Cosa fare se il cane rifiuta l'accoppiamento

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Quando si decide dell'adozione o acquisto di un cane di razza, si incorre prima o poi nella scelta se farlo accoppiare o meno. Per chi decide di non farlo accoppiare si consiglia di sterilizzare il cane. Questo soprattutto se il cane è una femmina, onde evitare i tumori alle mammelle. Questa operazione va effettuata dopo il primo ciclo della femmina. Se invece si decide di far accoppiare il cane, sarà un'ottima scelta per chi ama i cuccioli. Nel momento in cui vi è la fase dell'accoppiamento potrebbe accadere il rifiuto da parte di uno dei due cani. In questa guida, facile e veloce, vedremo cosa fare se il cane rifiuta l'accoppiamento.

26

Magari essa vuole essere certa che il maschio sia quello giusto, diciamo. La seconda causa riguarda il trattamento che la femmina riceve dai propri padroni. Se la femmina è come la regina di casa, potrebbe non farsi dominare facilmente dal maschio per l'accoppiamento. La femmina tenterà di mordere il cane è questo è un grande problema. Il problema può dipendere anche da quest'ultimo. Perché esso, ritrovandosi in uno situazione nuova, può non riuscire a dominare la femmina.

36

Perché il maschio potrebbe confondersi molto di più con l'aiuto da parte di una persona, soprattutto se questa è sconosciuta ai suoi occhi. Per chi decide di non farlo accoppiare si consiglia di sterilizzare il cane. Questo soprattutto se il cane è una femmina, onde evitare i tumori alle mammelle.

Continua la lettura
46

Il terzo passo sta nel controllare se l'accoppiamento imposto, con l'aiuto della penetrazione, ha avuto successo. Nel momento in cui vi è la fase dell'accoppiamento potrebbe accadere il rifiuto da parte di uno dei due cani. Quindi basterà fare un esame dal veterinario e vedere se c'è un riscontro positivo. In questa guida, attraverso passaggi semplici, abbiamo visto cosa fare se il cane rifiuta l'accoppiamento. Ad ogni modo, prima di eseguire qualsiasi tentativo, consultate sempre un veterinario.

56

Per risolvere il problema dell'accoppiamento, è il seguente. Potete cercare di aiutare il maschio anche nella tecnica, cioè nella penetrazione. Per fare ciò è consigliabile l'aiuto di un esperto. Se il tentativo riesce, la reazione della femmina potrebbe caratterizzarsi da abbai e fughe. Oppure potrebbe reagire positivamente lasciandosi montare. Tra gli eventi più belli e naturali, vi è la nascita dei cuccioli. Questo momento ci fa capire l'importanza della vita nella natura. Il primo passo, per risolvere il problema del rifiuto del cane all'accoppiamento, è individuare la causa. Le opzioni che potrebbero determinare le cause sono due. La prima può riguardare la femmina.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Prima di eseguire qualsiasi tentativo, consultate sempre un veterinario.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Gatti

Come far accoppiare due gatti

Lo stato di calore che determina il conseguente accoppiamento nei gatti, rispetta un determinato equilibrio che si presenta in certi periodi dell'anno. Difatti, quando il proprietario di un gatto decide di far accoppiare la sua bestiola, deve essere prima...
Rettili e Anfibi

Come distinguere una tartaruga femmina da una maschio

Questo tutorial semplice, utile ed interessante spiega in che modo è possibile distinguere un esemplare di tartaruga maschio da una femmina. A volte quando si compra una tartaruga si ha la curiosità di sapere se è un maschio oppure una femmina. Per...
Gatti

Come capire se la gatta è incinta

Prendersi cura del proprio animale è fondamentale per assicurargli una vita sana e lunga, soprattutto se si ha una gatta ed è incinta. Gli animali sono dei compagni importanti per la propria vita, in quanto rappresentano la migliore compagnia che si...
Gatti

Allevare i gatti di razza: consigli e strategie

Allevare i gatti di razza è un impegno non semplice: occorrono, oltre alla passione ed all'amore per il mondo felino, anche dei particolari accorgimenti e delle cure appropriate. Infatti l’allevamento dei gatti di razza è meno diffuso di quello dei...
Volatili

Come preparare i canarini all'accoppiamento

Qualsiasi tipologia di animale si decidesse di allevare, i momenti più delicati sono sicuramente quelli della fase di accoppiamento e dell'arrivo dei nuovi nati. Tuttavia per fare in modo che questi due importanti avvenimenti possano avere sia un'inizio...
Rettili e Anfibi

Come far accoppiare le tartarughe

Fra tutti gli animali che decidiamo di rendere compagni della nostra vita, i rettili sono quelli più complessi da allevare in cattività. Ad ogni modo è possibile ridurre al minimo i problemi e raggiungere degli ottimi risultati. Qui di seguito vi parleremo...
Animali da Compagnia

Come fare accoppiare due tartarughe d'acqua

Molti di noi possiedono delle tartarughe d'acqua, se abbiamo due esemplari di sesso opposto, potrebbe essere interessante capire come creare le condizioni necessarie per fare accoppiare le due tartarughe d'acqua. Le differenze sono anche nella coda, generalmente...
Volatili

Come allevare fagiani

Uno degli animali produttori di carne bianca è il fagiano, ovvero un volatile molto diffuso in Italia. Allevarlo è possibile, ma tuttavia è fondamentale ricreare un habitat naturale in cui questo esemplare è abituato. A tale proposito, ecco una...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.