Come tenere un serpente in casa

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Se siamo degli amanti degli animale e ci piacerebbe allevare un serpente in casa, per prima cosa dovremo essere sicuri di riuscire a prenderci sempre cura di lui, in modo da farlo crescere sempre in perfetta forma. Per riuscirci dovremo ricercare delle informazioni che ci permetteranno di riprodurre il suo ambiente naturale come ad esempio la temperature ideale, il cibo più adatto alla sua alimentazione e molto altro ancora. Tutte le informazioni necessarie potremo trovarle su internet all'interno di varie guide redatte da esperti allevatori di questi particolari rettili. In questo modo potremo riuscire curare i nostri serpenti in maniera perfetta. Nei passi successivi, in particolare, vedremo come fare per riuscire a tenere un serpente in casa.

25

Occorrente

  • Terrario
  • Cibo adatto
35

Scelta del serpente da allevare

Prima di tutto bisognerà scegliere quale tipologia di serpente desideriamo addomesticare: sarebbe consigliato scegliere boa o pitoni che non presentano alcun rischio di avvelenamento in caso di eventuali morsi. Bisogna anche accertarci che nelle vicinanze della nostra abitazione vi sia un veterinario che si occupi anche di rettili per rimediare a qualsiasi situazione spiacevole che potrebbe presentarsi.

45

Scelta del terrario

La seconda cosa da fare è munirsi di una teca o terrario che possa supportare luce apposite per garantire una certa stabilità termica affinché il rettile sopravviva e la sua pelle rimanga sempre in buono stato. Si ricorda che questi sono animali a sangue freddo per cui necessitano di temperature calde e costanti per sopravvivere.
Oltre alla luce il terrario dovrà essere delle giuste dimensioni perché nella crescita il rettile si svilupperà soprattutto in lunghezza.

Continua la lettura
55

Cure necessarie

Per quello riguarda l'alimentazione dovremmo tenere presente che i serpenti sono per natura animali portati ad idratare spesso il loro corpo: dunque la parte del terrario che contiene l'acqua non dovrebbe mai restare a secco. In natura il serpente si nutre di altri animali ancora in vita quindi spetta al padrone decidere se cibarlo con prede ancora in vita o prede anche refrigerate
In riferimento alla pulizia, il serpente di per sé non necessita di grandi pulizie quotidiane in quanto è un animale che non sporca ma ciò che sarà prudente prevedere sarà la formazione di batteri che potrebbero influire negativamente sulla sua salute. Per evitare ciò si deve pulire la teca molto spesso (almeno una volta a settimana) con i prodotti che si possono trovare all'interno dei centri specializzati per rettili. Infine prestiamo sempre attenzione a come prendere un serpente nella maniera corretta.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Rettili e Anfibi

Tutto sui serpenti

Negli ultimi anni, sempre più curiosi e appassionati di animali hanno scelto di accogliere alcuni rettili come animali domestici da coccolare e crescere con diligenza. Questo per avere il piacere di addomesticare un animale più unico che raro. Attualmente,...
Rettili e Anfibi

Come Sfamare Un Serpente Domestico

Fino a qualche anno fa, gli unici animali che si ospitavano in casa erano quelli più popolari e domestici, quali cani, gatti, uccelli e criceti. Oggi, invece, ci sono persone che amano allevare animali di ogni specie che fino a qualche anno fa era impensabile...
Rettili e Anfibi

Come liberarsi dei serpenti

I serpenti sono dei rettili notoriamente molto pericolosi. Anche se alcuni hanno la possibilità di produrre ed inoculare il proprio veleno ed altri no, bisogna sempre prendere le necessarie precauzioni quando ce ne troviamo uno davanti. Infatti non sono...
Rettili e Anfibi

I rettili più pericolosi al mondo

Studiare gli animali è un qualcosa di molto bello e di molto divertente. Tra i vari animali, ce ne sono alcuni molto belli ed affascinanti che spesso vengono sottovalutati, ad esempio i rettili. Molti dei rettili che ci sono in natura sono estremamente...
Rettili e Anfibi

Come pulire la teca del serpente

Negli ultimi anni sta prendendo sempre più piede la moda di avere animali da compagnia per così dire particolari come furetti, porcellini d'India fino ad arrivare ai serpenti. Il fascino dell'esotico, una buona dose di coraggio e un'alta dose di rischio...
Rettili e Anfibi

Come distinguere un orbettino da un serpente

L'orbettino è un piccolo rettile che ti sarà sicuramente capitato di incontrare durante una passeggiata in campagna e forse anche nel giardino di casa tua! Purtroppo, pur essendo un animale completamente innocuo per l'uomo, viene spesso confuso con...
Rettili e Anfibi

Come allevare un pitone

Il pitone è un grosso serpente che vive in Asia, Africa e Australia: spesso di lunghezza notevole (raggiunge anche i 10 metri), presenta denti molto sviluppati a forma di uncino con i quali assale mammiferi di media taglia. Nonostante la pericolosità,...
Rettili e Anfibi

Come catturare un serpente

All'interno della presente guida, andremo a parlare di serpenti. Nello specifico, come avrete notato dal titolo dell'articolo, ora andremo a spiegarvi Come catturare un serpente.Può capitare a volte, in campagna o in giardino di avvistare qualche serpente....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.