Come tosare un cane

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Avere cura del manto del proprio cane è una pratica importante, specialmente se la caratteristica del vostro amico peloso è quella di avere il pelo lungo facile ai nodi e alla sporcizia. Indispensabile è affidarlo alle mani di un esperto che sarà in grado di eliminare pelo morto e grovigli, ma non sempre vi è possibilità, o per problemi economici o per altri vari motivi, affidare il nostro amico alle mani di un esperto. Ma non fatevi prendere dal panico, è possibile prendervi cura del manto del vostro amico anche da casa, cercherò quindi di darvi qualche consiglio su come tosare il vostro cane! La prima volta, potrebbe risultare un po' complicata, ma vi assicuro che se vi armate di pazienza e fate in modo che il vostro cane collabori, riuscirete ad ottenere un ottimo risultato. Mettetevi al lavoro in un posto della casa in cui il cane si senta a proprio agio, ricordatevi che una situazione positiva non creerà alcuno stress all'animale e riuscirà a collaborare con voi.

26

Occorrente

  • Forbici preferibilmente in acciaio inox
  • Shampoo specifico per la cute del cane
  • Rasoio elettrico
  • Spazzola per cani
  • Pettine
  • Fogli di giornale su cui lavorare
36

Il primo step consiste nel pettinare e spazzolare il pelo del cane così da togliere il pelo morto. Fate attenzione ai nodi, in caso non riusciate a togliere i grovigli con la spazzola o il pettine o il vostro amico dovesse lamentarsi troppo, tagliate i nodi aiutandovi con le forbici. Eliminate subito il pelo in eccesso che avete precedentemente spazzolato via e passiamo immediatamente al secondo step.

46

Il secondo step consiste nel lavare il cane con acqua preferibilmente tiepida e uno shampoo specifico per la cute dell'animale. Massaggiate con cura il prodotto cercando di ricordandovi di non saltare nessuna zona. Sciacquate con cura l'animale facendo attenzione a non far andare il sapone in bocca e negli occhi. Asciugatelo per bene con un asciugamano pulito, potete usare un asciugacapelli facendo attenzione a non spaventare il cane: regolate la velocità al minimo.

Continua la lettura
56

Ora, spazzolate nuovamente il cane per rimuovere ulteriore residui e preparatevi alla tosatura: con il rasoio elettrico, seguire il senso di crescita del pelo lungo il busto dell'animale con estrema delicatezza. Fate attenzione a non tagliare il pelo troppo corto, uno strato di pelo generoso aiuterà il vostro amico a non scottarsi sotto il sole e proteggerà la sua pelle da eventuali ferite e punture di zanzara. Con le forbici, regolate eventuali errori cercando di ottenere uno strato uniforme e accorciate il pelo del muso, delle orecchie e delle zampe. Assolutamente vietato tagliare i baffi!

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Accarezzate e tranquillizate costantemente il cane
  • Usate delicatezza e mai movimenti bruschi

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cura dell'Animale

Come tosare un Golden Retriever

Con la grande crisi che stiamo attraversando, aprire un negozio può risultare particolarmente difficoltoso. Per questo, una volta deciso di voler aprire un'attività, ci si butta in ambiti poco frequenti; come ad esempio la toelettatura degli animali....
Cani

Come tosare un cocker

Quando comprate un cucciolo di cocker dovrete tenere in conto che è un cane che necessita di molte cure, soprattutto quel che concerne il suo pelo. Per mantenerlo lucido, pulito e bello, occorrerà tosarlo una volta al mese, oltre che pettinarlo tutti...
Cani

Come tosare un pastore bergamasco

Quella del Pastore Bergamasco è sicuramente una delle razze canine più particolari ed interessanti. Questo cane ha origine sulle Alpi Italiane in vicinanza di Bergamo, come il nome stesso suggerisce, dove veniva impiegato per governare e condurre le...
Cura dell'Animale

Come tosare una pecora

La tosatura delle pecore è una pratica millenaria, dai tempi in cui l'uomo ha esercitato l'allevamento di alcuni animali che si sono rivelati adatti a tale scopo. Gli ovini sono una categoria a tutt'oggi oggetto di allevamento, per le caratteristiche...
Cani

Come tosare un cavallo

Prendersi cura di un cavallo non è per niente facile. Per chi crede che un cavallo non richieda cure estetiche si sbaglia di grosso. In realtà proprio come qualsiasi animale domestico anche il cavallo richiede di amorevoli cure come la tosatura del...
Cani

Come tosare il cane: tecniche di tosatura

Con l'aumento della temperatura si può prendere in considerazione l'idea di tosare il cane, aiutandolo in questo modo a sopportare meglio il calore corporeo. Si tratta di un'operazione abbastanza delicata e non adatta a tutte le tipologie di pelo - dal...
Cani

5 motivi per cui è meglio non tosare il cane

Se in questa estate torrida. Guardando il vostro cane, provate il desiderio intenso di tosarlo per proteggerlo dalla calura, fermatevi, siete ancora in tempo. Tosare il cane non è mai una buona idea a meno di gravi problemi come la miasi, disturbo in...
Cura dell'Animale

Come tosare le pecore

La tosatura del vello delle pecore consiste in una pratica molto importante che presenta, fondamentalmente, due principali finalità. Una di queste è quella di fornire il pelo, che rappresenta la materia prima per produrre la lana. Un altro scopo è...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.