Come togliere le zecche dai gatti

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Per tutti gli amanti degli animali domestici, la possibilità che il proprio fido compagno possa incorrere in qualche problemino di salute è un'ipotesi allarmante da scongiurare in qualsiasi modo. Uno dei nemici più pericolosi per i nostri gatti è la zecca. In questa guida vedremo dunque come togliere le zecche dai gatti evitando manovre che potrebbero procurare ulteriori danni al nostro animale domestico.

26

Occorrente

  • Una pinzetta
  • Alcool
  • Tamponcini
  • Lente d'ingrandimento
36

Le zecche portano agenti infettivi che possono infiltrarsi nel flusso sanguigno di un essere umano attraverso le rotture nella pelle. È meglio andare sul sicuro e indossare indumenti protettivi. Le zecche sono degli artropodi, ed è facile incapparvi, soprattutto se si frequentano zone in cui è il verde a dominare. Esse infatti si annidano solitamente in mezzo ai cespugli, nei boschi, oppure nei campi erbosi. La caratteristica che le rende pericolose, è che una volta trovato il mal capitato gatto, le zecche operano un morso impercettibile che rischia per queste ragioni di passare inosservato per molto tempo.

46

Dopo aver individuato la zecca, magari dotandoci di una lente d'ingrandimento, utilizzando delle pinze aventi la parte finale molto sottile, cerchiamo di intrappolare nella nostra morsa la testa di questo temibile parassita, cercando di afferrarla nel punto più vicino alla pelle. A questo punto potremo osservare una certa insofferenza da parte del gatto che probabilmente tenterà di divincolarsi da noi.

Continua la lettura
56

In questa fase, ciò che è fondamentale, è accertarsi che la zecca sia stata rimossa del tutto. Nel caso il suo rostro fosse invece ancora sottocute, le opzioni sono due: la prima è quella di prendere un ago sterilizzato e tentare di estrarla mediante lo stesso procedimento utilizzato solitamente per togliere delle piccole spine; la seconda soluzione, soprattutto nel caso il nostro gatto risulti eccessivamente agitato, è quella di rivolgersi al proprio veterinario. Una volta estratta la zecca dal manto del gatto, dovremo adesso provvedere a disinfettare la zona aggredita dal parassita.

66

In alternativa per rimuovere le zecche dai gatti, prendiamo un paio di pinzette a punta, afferriamo la zecca, facendo attenzione a non pizzicare la pelle del gatto.
Eseguendo una pressione costante, tiriamo fuori il segno di spunta della zecca, con un movimento rettilineo. Facciamo attenzione a non comprimere o schiacciare il segno di spunta, dal momento che i suoi fluidi possono contenere materiale infetto. Una volta che la zecca è morta, disinfettiamo il morso. Utilizziamo uno spruzzo antisettico o delle salviette per disinfettare.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cani

Come togliere le zecche ai cani

Prendersi cura dei propri animali è molto importante. Infatti i nostri piccoli amici sono spesso soggetti ad attacchi di piccoli animali e parassiti che potrebbero portare loro qualche malattia e grave problema, e tra questi, quelle più temute sono...
Gatti

Cosa fare dopo aver tolto una zecca al gatto

Per chi possiede animali domestici l'arrivo della primavera desta molte preoccupazioni. Aumentano le possibilità, per i nostri cari animaletti, di prendere pulci e zecche. Ciò potrebbe causare ai nostri amati cani e gatti qualche piccolo problema di...
Cura dell'Animale

Come rimuovere correttamente una zecca

Le pulci e le zecche sono dei parassiti ematofagi, ovvero che si nutrono del sangue degli animali. Si agganciano letteralmente alla loro pelle attraverso minuscole tenaglie, di cui il loro apparato boccale è provvisto e possono trasmettere malattie anche...
Cani

5 cose da fare se il cane prende le zecche

È bello passeggiare con Fido in mezzo alla natura, specialmente nella bella stagione. Purtroppo, a rovinare questo piacevole passatempo ci pensano le zecche: questi parassiti insidiosi aspettano quatti quatti nell'erba alta o nel fieno il passaggio di...
Cani

Come togliere una zecca dal cane

Può capitare di scoprire che il tuo amico a quattro zampe abbia sulla pelle una zecca. Non allarmarti ma metti subito in pratica dei consigli facili e pratici, liberandolo subito dall'ospite indesiderato. In questa semplice guida sarà illustrato come...
Altri Mammiferi

Come cercare i parassiti sul cavallo

Soprattutto a partire dall'inizio della stagione primaverile e successivamente di quella estiva, la presenza di parassiti come zecche, pidocchi e acari, diventa un problema da tenere nella massima considerazione, specialmente nel caso in cui si possieda...
Cani

Come comportarsi se il cane prende le zecche

Il cane rappresenta una valida compagnia per adulti, bambini ed anziani. In genere, socievole e giocherellone, ma anche responsabile e serio, richiede qualche attenzione in più, specie in estate. Le condizioni climatiche ed ambientali, infatti, favoriscono...
Cani

Come evitare di farsi mordere da una zecca

Con l'arrivo della primavera, torna anche il piacere delle passeggiate nei parchi, dei picnic nei boschi, delle corse sui prati con il nostro amico a quattro zampe. Momenti unici, ma anche ad alto rischio parassiti. La zecca, appartenente alla famiglia...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.