Come togliere la gomma da masticare dal pelo del gatto

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

La gomma da masticare la conosciamo ormai tutti. Si trova in commercio in diversi formati, colori e gusti. La gomma da masticare si può ritenere un breve passatempo (ma anche allenamento) saporito per i denti. Amata da molti, l'attuale gomma da masticare ha origini statunitensi. In precedenza infatti, sia i Greci che i Maya avevano l'abitudine di masticare dei particolari tipi di gomma. Per l'occasione, li ricavavano dalla resina o dal lattice di alcuni alberi. Dal nome americano di "chewing gum", la gomma da masticare divenne famosa in Italia negli anni 50. Con alcuni tipi di gomma da masticare si possono creare le tipiche bolle. Magari anche da far scoppiare. Ma la gomma da masticare non risulta gradevole a tutti. Divertenti le scene in cui si paragona ad un "ruminante" un soggetto in atto di masticare una gomma. In realtà, la gomma da masticare ha anche i suoi lati negativi. A parte lo spettacolo offerto più o meno sgradevole, è appiccicosa. Con la possibilità, se non cestinata correttamente, di creare spiacevoli danni. Proprio perché la sua consistenza, una volta bagnata, la rende difficilmente rimovibile. Ad esempio nel caso in cui si attacca al pelo di un animale domestico, come il gatto. Vediamo dunque come togliere la gomma da masticare dal pelo del nostro amico, facilmente e senza danni alla sua cute.

27

Occorrente

  • Ghiaccio, shampoo adeguato, burro (anche di arachidi o maionese), forbici e molta attenzione e delicatezza.
37

Usare il ghiaccio

Quello del ghiaccio è un ottimo metodo per togliere la gomma da masticare dal pelo del nostro gatto. Con un cubetto di ghiaccio, strofiniamo la gomma da masticare finché non diventa dura. Con le dita, stacchiamola poco per volta, senza tirare il pelo del gatto. Ripetiamo l'azione con altri cubetti di ghiaccio, ogniqualvolta la gomma da masticare si ammorbidisce. Proseguiamo a togliere la gomma pezzetto per pezzetto, fino alla sua completa eliminazione. Infine laviamo la parte interessata con uno shampoo apposito per il gatto e sciacquiamo bene.

47

Utilizzare il burro

La tecnica del burro per togliere la gomma da masticare dal pelo del gatto è perfetta nei casi in cui il problema si presenta all'interno del pelo. Con una noce di burro morbido sulle dita, strofiniamo la gomma da masticare e la zona appiccicosa circostante. Lasciamo agire il burro per qualche minuto. Non appena la gomma da masticare si scioglierà, rimuoviamola delicatamente. Strofiniamo il pelo del gatto, senza tirarlo. Una volta rimossa del tutto la gomma, puliamo il pelo del gatto come indicato nel passo precedente. Questo metodo si può usare a completamento e definizione della tecnica del ghiaccio, qualora questa non offrisse i risultati voluti.

Continua la lettura
57

Tagliare il pelo

Per togliere la gomma da masticare dal pelo del gatto, si può infine tagliare il pelo della zona interessata. In questo caso le precauzioni non sono mai troppe. Prestiamo molta attenzione a non ferire il gatto. A protezione della cute, interponiamo fra di essa e le forbici un pezzo di cartoncino sottile, ma resistente. Nei casi più complicati, non esitiamo a rivolgerci al veterinario.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Nei casi più gravi, ricorrere al'intervento del veterinario.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Volatili

Come allestire una gabbia per pappagalli

Quando decidiamo di adottare un animale, dobbiamo prima di tutto essere in grado di garantirgli tutte le cure necessarie, dovremo dargli sempre da mangiare e dedicargli un po' del nostro tempo. È molto importante che ogni animale abbia uno spazio dedicato...
Animali da Compagnia

Come educare un furetto

Qualche volta i furetti possono sviluppare delle cattive abitudini; quella più comune è di mordere facilmente. Se in casa abbiamo un giovane furetto è opportuno insegnargli a non mordere nemmeno durante il gioco. Questi piccoli animali da compagnia...
Cura dell'Animale

Come capire se cani o gatti hanno problemi ai denti

Quando decidiamo di "adottare" un animale, è di fondamentale importanza impegnarsi al fine di curarli al meglio. Possedere denti e gengive sane, anche per i nostri amici a quattro zampe, riveste un ruolo molto importante per le loro salute generale ecco...
Cani

5 motivi per cui il cane mangia l'erba

I cani amano correre tra i prati e passare molto tempo all'aria aperta e certamente, durante le vostre passeggiate, vi sarà capitato di osservare che a volte si soffermano per lunghi periodi a masticare i fili d'erba, specialmente quelli più lunghi...
Gatti

Consigli per svezzare i gattini

I gatti, come tutti i mammiferi che per un certo tempo della loro vita si nutrono solo con il latte materno, una volta passato tale periodo vanno svezzati. Svezzare significa infatti passare gradualmente dall'allattamento alla progressiva introduzione...
Cura dell'Animale

5 regole d'oro per la cura dei conigli

I conigli per merito del loro aspetto buffo e grazioso, sono facili da amare. Tuttavia non è altrettanto facile prendersene cura in modo corretto. Questi animali adorabili sono compagni meravigliosi per le persone che conoscono le loro esigenze e trascorrono...
Animali da Compagnia

Come far giocare il criceto

Possedere un animale domestico ormai è cosa piuttosto comune, soprattutto quando sono piccolini. Oggi tra la grande varietà di animali domestici che sono entrati a far parte della nostra casa, ci sono non solo cani e gatti ma anche animaletti alternativi...
Rettili e Anfibi

L'alimentazione del pitone reale

Il pitone reale è un particolarissimo serpente appartenente alla famiglia dei pitoni, chiamato anche pitone a palla proprio per la classica posizione che assume questo rettile quanto si sente intimorito. Se ci troviamo a dover curare questo animale,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.