Come sapere se un cane ha il microchip

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Fin dall'antichità l'animale domestico per eccellenza è il cane - i suoi resti fossili in uno stanziamento umano sono stati rinvenuti in una tomba e risalgono a 11.000- 12.000 anni fa-, fedele compagno di vita sempre attento alle nostre esigenze non solo fisiche (i cani guida che assistono i non vedenti o quelli addestrati per il salvataggio in acqua), ma anche a quelle che riguardano la sfera sentimentale. Ma avere in casa un cane comporta anche delle responsabilità da osservare per non mettere in pericolo la vita del nostro amico a quattro zampe e per far sì che sia sempre al nostro fianco. Per quest'ultimo aspetto può aiutarci la tecnologia: il microchip. Prima di prendere un cane è necessario per legge sapere se ha il microchip o provvedere subito a questa mancanza. Se ci troviamo nella seconda situazione ecco come agire seguendo questi semplici passaggi.

27

Occorrente

  • Tempo, conoscenza, affetto, soldi, veterinario
37

Cos'è il microchip e la sua regolamentazione

Il microchip è un semplice transponder, una capsula di vetro biocompatibile delle dimensioni di 11x2 millimetri che non provoca alcuna reazione nell'animale. Non emette nessuna onda ed ha all'interno un chip leggibile solo da veterinari abilitati, canili e Asl muniti di apposito lettore di microchip per cane. Con la Dichiarazione universale dei diritti degli animali, sottoscritta a Bruxelles nel 1978, i nostri animali ed in questo caso il cane, hanno acquisito sempre più diritti e soprattutto una dignità. Dal momento in cui si decide di prendere un cane, è necessario innanzitutto effettuare l’iscrizione all’anagrafe canina della regione dove risiede e recarsi dal veterinario per l’impianto del microchip, diventato ormai obbligatorio a partire dal primo gennaio del 2005.

47

Perchè mettere il microchip

Iniziamo col dire, che l’installazione del microchip non si basa su una scelta volontaria del padrone bensì rappresenta un vero e proprio obbligo, utile prima di tutto a responsabilizzare il proprietario che molto spesso acquista un cane come se fosse un oggetto, non adottando le giuste attenzioni. Chi non inserisce questo strumento indispensabile al proprio cane, oppure chi decide di inserirlo in ritardo, precisamente oltre due mesi, deve sapere che è soggetto ad una sanzione sancita dalla legge, di circa 80 euro.

Continua la lettura
57

Come mettere il microchip

Occorre semplicemente recarsi dal veterinario, il quale provvederà ad inserire il microchip sotto la pelle del vostro cane, precisamente sulla parte laterale del collo, all’altezza delle scapole sulla linea dorsale, attraverso un’apposita siringa sterile e monouso, il procedimento non richiede nessuna anestesia, non è per niente doloroso ed è anallergico, il vostro cucciolo non ne risentirà né psicologicamente e né fisicamente. Il prezzo varia da un minimo di 20 euro fino ad un massimo di 35 euro, per chi invece vuole risparmiare è possibile recarsi anche presso l’Asl competente del proprio territorio, il prezzo varia dalle 5 ai 10 euro, talvolta può essere anche gratuito.

67

Funzioni microchip

Il microchip viene utilizzato sia per gli animali domestici, ma anche all’interno dei rifugi, centri di lotta al randagismo ed all’interno dei canili. Questa piccola capsula è dotata di diverse funzioni molto importanti, prima di tutto aiutano a ritrovare il nostro cane in caso di smarrimento o rapimento, ma sono anche molto utili al veterinario per verificare lo stato delle vaccinazioni. Inoltre è uno strumento indispensabile per la lotta all’abbandono dei cani, poiché è molto facile risalire al padrone grazie all’iscrizione all’anagrafe canina.

77

Cosa fare con un randagio

Capita spesso, soprattutto in estate quando la maggior parte delle persone va in vacanza, di trovare in strada cani abbandonati, lasciati senza pietà senza cibo nè acqua e destinati così a morte certa. Il nostro dovere alla vista di una simile situazione dovrebbe essere quello di fermarci ogni volta che ne vediamo uno, ed anche se non possiamo tenerlo, possiamo sempre affidarlo ad un canile. La prima cosa da fare è vedere se ha un microchip, possiamo provare a toccare il collo dell’animale per cercarlo, ma molto spesso non si sente al tatto, quindi cosa più opportuna è andare dal veterinario, il quale dispone di un apposito apparecchio elettronico per localizzarlo, se non è possibile risalire alle 15 cifre che compongono il chip, è bene contattare un centro per cani randagi che provvederà immediatamente ad occuparsi dell’animale.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cani

Come mettere il microchip al cane

Quando si decide di ospitare un cucciolo in casa nostra, come proprietari abbiamo l'obbligo di inserire un microchip. Non si tratta di una libera scelta, ma bensì di un obbligo di legge, in questo modo diamo la possibilità di inserire il nominativo...
Cani

Come microchippare un cane

Quando si decide di prendere nella propria casa un animale è fondamentale prendersene cura. Quindi quella di prendersi nella propria casa un cucciolo è una scelta molto importante da non sottovalutare. Tra gli animale domestici più diffusi troviamo...
Cani

Come ottenere il microchip per animali

Mettere il microchip al proprio animale domestico è, da alcuni anni, un atto diventato obbligatorio per legge e perseguibile penalmente. Non sta quindi a noi decidere se dotare o meno i nostri animali di tale accessorio. Ma come si ottiene e quanto costa...
Gatti

Come iscrivere il proprio gatto nell'anagrafe felina

L'anagrafe felina è una banca dati contenente tutte le informazioni sui gatti che sono registrati e sui rispettivi proprietari. In Italia è riconosciuta dal Ministero della salute, anche se non è obbligatorio registrare il proprio gatto, come accade...
Cani

Come ritrovare un cane che si è perso

Chi ha un cane lo sa che questo rappresenta delle volte il migliore amico dell'uomo. Con la sua dolcezza e il suo buon umore rende più felici le giornate. Quando si perde un cane i primi sentimenti che invadono il nostro cuore sono senz'altro la preoccupazione...
Cani

Come portare regolarmente all'estero il proprio cane

Viaggiare è particolarmente divertente quando si può portare dietro anche il proprio cane, ma è necessario fare una pianificazione preventiva prima di organizzare ed intraprendere il viaggio. Quando si tratta di viaggiare, i cani sono facili da addomesticare,...
Cura dell'Animale

10 consigli per prendersi cura degli animali domestici

Chi di noi non ha mai desiderato avere un animale domestico e prendersene cura? Infatti, quasi tutti da bambini, ma anche da grandi, ne abbiamo desiderato uno e di sicuro i nostri genitori o parenti ci hanno accontentato. Avere un animale domestico comporta...
Cani

Come verificare il pedigree del tuo cane di razza

Qualsiasi cane di razza va sempre accompagnato dal suo Pedigree. Il documento rappresenta la carta d'identità di Fido, con tutte le sue caratteristiche e l'albero genealogico. La consegna, in genere, avviene entro 6 mesi dalla richiesta, insieme al microchip...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.