Come sferrare un cavallo

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
16

Introduzione

La ferratura dei cavalli è una pratica che ha avuto inizio nel Medio Evo, in Europa ed era diretta a proteggere gli zoccoli dei cavalli, indeboliti dalla stabulazione, ovvero la mancanza di libertà nei movimenti, in quanto gli animali erano confinati a stare all’interno di spazi ristretti. La ferratura che deve essere eseguita da un maniscalco, consiste nel inserire un ferro sotto lo zoccolo, che aiuta a proteggerlo e dargli aderenza al terreno. Naturalmente in maniera costante tale ferro deve essere sostituito. L’operazione di sferratura è molto importante, deve essere fatta regolarmente e da persone esperte. Essa ha l’obiettivo di evitare che i ferri danneggiati procurino danni al cavallo durante il galoppo o il trotto. Ecco delle indicazioni su come sferrare un cavallo.

26

Occorrente

  • un cavalletto
  • una pinza o una pinza per ferri
36

La prima cosa da fare è quella di tranquillizzare il cavallo, entrando all'interno della cella della scuderia e accarezzarlo. Una volta calmo, potete iniziare l’operazione di sferratura, servendovi di un cavalletto posizionato dietro il cavallo, da usare come sostegno al fine di facilitare il lavoro. Qualora non aveste un cavalletto procuratevi comunque un sostegno con qualcosa che avete a vostra disposizione. Una volta che avrete alzato lo zoccolo del cavallo noterete che, sotto il ferro, ci sono due chiodi sporgenti e due ribattute contro la parete dello stesso. Cercate di rialzarle in modo che entrambi questi elementi risultino dritti.

46

Quando avrete rialzato questi due elementi e vi sarete assicurati che essi siano ben dritti dovrete chiedere aiuto a qualcuno. Una seconda persona potrà aiutarvi a tenere lo zoccolo del cavallo di modo che esso non possa muoversi durante l'operazione di estrazione. Prendete quindi una tenaglia e cercate di prendere il ferro dalla parte dei talloni, ossia delle estremità dello zoccolo. Prendete il ferro in modo deciso e muovetelo cercando di fare un modo di allentarlo. Sfilate quindi i chiodi che avete alzato in precedenza. Cercate di eseguire quest'operazione togliendo i chiodi in modo perpendicolare per non rischiare di togliere con essi qualche parte dello zoccolo del vostro cavallo.

Continua la lettura
56

Spesso dei pezzi di zoccolo possono rischiare di togliersi con quest'operazione specialmente se il cavallo ha i "piedi" un po' duri. Cercate comunque di effettuare l'operazione in modo cauto e rapido. Qualora i chiodi non dovessero staccarsi dovrete utilizzare un'arnese un po' particolare. Quest'ultimo altri non è che una tenaglia con delle pinze a becchi molto acuminati che vi consentiranno di fare molto più semplicemente presa sul chiodo del ferro. Allo stesso modo estraete tutti i chiodi dal ferro del cavallo e, alla fine, sfilate il ferro.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • fatevi aiutare da un'amico l'operazione risulterà molto più semplice e meno rischiosa.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cura dell'Animale

Come pulire gli zoccoli del cavallo

L'equitazione è uno sport bellissimo e molto vario, che consente di stare a contatto con la natura e dona un senso di libertà impareggiabile. Nonostante questo, non è uno sport molto pratico: necessita infatti di un cavallo e di una stalla dove tenerlo...
Cura dell'Animale

Come massaggiare un cavallo

In termini tecnici il procedimento usato per massaggiare di cavalli si chiama "massoterapia equina", nata oltre 40 anni fa negli Stati Uniti, dove il fisioterapista Jack Meagher scoprì, a seguito di ricerche e di studi, un metodo con il quale si poteva...
Altri Mammiferi

Come addomesticare un cavallo selvatico

Il cavallo è un animale conosciuto ed apprezzato per la sua tranquillità e docilità, nonostante le dimensioni; tuttavia, di questo mammifero esistono alcune specie che sono meno abituate alla presenza dell'uomo, pertanto potrebbero assumere dei comportamenti...
Altri Mammiferi

Gli animali più famosi della storia

In questo tutorial di oggi vi vogliamo parlare degli animali più famosi della storia. Tra i protagonisti vari della storia delle civiltà varie dell'umanità non vediamo soltanto esseri umani, che hanno fatto la storia e che hanno regnato e governate...
Altri Mammiferi

Tutto sul pony esperia

I cavalli esistono di varie tipologie e razze tra essi troviamo anche le razze piccole come ad esempio i pony. Il pony Esperia è un piccolo cavallo originario del Lazio e precisamente dei monti Laziali Ausoni, Aurunci, Lepini e del massiccio del Monte...
Altri Mammiferi

Tutto sulla lince

La lince è un membro più grande della famiglia dei felini ed è riconoscibile grazie alla sua coda corta e per le ciocche di capelli nei sulle orecchie. Esistono tre diverse specie di lince: quella del Nord America, i cui esemplari si trovano quasi...
Gatti

Gatto: i segnali della coda

Per questi eleganti felini ogni movimento e ogni posizione del corpo indica qualcosa, una delle parti più importanti nel gatto è la coda. I gatti per comunicare utilizzano un linguaggio loro tutto particolare fatto di suoni, gesti, umori, atteggiamenti...
Altri Mammiferi

I 5 mammiferi più velenosi

Nel mondo animale, sia predatori che prede utilizzano dei veleni per fronteggiare il nemico. Questo accade sopratutto tra le specie ovipare e tra gli insetti. È molto raro che un mammifero possa adoperare un veleno, ma questo non è impossibile. Esistono...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.