Come tranquillizzare un gatto spaventato

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
15

Introduzione

Chi ha un animale domestico in casa, sa che bisogna curarlo e fare attenzione a non trascurare le sue esigenze, imparando a capire quali sono le cose che gli piacciono e quali gli facciano paura. Nel caso di queste ultime, può capitare che il gatto si spaventi per differenti motivazioni, come ad esempio rumori forti, o anche la presenza di persone sconosciute in casa o l'arrivo di un altro animale nel nucleo familiare. Se si vuole evitare che il proprio amico a quattro zampe subisca un trauma a causa dello spavento, questo articolo su come tranquillizzare un gatto spaventato potrà essere di grande aiuto, per gestire anche le situazioni più difficili.

25

È importante conoscere il proprio gatto, per capire come si comporta nelle situazioni di pericolo e se ad esempio diventa pericoloso. All'inizio quando un gatto non conosce la persona è normale che abbia paura, per cui non si deve insistere cercando di prenderlo in braccio a tutti i costi perché non si fa altro che peggiorare la situazione.

35

Se si ha un gatto piccolo appena staccato dalla mamma, una volta portato a casa, si andrà a nascondere sotto a qualche mobile. Bisogna lasciarlo stare tranquillo, ignorarlo e cercare solo di richiamare la sua attenzione con un tono di voce dolce e calmo. Si metterà a disposizione una ciotola con del buon latte e, quando sarà passato un po' di tempo, si calmerà e si avvicinerà per mangiare. Quando avrà finito provare ad avvicinarsi a lui molto dolcemente, chiamandolo e facendo in modo che sia lui a farsi avanti.

Continua la lettura
45

Se il gatto è ormai grande, ma qualcosa gli ha messo una gran paura, bisogna fare più attenzione. Cercare di avvicinarsi a lui piano, con movimenti lenti mentre gli si parla con voce calma e bassa cercando di tranquillizzarlo. Non bisogna avvicinarsi a lui col viso perché potrebbe graffiare. È bene ricordarsi che un gatto sotto stress tende ad attaccare ferendo gli occhi. Non bisogna illudersi che non possa farlo perché vuole bene al padrone. Lo farà perché è un animale e quello è il suo istinto di sopravvivenza. Se si riesce ad avvicinarsi è giusto cercare di accarezzarlo dolcemente ma con insistenza, sempre parlandogli. Se tende a nascondersi andrà lasciato fare fino a quando deciderà di uscire allo scoperto e farsi fare le coccole.

55

Lasciare tranquillo il gatto è sinonimo di fiducia per l'animale. È consigliata la presenza nello stesso luogo dove si nasconde, senza però cercare di avvicinarlo, ma far fare a lui il primo passo. Anche se non conosce, si avvicinerà dopo poco perché non avvertirà nessuna minaccia che invece vedrebbe con una persona entrante con lui.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cani

Come tranquillizzare un cane a Capodanno

Quando arriva il capodanno molte persone amano festeggiare l'arrivo del nuovo anno con petardi e spari di vario genere. Purtroppo non tutti gradiscono i rumori forti prodotti da questi oggetti e tra loro ci sono sicuramente i cani. Per i nostri amici...
Cani

5 consigli per tranquillizzare un cane pauroso

Se avete un animale da compagnia, come un cane, sicuramente avrete notato che la loro sensibilità a determinati stimoli o atteggiamenti è molto più forte rispetto a quella di un essere umano. Il temperamento di ogni animale porta la creatura a reagire...
Cani

Come avvicinarsi ad un cane spaventato

I sentimenti di tenerezza e simpatia che ci suscitano i nostri amici a quattro zampe, ci inducono molto spesso ad avvicinarci per accarezzarli e mostrar loro il nostro affetto.In realtà sarebbe preferibile trattenersi o, quanto meno, chiedere il permesso...
Cani

Errori da non fare se si ha un cane spaventato

Essere proprietario di un cane vuol dire prendersi cura di lui, portarlo a spasso, giocarci insieme, ma anche saper distinguere quando è felice o quando subentra in lui uno stato di paura. Bisogna, dunque, saper riconoscere le emozioni del proprio cane...
Cura dell'Animale

Come calmare un cavallo impaurito

I cavalli sono degli animali davvero molto belli e affettuosi con l'uomo. Un tempo utilizzati come mezzo di trasporto, oggi i cavalli possono diventare compagni di cavalcate. Se avete intenzione di comprare un cavallo vi servirà conoscere alcune regole...
Cani

Come tranquillizzare un cane che trema

Tanti fattori portano un cane a tremare. La causa maggiore riguarda sopratutto l'ansia dell'animale. Emozioni che non sempre l'occhio umano comprende appieno e di valuta con la giusta attenzione. In questa guida, vedremo come tranquillizzare un cane...
Cani

Come tranquillizzare un cane che ha paura

Se in casa avete un cane che ha paura quando sente dei rumori assordanti come ad esempio quello dei botti o dei fuochi d'artificio, è importante stargli vicino per fargli capire che non ha nulla da temere. Tuttavia questo affetto non sempre basta, e...
Gatti

Gatto spaventato: come rassicurarlo

Il gatto è uno tra gli animali domestici più sensibile, dal punto di vista olfattivo e istintivo: si tratta infatti di un esemplare in grado di percepire rumori minimi, odori a noi poco evidenti e soprattutto di avvertire per primo un pericolo che lo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.