Cosa fare se il furetto continua a mordere

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il furetto (Mustela putorios furo) è un animale domestico, da secoli è abituato a vivere con l'uomo, che appartiene alla specie dei mustelidi. È quindi un carnivoro che raggiunge le dimensioni - coda compresa - di circa 60 cm. Dotato di un carattere molto vivace e curioso, il furetto è estremamente socievole. Possiamo dire che è una simpatica via di mezzo tra il cane ed il gatto: amichevole e giocherellone, soffre se lasciato solo per lungo tempo; ama dormire molto su comode ceste con panni caldi, sporca nella sabbietta e gioca con palline. È possibile educarlo e addestrarlo. Va d'accordo con cani e gatti, tuttavia è sconsigliato se si hanno in casa animali che possono, agli occhi del furetto, essere viste come prede (conigli, roditori vari, uccelli domestici). Uno degli "inconvenienti" del possedere questa creatura è rappresentato dai morsi. Vediamo quindi cosa fare se il furetto continua a mordere.

26

Occorrente

  • Attenzione, pazienza e responsabilità
36

Innanzitutto, per prima cosa occorre sapere la motivazione che spinge il furetto a mordere. Le cause possono essere molteplici, tuttavia possiamo distinguerne facilmente tre:

- il furetto può mordere per paura- l'essere soggetto ad una fonte di stress può portarlo a mordere- nel caso in cui fosse ferito, il morso rappresenta un sistema di difesa
Ricordiamo che, trattandosi di un carnivoro, possiede 34 denti molto sviluppati e taglienti. È bene sapere, inoltre, che questo animale possiede udito e olfatto molto sviluppati.

46

Il furetto può soffrire del cambiamento d'ambiente, in particolare quando si ritrova in una casa nuova, pertanto è opportuno lasciargli il tempo necessario affinché si abitui.
La paura, e questo vale per tutti gli animali, lo porta a difendersi usando come arma proprio il morso. È quindi molto importante non esporlo a situazioni che possono provocare stress e, di conseguenza, aumentarne l'aggressività come gesti bruschi o l'utilizzo di tono di voce troppo alto.

Continua la lettura
56

Spesso alcuni proprietari utilizzano, quando accarezzano o "maneggiano" il furetto, dei guanti per la propria sicurezza. Non vi è nulla di più sbagliato. Infatti l'animale ha bisogno di abituarsi, per poi riconoscerlo, all'odore dell'uomo e dei membri della famiglia che vivono con lui. Possedendo, come già visto, un senso dell'olfatto molto sviluppato, occorre prestare molta attenzione ai profumi: odori troppo forti, infatti, potrebbero infastidirlo.
Concludendo, è possibile insegnare al proprio furetto a non morderci utilizzando la tecnica, valida per i cani, della gratificazione. Ignoriamo quindi tutti quei comportamenti che vogliamo che perda e premiamone quelli positivi.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Il furetto, come altri animali, non deve essere trattato come un peluche. Va tenuto d'occhio.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Animali da Compagnia

Come addestrare un furetto

In questa guida vi esporremo come addestrare un furetto. È un animale che a volte può sviluppare la cattiva abitudine di mordicchiare. Se avete un giovane esemplare, è importante insegnargli a non mordere anche quando gioca ma sopratutto a non mordicchiare...
Animali da Compagnia

Come tenere un furetto in casa

Da parte della gente c'è sempre una maggiore curiosità su animali particolari. Negli ultimi anni impazza una moda di tenere in casa animali diversi da quelli di normale costume e usanza. Su tutti l'animale più ricercato è il furetto. Il furetto è...
Animali da Compagnia

5 cose da sapere sul furetto

Se sei alla ricerca del tuo ideale animale da compagnia e sei indeciso sul compagno peloso più adatto a te, ecco una lista di 5 cose da sapere su un simpaticissimo animale: il furetto. Un furetto potrebbe rivelarsi il perfetto compagno per le tue avventure,...
Animali da Compagnia

Come portare a spasso un furetto

Il furetto. Animale che, forse, cinquant'anni fa non avremmo immaginato al nostro fianco sul divano o in giro per casa. Né avremmo immaginato di porci la domanda: "Come portare a spasso il mio furetto?". Ebbene, ora le cose sono un po' cambiate. E le...
Animali da Compagnia

Regole per portare a spasso un furetto

Sono sempre più numerose le persone che decidono di adottare un furetto come animale da compagnia. Risulta infatti necessario sfatare un vecchio mito secondo il quale questi animali siano considerati selvatici e non adatti per stare a stretto contatto...
Cura dell'Animale

5 cose da sapere sull'alimentazione del furetto

Il furetto appartiene ai Mustelidi, una famiglia di mammiferi di cui fanno parte anche la faina e l'ermellino. Il nome scientifico del furetto, Mustela putorius furo, significa "faina puzzolente ladra", in riferimento al forte odore che emana se non sterilizzato...
Cura dell'Animale

I premietti ideali per il furetto

In principio, furono il cane e il gatto. Oggi, invece, anche il furetto è divenuto uno degli animali domestici più amati. La sua nomea di animale selvatico è andata via via scemando e ormai sono numerose le famiglie che hanno deciso di prendersi cura...
Animali da Compagnia

Come accudire un furetto

Da qualche anno a questa parte possedere un furetto sta divenendo una "moda", non solo in Italia ma anche all'estero. Il furetto assume così le sembianze di vero e proprio animale da compagnia al pari di un cane, un gatto oppure un coniglio con annesse...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.