Come spazzolare il gatto norvegese

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Avere un gatto maschio originario delle foreste norvegesi è senza dubbio bellissimo, se non altro per il pelo soffice e voluminoso che questa specie di felino per natura si ritrova. Un problema riguarda però il pelo, che esige un metodo ed una tecnica specifica per renderlo sempre pulito e pettinato, e soprattutto senza la perdita di quelli superflui giorno per giorno. Nei passi successivi di questa guida, vediamo dunque come spazzolare il gatto norvegese.

25

Occorrente

  • Pettine a denti larghi
  • Spazzola morbida
  • Pettine a denti medi
  • Olio
35

Se dunque abbiamo scelto di allevare un gatto norvegese con il pelo di media lunghezza, bisogna acquistare un pettine a denti larghi, ed usarlo ogni mattina. Prima l’azione deve essere leggera e con movimenti delicati per tutta la lunghezza del corpo, che rappresenta anche un ottimo modo per calmare il felino che ama come tutti i suoi simili le coccole. Subito dopo, l’ideale è utilizzare una spazzola con setole morbide di natura animale, come ad esempio quella di cinghiale.

45

Il gatto norvegese specie se allevato quando è abbastanza grande, è più selvaggio rispetto ad un cucciolo, per cui bisogna agire con molta dolcezza, e se si rifiuta, conviene lasciar perdere, ed affidarsi alle cure di un centro veterinario, che può prescrivere un tranquillante blando da utilizzare prima di riprovare con la spazzolata. Da evitare sono comunque i pettini stretti, che potrebbero infastidire il gatto norvegese in caso di presenza di nodi nel pelo. Nel dettaglio seguono alcuni consigli su come prepararlo in modo adeguato a questa forma di toelettatura, necessaria affinché non ci ritroviamo con i suoi peli sparsi per casa. Innanzitutto, bisogna tenere a portata di mano un paio di pettini larghi con diverse dentature, e una spazzola a setole morbide del tipo descritto in precedenza, dopodiché il gatto va adagiato su un ripiano di un tavolo.

Continua la lettura
55

A questo punto, con una mano teniamo fermo il gatto e poi con l’altra iniziamo a pettinare delicatamente il pelo, utilizzando il pettine a denti medi. Il lavoro va fatto in modo accurato su schiena, fianchi e coda, ovvero sui punti in cui se ne trovano molti, e di conseguenza la perdita giornaliera è maggiore. Dopo questa fase preliminare, ecco che possiamo utilizzare la spazzola ed agire come una sorta di massaggio sul dorso del gatto, magari bagnandola con pochissima acqua (non fredda). Fatto ciò, possiamo finalmente lasciarlo girovagare per la casa, oppure optare prima per una sorta di gel specifico per felini, che serve a tener compattato il pelo, e a mantenere intatta la forma che gli abbiamo dato con la spazzolata finale. Il prodotto ovviamente non è nocivo, visto che i gatti amano ogni giorno leccarsi il pelo per una loro naturale ed istintiva forma di pulizia.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Gatti

Coem spazzolare il pelo del gatto

Da quando avete come coinquilino il vostro gatto, la vostra vita non è più la stessa. Tornare a casa e trovarlo sul divano. Coccolarlo e sentire fare le fusa. Scrivete al pc e lui che viene a poggiarsi sulle vostre gambe. Ormai non riuscireste più...
Gatti

Come spazzolare un persiano

Il gatto persiano rappresenta una delle più belle razze dei gatti domestici: Il suo carattere è affettuoso ed è un animale ottimo per fare compagnia ai bambini. Questa razza di gatto ha il pelo piuttosto lungo, il muso schiacciato, gli occhi grandi...
Cani

Come spazzolare il pelo del cane

I cani sono considerati i migliori amici dell'uomo; essi sono di compagnia al proprio padrone. Quando si possiede un cane è necessario prendersene cura per farlo stare sempre in forma; bisogna farlo mangiare, portarlo a passeggio, ecc. Fra i vari compiti...
Animali da Compagnia

Come spazzolare un porcellino d'india

Il porcellino d'India è un simpatico animale da compagnia che può essere allevato in gabbia all'interno di una casa o anche su un terrazzo. È fondamentale provvedere pulizia periodica del pelo al fine di evitare che col tempo possano emanare cattivi...
Cura dell'Animale

Come spazzolare la coda al cane

Se decidiamo di adottare un animale, la prima cosa di cui dobbiamo essere sicuri è quella di poter riuscire sempre a curarlo alla perfezione e dedicargli un po' del nostro tempo. Se è la prima volta che ci troviamo a doverci prendere cura di un animale,...
Gatti

Come prendersi cura dei gatti a pelo lungo

Al giorno d'oggi il gatto è un tipico animale domestico, non più adoperato per la caccia ai topi, e ne esistono varie tipologie, ad esempio a pelo lungo. Il gatto a pelo lungo è sicuramente maestoso e bellissimo, ma difficile da gestire e curare. Naturalmente...
Animali da Compagnia

Come Allevare I Lemming

I lemming sono dei roditori simili ai criceti che amano stare in compagnia, quindi si possono tranquillamente allevare in casa. Questa condizione inoltre non è affatto difficile, ma richiede soltanto alcune accortezze affinché possano godere di buona...
Pesci

La famiglia dei Salmonidi: caratteristiche

Quando si parla dei Salmonidi, ci si riferisce alla famiglia a cui appartengono diverse specie di pesci tra cui il salmone. Quest'ultimo, nello specifico è quello più conosciuto ed è maggiormente apprezzato per il consumo alimentare; infatti è molto...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.