre tenere conto di alcuni accorgimenti, sia in tema di alimentazione...
Volatili

Come Riconoscere Il Gufo Reale

Molti appassionati di bird-watching amano particolarmente i rapaci. Si tratta infatti di uccelli belli e maestosi. Animali decisamente particolari. Per chi ha appena iniziato può essere difficile distinguerli tra loro. Specialmente se si ha l'opportunità...
Invertebrati e Insetti

Come riconoscere il sesso di un camaleonte

Il camaleonte è un rettile affascinante, ma sapere come allevarlo non è da tutti. Soprattutto per chi è alle prime armi, prendere in casa un camaleonte potrebbe rivelarsi molto più complicato del previsto: cibo, terrario correttamente ventilato e...
Rettili e Anfibi

Tartarughe d'acqua: come avviene la riproduzione

Se avete la passione per le tartarughe ed in particolare per quelle d'acqua, ed intendete riprodurle, potete farlo seguendo però delle specifiche linee guida. In riferimento a ciò, nei passi successivi troverete tutte le informazioni che vi servono...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.