Come trasferire i pesci da una vasca all'altra

tramite: O2O
Difficoltà: facile
14

Introduzione

Molti di voi siete sicuramente in possesso di pesciolini rossi o di quelli da acquario. E magari avete intenzione di trasferirli da una vasca ad un'altra per una qualsiasi motivazione personale. Cosa dovete fare? Questa guida vi aiuterà a scoprire come trasferire i pesci da una vasca all'altra. E dovrete cercare di seguire tale tutorial passo dopo passo. Infatti, anche se in pochi potrebbero saperlo, i pesciolini potrebbero soffrire molto nel corso di un cambiamento di ambiente. Proprio per questa motivazione, dovrete utilizzare una serie di accortezze specifiche. Ma adesso, datevi da fare.

24

Se i pesciolini si trovano nel loro acquario o vaschetta e dovrete trasferirli in una nuova dimora per una qualsiasi motivazione, dovrete eseguire una serie di sistemi particolari. Generalmente, vi sconsiglio di trasferire i pesci da una vasca ad un'altra in non troppe circostanze. Tuttavia, dovrete farlo per forza perché è necessaria la riparazione di un acquario rotto. O magari, quando il numero dei pesciolini presenti nell'acquario è diventato troppo elevato per le sue effettive capacità. Oppure ancora, potrete effettuare tale operazione per conferire una pulita sostanziosa all'ambiente. Per effettuare tutto ciò, dovrete accertarvi dei valori biochimici dell'acqua nella quale intenderete depositare i piccoli esemplari acquatici.

34

Proseguite nel vostro lavoro per trasferire i pesci da una vasca all'altra. Esistono vari test appositi per riuscire a rilevare questi valori biochimici. Inoltre, si può verificare un margine di errore del 20%. E dovrete assolutamente misurare la temperatura con un termometro, facendo in modo che il calore della seconda vasca corrisponde a quello della prima. Purtroppo, i pesciolini non sopportano molti questi procedimenti. In alcune circostanze, durante il passaggio da un luogo ad un altro, gli animali tendono a scappare e voi non riuscite a riacchiapparli. Cercate di non ferirli durante l'operazione della cattura. Utilizzate un semplice retino che non fa male, tralasciando aggeggi più dolorosi.

Continua la lettura
44

Vi suggerisco di eseguire un trasloco di questo tipo nei buio. Per evitare che i pesci si spaventino troppo. Lavate con grande cura gli oggetti situati nel vecchio acquario e che volete inserire nella nuova vasca, come ad esempio le alghe finte, le anforette ed i sassi. Quindi, aspettate per qualche minuti. I pesciolini non si saranno ancora ripresi dallo sbalzo improvviso, e si sentiranno spaesati nonostante le vostre accortezze. Vedrete che per circa una decina di minuti essi si nasconderanno dietro i sassi, le piante o dentro le anforette. Non dovrete comunque preoccuparvi. Al termine di questo breve arco di tempo, i pesci risulteranno più agili rispetto al recente passato. Ecco come trasferire i pesci da una vasca all'altra.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pesci

Come allevare ed alimentare i ciclidi nani

I ciclidi nani sono dei coloratissimi pesciolini, originari dell'America Latina. Si definiscono “nani” perché raggiungono una dimensione di massimo 12cm. Hanno un corpo di forma allungata, dai colori vivaci. I ciclidi nani dimostrano una particolare...
Pesci

Come eliminare le diatomee da un acquario marino

Se siamo degli amanti del mondo marino sicuramente ci piacerebbe poterlo riprodurre in casa nostra in piccolo, realizzando un bellissimo acquario con moltissimi tipi di pesci differenti. Tuttavia avere un acquario richiede molta cura ed attenzione per...
Pesci

Come allestire un acquario per i Discus

Chi da bambino non ha mai vinto in fiera i classici pesciolini rossi in qualche gioco a premi o li ha comprati per beneficenza rivolta a qualche associazione? Probabilmente tantissimi di voi, che con gli anni hanno continuato a ripensare a quanto sarebbe...
Pesci

Come fare il cambio dell'acqua in un acquario

Avere un acquario in casa è sicuramente sinonimo di raffinatezza e buon gusto: oltre ad essere un elemento decorativo, un acquario indica anche passioni per i pesci, soprattutto di razze esotiche e particolari. Ma si tratta di un impegno a tempo pieno!...
Pesci

Come prendersi cura del pesce milione

Il Guppy o pesce milione è un animaletto molto particolare, dolce e tenero. La sua caratteristica più evidente è l'ampia coda e la testa abbastanza grande. La bocca è ampia ed ha molti e sottili denti. Il pesce milione di genere femminile o maschile,...
Pesci

Come disporre piante e rocce in un acquario Iwagumi

Il termine "iwagumi", che significa "composizione di rocce", proviene dall'arte di utilizzare ghiaia, massi e rocce per la decorazione del giardino giapponese. A tal proposito, la forma più semplice dell'iwagumi è il "Sanzon Iwagumi". Si tratta di una...
Pesci

Come allevare i platy

Prendersi cura della flora e della fauna dei nostri acquari è un impegno tutt'altro che trascurabile. In questo ambiente, infatti, spesso si ritrovano a convivere pesci e piante acquatiche che provengono da ogni parte del mondo e ognuno di essi necessita...
Pesci

Come Preparare Dei Tronchi Per L'Acquario

Se hai un acquario, avrai sicuramente avvertito qualche volta il desiderio di arricchirlo con ulteriori tronchi. Per acquario non intendo necessariamente uno di quei contenitori trasparenti acquistati proprio con questo nome, ma anche un semplice contenitore...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.