Come superare la paura di montare a cavallo

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

L'equitazione è una pratica sportiva dalle origini molto antiche. Si tratta di un'attività molto diffusa in ogni parte del mondo. Sebbene l'andare a cavallo presenti una serie di aspetti positivi che includono benefici fisici e psicologici, è tuttavia possibile riscontrare alcuni aspetti negativi che potrebbero influire sul benessere dell'appassionato fantino. Su alcuni è da evidenziare il timore di entrare in contatto con l'animale, che può presentarsi in varie forme, nei novizi così come nei praticanti più esperti, in special modo a seguito di un evento traumatico. In questa guida forniremo una serie di consigli per superare la paura di montare il più nobile tra gli animali: il cavallo.

25

Trascorrere tempo con il cavallo

Per gli inesperti può rivelarsi molto utile trascorrere un po' di tempo con i cavalli sotto lo sguardo vigile di un istruttore esperto, in modo da farsi consigliare sul tipo di approccio da adottare a seconda dei casi. Spesso infatti la paura di montare deriva da una scarsa conoscenza del mondo dei cavalli e della loro psicologia comportamentale, un vuoto che potrà essere colmato soltanto con l'aiuto di un fantino esperto.
Coloro che invece sono più pratici, possono risentire di un avvenimento traumatico che ha reso loro difficile il rapporto con l'animale. Sarebbe utile, in questo caso, sospendere la pratica equestre e stare solo in compagnia del cavallo, per il tempo necessario a metabolizzare l'accaduto, in modo da ritrovare anche la voglia di divertirsi a cavallo.

35

Calmare il cavallo prima di montarlo

Una volta che si è fatto uscire il cavallo dal suo box, prima di montarlo, può rivelarsi molto utile far fare al cavallo qualche giro alla corda. Questo consiglio vale soprattutto per chi teme di incappare in un cavallo particolarmente irrequieto. Tale pratica lo farà calmare, permettendogli di acquisire confidenza con il terreno circostante e abituandolo agli ordini impartitigli. Svolgere frequentemente questa pratica permetterà al fantino di creare il giusto rapporto di fiducia con l'animale.

Continua la lettura
45

Cavalcare il cavallo

Il cavallo nasce per vivere all'aria aperta. Una prolungata fase di stasi nel box lo innervosisce e quando lo si cavalca si rischia di trovarlo ansioso e stressato. È necessario quindi concedergli il diritto di galoppare liberamente e non fargli accumulare tensione ed energia, che andrebbe invece periodicamente sfogata. Inoltre più si passa del tempo cavalcando il cavallo, più si migliorerà il feeling con esso.

55

Conclusioni

Una fase per il del rapporto con il cavallo è la cura del proprio stato d'animo. L'autocontrollo è dunque imprescindibile, poiché uno stato di calma aiuta notevolmente a contrastare l'ansia del momento critico: il contatto con l'animale. Si tenga in mente che il cavallo percepisce l'agitazione di chi lo monta e ciò potrebbe risultare dannoso per entrambi.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Altri Mammiferi

Gli animali più famosi della storia

In questo tutorial di oggi vi vogliamo parlare degli animali più famosi della storia. Tra i protagonisti vari della storia delle civiltà varie dell'umanità non vediamo soltanto esseri umani, che hanno fatto la storia e che hanno regnato e governate...
Animali da Compagnia

Equitazione: le diverse discipline esistenti

Il mondo equestre presenta un'ampia varietà di discipline differenti. Decidendo di voler iniziare a praticare questo sport, risulta essere estremamente necessario conoscere le diverse discipline esistenti. Di certo, rivolgendovi ad un insegnante di equitazione,...
Cura dell'Animale

Come addestrare un pony

L'addestramento animale è di per sé una pratica molto laboriosa, che richiede tempo e pazienza. Nella fattispecie, l'addestramento di cavalli costituisce un'attività molto antica, poiché sono stati da sempre utilizzati anche come mezzo di trasporto....
Altri Mammiferi

Le tipologie di cavalli per le competizioni equestre

All'interno della guida che andremo a sviluppare nei passi che seguiranno ci concentreremo sulla tematica dei cavalli. Come avrete ben compreso tramite la lettura del titolo della guida stessa, ora andremo a darvi una panoramica rispetto alle tipologie...
Altri Mammiferi

Come avviare un allevamento di cavalli

Ci sono certi mestieri e certe attività che si svolgono, oltre che per passione, per una vera e propria vocazione poiché richiedono una dedizione assoluta, un enorme coraggio ed una grande intraprendenza. Tra le attività più antiche svolte dall'uomo,...
Altri Mammiferi

Le migliori razze di cavalli da salto

Molti ammirano la sua grande intelligenza, altri lo apprezzano per la sua elevata prestanza fisica e la sua potenza. Tutti certamente lo identificano come animale simbolo di forza ed eleganza: stiamo parlando del cavallo. Qualsiasi cavallo, sia di razza...
Animali da Compagnia

Come costruire un recinto per i cavalli

Per chi vive in campagna e possiede tanti animali, averne cura e costruire il loro habitat naturale è fondamentale per farli crescere bene e farli stare meglio. Se avete anche dei cavalli per tenerli vicini e raggrupparli sarà opportuno realizzare un...
Altri Mammiferi

Come distinguere le razze dei cavalli

Il cavallo, come animale domestico, è un mammifero di media-grossa taglia appartenente al genere equino. Il cavallo è un animale longevo che può superare i 40 anni di età, anche se la sua vita media è dai 25 ai 30 anni. L'uomo nel tempo si è impegnato...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.