Come trasportare un furetto

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

A tutti può capitare di dover fare un viaggio e di allontanarsi da casa per alcuni giorni. Chi possiede un animale domestico sicuramente dovrà pensare a come portarselo. In questa guida vediamo come portare con noi il nostro furetto durante un viaggio. Questo animaletto, già da tempo, è diventato uno degli animali domestici più apprezzati dai bambini. Non esitate a portarlo con voi durante i vostri viaggi in quanto questo simpatico animale è molto socievole. Ecco quindi come trasportare un furetto in tutta sicurezza.

25

Munirsi di una gabbia adatta

La prima cosa da fare è munirsi di un di un trasportino o di una gabbia in base alla lunghezza del viaggio. Se il viaggio è piuttosto lungo bisogna attrezzare un vano nel portabagagli appositamente per lui. Preparate la sua gabbietta in modo sicuro affinché al furetto durante il viaggio non possa mancare nulla. Con dello spago o del filo di ferro sottile legate bene alle inferriate della gabbia l’abbeveratoio e la vaschetta del mangime. È bene mettere anche un comodo cuscino sul quale possa riposarsi. Se il viaggio che state intraprendendo si svolge in un periodo estivo, fate ghiacciare nel freezer una bottiglietta di acqua e prima di partire potete avvolgerla in una coperta e lasciarla nella gabbietta.

35

Cambiare l'acqua dell'abbeveratoio

Naturalmente ad ogni sosta che farete per le vostre esigenze mettete il guinzaglio al furetto e permettetegli di sgranchire le zampe. Basta una piccola passeggiata ogni tanto prima di riprendere il viaggio. Cambiategli l’acqua dell’abbeveratoio che sicuramente con la temperatura afosa è diventata calda. Con una pezzuola imbevuta di acqua fresca irrorategli la testolina in maniera da rinfrescarlo. Portare sempre con sé delle salviette imbevute per rimediare a qualche “pasticcio” che sicuramente il furetto ha combinato nella gabbietta. Se l'animale respira affannosamente o si mostra agitato è bene fermarsi immediatamente.

Continua la lettura
45

Utilizzare il trasportino in treno o sulla nave

Nel caso in cui si debba viaggiare in treno, in nave o sull'aereo le precauzione sono un po' diverse. Sulla nave si può tenere l'animale e portarlo con sé nella cuccia. In questo caso bisogna sempre utilizzare il trasportino e pagare un piccolo supplemento. Quando si viaggia in aereo il furetto dovrà stare nella stiva riservata agli animali. Durante il viaggio in treno si può mantenere con sé il furetto. Di solito le compagnie non richiedono pagamenti extra se la gabbietta non ingombra. Stare attenti solo a non dare fastidio agli altri passeggeri e tutto filerà liscio.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Animali da Compagnia

Il furetto come animale da compagnia

Come amanti degli animali, vogliamo proporre a tutti i nostri lettori, una pratica guida, che vuole essere d'aiuto per tutti coloro i quali vorrebbero avere in casa propria un animale ed in particolare modo il famoso furetto. Occorre subito sapere che...
Cura dell'Animale

Come pulire la gabbia dei furetti

Ormai sono tantissime le persone che decidono di adottare un furetto. Si tratta di un simpatico animaletto molto coccolone e soprattutto anche tanto curioso! C'è chi infatti adotta un furetto come un vero e proprio compagno di vita, poiché questo pelosetto...
Animali da Compagnia

Come portare a spasso un furetto

Il furetto. Animale che, forse, cinquant'anni fa non avremmo immaginato al nostro fianco sul divano o in giro per casa. Né avremmo immaginato di porci la domanda: "Come portare a spasso il mio furetto?". Ebbene, ora le cose sono un po' cambiate. E le...
Cura dell'Animale

Come proteggere il furetto dal freddo

Oggi ll furetto è diventato a tutti gli effetti un animale domestico esattamente come il cane o il gatto: questo simpatico mammifero riscuote sempre un gran successo; questo perché è un compagno vivace e molto affettuoso oltre ad essere un animale...
Animali da Compagnia

Come insegnare al furetto a fare i bisogni nella lettiera

Ormai è noto a tutti che il furetto è un ottimo animale da compagnia come i nostri amici cani e gatti. È un animale pieno di allegria, comunicativo, disinvolto, affettuoso e curioso. Desideri adottarne uno? Devi tenere presente che il furetto è un...
Animali da Compagnia

Come scegliere la gabbia per il furetto

Oggigiorno, esistono migliaia e migliaia di animali domestici che possiamo scegliere di tenere in casa come animali da compagnia, e nella stra-maggioranza dei casi, sono i cani, i gatti e persino le tartarughe i più selezionati. Tuttavia, in pochi sanno...
Animali da Compagnia

5 motivi per scegliere il furetto come animale domestico

State pensando di adottare un animale da compagnia e non sapete ancora su cosa optare tra cane, gatto o altri animali domestici? Con questo articolo vi suggeriamo un animaletto domestico molto simpatico e alternativo: il furetto (mustela putorius furo)....
Cura dell'Animale

5 cose da sapere sull'alimentazione del furetto

Il furetto appartiene ai Mustelidi, una famiglia di mammiferi di cui fanno parte anche la faina e l'ermellino. Il nome scientifico del furetto, Mustela putorius furo, significa "faina puzzolente ladra", in riferimento al forte odore che emana se non sterilizzato...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.