Come sfamare un uccellino

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Con l'arrivo delle stagioni calde, primavera e soprattutto estate, è possibile trovarsi di fronte a piccoli esemplari di volatili, probabilmente caduti dal loro nido, che necessitano di aiuto. Riuscendo a mettere da parte l'indifferenza, possiamo imparare come sia semplice e veloce mettere in atto una serie di mosse che potrebbero sfamare salvare la vita di un piccolo uccellino, senza che queste interferiscano o ritardino eccessivamente le attività quotidiane che ci stavamo cingendo a svolgere.

26

Occorrente

  • Guanti da giardino
  • Siringa mono-uso graduata
  • Mangime per volatili
  • Insetti, larve, bruchi o vermi
36

Prima di tutto è sempre consigliabile cercare il nido dal quale è caduto il volatile: nella maggior parte dei casi non è distante dal luogo del ritrovamento. Anche se nella maggior parte dei casi pensiamo subito ad un albero, non è da escludere che il nido si nasconda in qualche cespuglio o direttamente sul terreno in una zona con erba alta. Le cure migliori è risaputo siano quelle della propria mamma, anche per questi esemplari questo concetto non cambia e, nel caso venisse facilmente reperito il nido, si dovrebbe adagiare delicatamente il corpo dell'uccellino al suo interno.

46

Quale cibo somministrare? Semplice, per capire quale boccone può essere più o meno appetibile e specifico per quella specie, bisogna prestare attenzione al becco infatti, a seconda del tipo di questo, gli uccelli si dividono in due grandi categorie: gli insettivori che si nutrono di insetti; i granivori (con becco tozzo e robusto, come il passero) che prediligono grani e semi.
Questa distinzione è utile soprattutto se si considera il ritrovamento di un esemplare di età media o avanzata. Qualora l'uccellino sia palesemente in tenera età, può essere nutrito in entrambi i casi con insetti, vermi, bruchi e larve poiché questi conferiscono un grande apporto proteico di alto valore biologico che si adatta alle esigenze di tutte le specie.

Continua la lettura
56

Per quanto riguarda la tempistica della nutrizione si possono adottare dei consigli semplici e immediati. Se si deve nutrire un piccolo senza piume bisogna cominciare appena fa giorno e smettere con l'arrivo della notte. Può essere utile usare omogeneizzati di carne o camole del miele tritate somministrate con una siringa. Non usare mai bigattini, per nessuna ragione, questi infatti restano vivi e provocano danni irreversibili allo stomaco e all'intestino dei piccoli uccelli.

66

Infine va ricordato che non tutti gli esemplari necessitano di aiuto totale. Potrebbe capitare di trovarsi di fronte ad un uccellino più grande parzialmente autosufficiente. In questo caso è possibile mettere nel nido provvisorio che ospita lo sventurato animale del cibo e dell'acqua, molto probabilmente cercherà di beccare da solo. Se il vostro uccellino mostra segni di inappetenza contattate immediatamente un veterinario: a volte questa è l'unica scelta possibile che deve essere dettata dal buon senso per evitare che un eccesso di amore e inutile perseveranza si trasformino in una tragica fatalità.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Volatili

Come aiutare un Uccellino caduto dal Nido

È possibile che vi sia capitato di trovare un uccellino impaurito caduto dal nido, impietrito e incapace di volare. E vi sarà anche capitato di domandarvi come poterlo aiutare per evitare che la piccola bestiola incorra in eventuali pericoli. Ma per...
Cura dell'Animale

Cosa fare se si trova un uccellino

Con l'avvicinarsi del periodo estivo gli uccelli si riproducono. Per farlo costruiscono nidi su tetti, alberi e quant'altro. In alcuni casi però gli uccellini cadono dai loro nidi in assenza della loro mamma. Infatti ci può capitare di trovare un uccellino...
Volatili

Come scegliere la gabbietta per l’uccellino

Se avete deciso di allevare un uccellino ed intendete acquistare una gabbietta, è importante valutare alcune cose prima di scegliere quella giusta. Si tratta principalmente dell' aspetto strutturale e di quello legato alla grandezza del volatile. In...
Volatili

Come allevare lo zigolo

Lo zigolo è un uccellino originario dei Paesi Europei, diffuso anche in Italia, soprattutto al nord e al centro. Si riconosce facilmente dal colore giallo vivo della testa e dal marroncino chiaro del dorso. La colorazione del piumaggio permette di distinguere...
Cura dell'Animale

La pulizia della gabbia per uccelli

La pulizia della gabbia per uccelli è molto importante. Qualsiasi volatile è presente nella nostra gabbia, la pulizia quotidiana è d'obbligo. La manutenzione che viene fatta alla gabbia, è semplicemente, una questione d'igiene sia per noi, sia per...
Volatili

Come alimentare un pettirosso

Capita di trovare un pettirosso in difficoltà perché è caduto dal nido o che per qualunque altro motivo non riesce più a mettersi in volo. I pettirossi sono dei tipici uccelli che si distinguono dai normali perché possiedono un particolare petto...
Volatili

Come costruire un nido per uccelli

Se siamo degli amanti della natura e abbiamo un bel giardino, potremmo realizzare un utilissimo nido per uccelli. Sarà un modo particolare e creativo per prenderci cura di questi animaletti. In genere, per realizzare un nido basta del semplice compensato,...
Volatili

Come riempire un abbeveratoio per uccellini

Gli uccellini sono degli ottimi animali domestici, soprattutto per chi ha poco spazio in casa e non può stare, per via dei impegni, 24h su 24 a badargli. Se si decide di prendere un uccellino come animale domestico, la prima cosa da fare sarà scegliere...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.