Come sbarazzarsi delle vedove nere

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

I ragni popolano numerose zone del mondo. Siamo soliti vederne alcuni sui soffitti delle case oppure negli angolini un po' remoti, questo perché è quasi normale che si insinuino in questi posti. Non tutti i ragni sono innocui, in particolare non lo sono le vedove nere. La femmina di questa specie cattura le sue vittime con la sua seta, avvolgendola attorno alla preda. Dopo la copertura della seta, la preda viene uccisa da un'iniezione di veleno. Le uova che producono le vedove nere sono ovali, marroni, di circa 2 centimetri lunghezza. Questi ragni riescono a covare dalle 25 alle 750 uova, per un periodo di incubazione di 20 giorni. Di solito le vedove nere muoiono in autunno, dopo la deposizione delle uova. Se volete scoprire come sbarazzarsi di questo tipo di aracnide, continuate nella lettura della guida a seguire.

25

Individuate le ragnatele

La vedova nera rappresenta uno dei ragni più pericolosi al mondo. Un loro morso può provocare un enorme dolore e in alcuni casi anche la morte. Per questo motivo, se si viene a scoprire la loro presenza nei luoghi frequentati abitualmente, bisogna subito correre ai ripari. Si può capire di avere a che fare con le vedove nere conoscendone i dettagli. Durante il giorno si posso facilmente individuare le loro ragnatele. Esse sono particolarmente spesse e rigide. Bisogna individuare tutti i punti dove sono presenti affinché la sera o la notte si possano eliminare. Una volta che si hanno presenti i punti, ci si deve recare con il buio armati di insetticida e torcia.

35

Spruzzate l'insetticida

Mentre ci si avvicina alla ragnatela, si deve aver cura di non toccarne i fili. La vedova nera si troverà sulla ragnatela allo scoperto, quindi non la si deve spaventare altrimenti diventerà più complesso sbarazzarsi di questo animale. Una volta posizionata la torcia, è possibile spruzzare l'insetticida. Il ragno, dopo poco tempo, comincerà a stordirsi e cadrà a terra. A questo punto lo si può pestare con il piede. Questo procedimento deve essere fatto per ogni singola ragnatela. Si deve fare attenzione anche alle uova.

Continua la lettura
45

State attenti alle uova

Se sono presenti le uova, è necessario usare l'insetticida anche su di esse. Solitamente vengono deposte dalle 200 alle 300 uova, quindi è molto importante stare attenti se davvero le si vuole eliminare del tutto. I ragni sono molto importanti per l'equilibrio dell'ecosistema e per questo si devono togliere solo quelli che possono essere dannosi per la nostra salute. La selezione delle ragnatele deve essere fatta con cura, altrimenti si rischia di togliere dei ragni che possono essere molto utili al contenimento degli insetti presenti sui luoghi che frequentiamo di più.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Invertebrati e Insetti

Come sbarazzarsi dei gechi in giardino

I gechi non rappresentano un pericolo per gli esseri umani e neanche per la casa. Molto spesso, però, pur non essendo dei parassiti, non sono degli ospiti ben graditi. Questi piccoli rettili si nutrono in modo particolare di veri parassiti e contribuiscono...
Invertebrati e Insetti

Come riconoscere una vedova nera

È sicuramente uno dei ragni più conosciuti e temuti, stiamo parlando della famosissima vedova nera. Essa è presente anche in Italia. Questa tipologia di ragno occupa un ruolo importantissimo per l'agricoltura; infatti è in grado di sterminare un gran...
Invertebrati e Insetti

Come sbarazzarsi delle mosche all'aperto

Con l'approssimarsi della stagione calda si ripresenta puntualmente il problema della proliferazione delle mosche. Si tratta di insetti che, oltre ad essere fastidiosi, sono pericolosi per la salute umana in quanto sono uno dei veicoli principali di diffusione...
Altri Mammiferi

Come sbarazzarsi dei topi in modo naturale

Se decidiamo di risolvere efficacemente il problema legato alla presenza di topi in giardino, e quindi con il rischio che possano nidificare anche in casa, conviene studiare alcuni metodi in grado di massimizzare il risultato. Di fondamentale importanza...
Invertebrati e Insetti

Come sbarazzarsi degli scarafaggi

Gli scarafaggi, stanno rimpiattati ogni qualvolta sentono dei rumori in casa, quindi di giorni è raro vederli a giro; ma la notte quando il silenzio la fa da padrone, essi si muovono liberamente all'interno della casa, in cerca di cibo, come ad esempio...
Invertebrati e Insetti

Come sbarazzarsi delle cavallette

Quando ci prendiamo a cuore il benessere del nostro giardino o di una area verde dobbiamo tener conto di una serie di elementi e variabili che possono in un certo qual modo minacciare il benessere delle piante. A tal proposito diventa quindi fondamentale...
Invertebrati e Insetti

Come catturare un ragno

L'aracnofobia, ovvero la paura dei ragni, è una delle fobie più diffuse, tuttavia molte persone sono amanti dei ragni, a tal punto che catturarli ed osservarli spesso può diventare un vero e proprio hobby.Come qualunque altro insetto, i ragni sono...
Invertebrati e Insetti

Come riconoscere la malmignatta

La malmignatta è uno dei pochi ragni velenosi presenti sul territorio italiano. Il suo nome scientifico è Latrodectus tredecimguttatus, ed è un aracnide della famiglia dei Terididi. È conosciuto anche come "vedova nera mediterranea", in quanto parente...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.