Cosa fare se il gatto rifiuta le crocchette

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Prendere un gatto in casa è la soluzione ideale per chi ha bisogno di affetto e tenere dolcezze. Il gatto, però, è da considerare come se fosse un bambino. Di fatto al pari di un bebè il gatto va educato e curato. Tasto dolente per i proprietari è il cibo, se decidiamo di allevare un gatto, non bisogna essere tanto sicuri che gli piacciano i cibi in scatola e soprattutto le crocchette; infatti, specie queste ultime seppur appetitose, i felini non amano mangiarne in grossi quantitativi, per cui potrebbe sorgere il problema di come nutrirlo. A tale proposito in questa guida ci sono alcuni consigli su cosa fare se il gatto rifiuta le crocchette.

24

Se dunque ci accorgiamo che il nostro gatto non ama mangiare le crocchette o le rifiuta del tutto, abbiamo due soluzioni. Possiamo optare per del cibo umido da mischiare alle crocchette, potete comprare delle scatolette già pronte al supermercato o preparare del pollo o del pesce fresco direttamente a casa. Il vostro gatto apprezzerà soprattutto se bagnerete le crocchette con il brodino succulento del pollo o del pesce. Le crocchette si ammorbidiranno ed il felino si leccherá i baffi.

34

La seconda soluzione, un'alternativa alle crocchette con il pesce, è invece l'uso di un olio che a loro piace molto e cioè quello di fegato di merluzzo, il cui odore come si evince dal nome, è molto apprezzato dai felini, per cui ne bastano poche gocce ogni mattina nella ciotola delle crocchette, per fargliele mangiare fino all'ultima. Dopo questi due escamotage, vediamo invece come fargli apprezzare le crocchette senza che le rifiuti. In questo caso, si tratta di valutare quale siano i gusti del vostro gatto. Come le persone, anche i felini hanno un palato sensibile e se sono domestici potrebbero averlo anche piuttosto selettivo. Per questo cambiate spesso crocchette e cercate di scoprire quale sia il gusto preferito dal vostro gatto.

Continua la lettura
44

Una volta stabilito il tipo di crocchette e il relativo gusto, per essere sicuri che il gatto le mangi sempre, soprattutto quando non siamo in casa, occorre fare una serie di esperimenti, per controllare il livello di fame del felino, che spesso per pigrizia non beve e non fa i bisogni, quindi piuttosto che mangiare cibo che non gli piace, cercherà di rubare in cucina qualcosa di più appetitoso. L'esperimento consiste appunto nel dargli le crocchette direttamente dal palmo della mano. Mentre gli fate le coccole o giocate, se il gatto apprezza davvero le crocchette che avete deciso di comprare allora le mangerà con gusto in qualsiasi occasione e non cercherà di rubare altri stuzzichini dalla vostra dispensa.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cani

Crocchette per cani fatte in casa

Nei negozi ormai si fa sempre più attenzione agli ingredienti contenuti negli alimenti che si comprano. Nel web si trovano anche numerose ricette, a seconda delle preferenze del vostro cane e ad eventuali restrizioni dietetiche. La prima cosa da fare...
Cani

Come abituare il cane a mangiare le crocchette

Sicuramente scegliere di alimentare il vostro amico a quattro zampe con cibo secco e pronto comporta per voi notevoli vantaggi. In primo luogo infatti vi risparmierà di trascorrere molto tempo tra i fornelli. Inoltre un'alimentazione di questo genere...
Cura dell'Animale

Come stimolare l'appetito del cane

In questa semplice ma utile guida potrete leggere degli ottimi consigli e degli ottimi suggerimenti su come stimolare l'appetito del vostro amico a quattro zampe. È risaputo che il cane, per natura, non è un animale abituato a mangiare i classici croccantini...
Cani

La giusta alimentazione per i cani di piccola taglia

Ultimamente i cani di piccola taglia sono sempre più presenti nelle case in quanto essi riescono a portare tanta allegria. I cani di piccola taglia si differenziano da quelli più ingombranti non solo per la stazza, ma anche per il tipo di alimentazione....
Cani

Come riempire un kong per cani

Consigliato da veterinari e utilizzato anche da addestratori professionisti, il Kong è un giocattolo realizzato appositamente per il divertimento del proprio cane. Costruito con materiali atossici è solitamente venduto in due colorazioni che ne distinguono...
Cura dell'Animale

I cibi più adatti a una mamma gatta

Una mamma è sempre una mamma, anche se gatta. Quando la nostra micetta dà alla luce i piccoli, attraversa la fase delicata di tutti i mammiferi. In quella circostanza, per nutrire i suoi cuccioli necessita di un'alimentazione particolare. Sarà un valido...
Cani

5 consigli sull'alimentazione del Pincher

Il Pincher è un cane da compagnia di piccola taglia, con pelo corto e molto liscio e lucido. Essendo un cane da compagnia è ideale da tenere in casa, anche in presenza di bambini e altri animali domestici. Fatta la scelta di tenere in casa con noi un...
Cani

Come alimentare un cane denutrito

I cani sono i migliori amici dell'uomo, sono fedeli, attenti, affettuosi, giocherelloni e sempre felici di stare in compagnia degli altri e del proprio padrone. Purtroppo non tutti sono in grado di gestire le esigenze di un cane e spesso molti "padroni"...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.