Come scegliere il gattino giusto da tenere in casa

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Arrivare alla decisione di avere un animale in casa è un passo molto importante da compiere. La decisione va ben ponderata, soprattutto analizzando il proprio carattere e la disponibilità che si è in grado di dare alla cura del proprio amico a quattro zampe. Assai di frequente, tuttavia, vanno attentamente esaminate anche le caratteristiche e la personalità del gattino da scegliere, ivi compreso il suo temperamento e il comportamento che assume. In questa breve guida vi forniremo alcune utili indicazioni su come scegliere il gattino giusto da tenere in casa.

25

Innanzitutto ci si deve sempre ricordare che chi decide di portare in casa un micetto, fa sempre un'opera buona. Quindi, nella scelta del gatto, non va considerato il suo stato di salute. Molto spesso, soprattutto quando la scelta del gattino si effettua tra numerosi esemplari, ci si orienta sempre verso quello che sembra più sano, meno gracile e in migliore stato di salute. Il nostro consiglio, invece, è quello di scegliere il gattino che all'apparenza abbia maggior bisogno di cure e, perché no, anche quello meno grazioso dal punto di vista puramente estetico. Con appropriate visite da un veterinario, in poco tempo, anche un micetto piccolo e gracile sarà infatti in grado di diventare un bel gattone, pieno di salute ed energia!

35

Come seconda mossa, vi consigliamo di scegliere un gattino che venga dalla strada, piuttosto che uno di razza da acquistare da qualche commerciante di animali. I gattini di strada, anche senza pedigree, sono quelli più bisognosi di affetto e considerazione. E quelli che vi ripagheranno sempre dell'amore che gli rivolgerete. Ovviamente un gattino non va prelevato dalla madre fino ai quattro mesi di vita. Se conoscete anche la mamma del gattino, quindi, assicuratevi per prima cosa che essa abbia già lasciato andare i propri figlioletti e che essi siano già divenuti indipendenti.

Continua la lettura
45

Ultimo consiglio che vi offriamo, è quello di scegliere un micio che abbia un carattere che dimostri, da subito, una buona affinità con l'ambiente di casa. Certo, i primi giorni (anche il primo mese) sarà per il gatto un importante periodo di ambientamento in casa, durante il quale potrà anche manifestare un certo, fisiologico imbarazzo per le mura domestiche. Il gatto giusto sarà tuttavia quello che meglio di altri si ambienterà in casa. E che non darà particolari cenni di insofferenza o depressione. Qualora vi accorgiate che il gattino scelto, dopo alcuni mesi, dimostrasse ancora disagio nell'ambiente di casa, il consiglio è quello di farlo vivere il più possibile all'aria aperta, magari facendolo scorrazzare indisturbato nel vostro giardino o in balcone! Esistono infatti particolari gatti che non si abituano all'ambiente rappresentato da un appartamento ma che desiderano stare fuori. Cercate pertanto, nei limiti delle possibilità e delle caratteristiche logistiche che la vostra abitazione offre, si assecondare la natura dell'animale, per garantire il suo totale benessere psico-fisico.

55

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Scegliete il gattino che appare più gracile e in difficoltà, non toglietelo alla mamma troppo presto, cercate di mettergli a disposizione subito un balcone o terrazzo

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Gatti

Come allattare un gattino

Ci sono situazioni nelle quali è necessario prendere il posto di mamma gatta ed occuparsi di allattare ed avere cura di un gattino rimasto solo per le più svariate motivazioni. Creature regali e piene di fascino, i gatti sono famose per la loro grande...
Gatti

Come accudire un gattino di pochi giorni che ha perso la mamma

Purtroppo ogni tanto capita di trovare un piccolo gattino rimasto solo. Questo può essere causato da più di un motivo: qualcuno lo ha abbandonato, la mamma lo ha perso oppure lo ha abbandonato perché debole. Come comportarsi allora in questi casi?...
Gatti

Come svezzare un gattino

Lo svezzamento negli animali indica il passaggio dagli alimenti liquidi a quelli solidi. Si tratta di una fase molto importante che avviene in maniera piuttosto graduale e deve essere eseguita nel modo giusto. Nella seguente guida pertanto verrà indicato,...
Gatti

Come favorire la crescita del gattino

Sia che si tratti di un trovatello, di un dono, un'adozione o un acquisto, l'arrivo di un micetto in casa non è da sottovalutare. Dal momento in cui varca la soglia dell'abitazione, il gattino diventa un membro della famiglia a tutti gli effetti ed è...
Gatti

Come accogliere un gattino in casa

Avere un gatto in casa è sicuramente un atto d'amore, ma questa situazione comporta anche una grande responsabilità. Infatti, anche se i gatti vengono considerati animali indipendenti necessitano di stare in un ambiente familiare ed hanno bisogno di...
Gatti

Come prendersi cura di un gattino

Sia gli amanti degli animali che tutti gli altri, dovrebbero sapere che nel momento in cui si decide di tenere un gattino in casa, ed in generale un qualsiasi altro animale, bisognerà prendersi ben cura di lui. Sarà necessario infatti anche avere numerose...
Gatti

Gattino appena nato: consigli su latte e cure

Soprattutto per chi abita in campagna, ma ormai anche nei centri cittadini, è molto facile trovare dei gattini neonati che non hanno più la loro mamma a prendersi cura di loro e che necessitano di nutrimento e attenzioni. Molto spesso i gatti randagi...
Gatti

Come accudire un gattino di un mese

Quando si adotta un gattino di un mese, occorre prendersene cura senza alcuna riserva, dedicandosi totalmente a lui ed accudendolo passo dopo passo. Oltre a ciò, è necessario sapere che il primo mese di vita è quello più delicato. In questo caso,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.