Come salvare un cane dal soffocamento

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Sono sempre più le persone, al giorno d'oggi, che decidono di adottare un cane perché questo è in grado di dare sempre affetto e felicità. Tuttavia quando si adotta un'animale, oltre agli aspetti positivi bisogna prima capire se saremo in grado di prenderci sempre cura di lui e di dedicargli un po' del nostro tempo in modo che non si senta mai solo e trascurato. Il cane ha sempre bisogno di molte attenzioni e molto spesso potremmo trovarci a sostenere delle situazioni che richiedono il nostro rapido intervento come il caso del soffocamento. In questa guida, quindi, vedremo come fare per riuscire a salvare correttamente il nostro cane dal soffocamento.

26

I segni di soffocamento in un cane possono essere: scalpitio della bocca, tosse forte e continua, sbavature, sforzi di vomito, affanno e colorazione blu o bianca delle labbra. Se uno o più di questi segni dovesse verificarsi, portare immediatamente il cane dal veterinario o chiamare il servizio di emergenza veterinaria, il quale sarà in grado di fornire telefonicamente le procedure di primo soccorso in attesa che il medico verrà a casa o che l'animale venga portato in ambulatorio. Se non è possibile raggiungere il proprio veterinario, ci si può rivolgere ad una clinica veterinaria, che solitamente sono operative 24 ore su 24.

36

Se il cane è in grado di tossire, attendere qualche istante per verificare se riesce a tirar fuori l'ostruzione dalla gola. In caso contrario, iniziare ad aiutare l'animale in attesa dell'intervento del veterinario. Provare a guardare nella sua bocca per identificare l'oggetto che ostruisce la gola. Aprire la bocca delicatamente, abbassare la lingua con le dita in modo da poter guardare più in profondità nella gola. Se non c'è abbastanza luce, utilizzare una torcia elettrica.

Continua la lettura
46

Se si tratta di un cane di piccole o medie dimensioni, afferrarlo dalle sue zampe posteriori, tenerlo a testa in giù e scuoterlo per cercare di espellere l'oggetto dalla sua la bocca sfruttando la forza di gravità. Se il cane è di taglia grossa, il compito diventa più difficile. Tenere il cane a testa in giù, sollevandogli le zampe posteriori e facendogli poggiare quelle anteriori sul pavimento o su una panchina. Alzare le zampe posteriori come se si stesse sollevando una carriola e inclinare il corpo in avanti.

56

Se si riesce a rimuovere l'oggetto, assicurarsi che il cane respiri normalmente. In caso contrario, avviare la respirazione artificiale immediatamente. Se il cane non mostra alcun impulso respiratorio, eseguire la rianimazione cardio-polmonare e ripetere la procedura in attesa dell'intervento medico. In questa circostanza, il trasporto dal veterinario deve avvenire nel modo più rapido e sicuro possibile.

66

A questo punto, siamo giunti al termine della nostra guida e seguendo tutte le indicazioni riportate nei passi precedenti, saremo finalmente in grado di prestare un primo soccorso per riuscire a salvare un cane dal soffocamento, in attesa dell'arrivo dei soccorritori. Se non siamo in grado di eseguire da soli le manovre sopra indicate, chiediamo subito l'aiuto di qualche passante.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cani

Come Fare Se Il Cane Ingoia Un Oggetto

In alcuni casi si tratta proprio di un comportamento convulsivo, per altri è solo un istinto innato, il cane ingoia di tutto, un po' come capita nei bambini molto piccoli che tendono a mettere tutto pericolosamente in bocca. È importante concentrarsi...
Cura dell'Animale

Come misurare la temperatura di un coniglio

Quella di avere un coniglio come animale domestico è ormai diventata una vera e propria moda. È necessario ricordarsi che un animale domestico rappresemta un essere vivente a tutti gli effetti. E in quanto tale necessita di una buona dose di impegno...
Gatti

Ricette per gatti

S vivI in campagna il tuo gatto ha a sua disposizione un intero ecosistema a cui attingere per soddisfare tutte le sue esigenze (cibo, svago e socializzazione) ma, se cosi' non fosse, sarai tu a dovetvi occupare del suo benessere e del suo buon umore....
Cura dell'Animale

Come proteggere una gabbia dal freddo

È stato stimato nel corso degli anni che la maggior parte delle persone al mondo ha posseduto o possiede tutt'ora almeno un animale domestico. Questi possono rivere sia all'interno delle nostre abitazioni, sia in gabbie come i canarini, gli uccelli esotici,...
Gatti

10 consigli per accudire un gattino

Cosa c'è di più tenero e morbido di un gattino? Ci sciogliamo subito di tenerezza di fronte ad una cucciolata di micetti. Ed è irresistibile la voglia di tenerne in mano almeno uno. Giusto per accarezzarlo e vezzeggiarlo. Che sia un trovatello o il...
Gatti

Guida alle piante tossiche per il gatto

Qualunque persona abbia un gatto è ha conoscenza del fatto che questi simpatici animali sono molto attratti da alcune tipologie di erbe: quando hanno l'opportunità d'esplorare un giardino o anche semplicemente un ambiente domestico, essi si ritrovano...
Gatti

Consigli per riconoscere le piante tossiche per i gatti

I gatti sono degli animali estremamente resistenti, tuttavia anche per loro i pericoli sono sempre in agguato. Soprattutto perché sono estremamente curiosi e spesso assaggiano quello che trovano per casa e nel giardino. Per questo motivo è di fondamentale...
Pesci

Il pesce combattente: curiosità

Il pesce combattente viene definito anche "Betta Splendens" per i suoi colori per l'appunto splendenti e tendenzialmente luminosi. È diffuso soprattutto nella parte orientale che abbraccia Indonesia, Thailandia, Vietnam, Cina. Qui, i corsi d'acqua sono...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.