Cosa fare se il tuo cane fa danni in casa

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Per i possessori di un cane risulta importante poterli addestrare. Ma addestrare un cane non è un'operazione semplice, soprattutto se abbiamo molto poco tempo da dedicare all'animale. Bisogna sempre ricordarsi che gli animali sono dotati di sentimenti ed è opportuno valutare tutti i problemi causati dal loro comportamento. In questo articolo vi illustrerò cosa fare se il tuo cane fa danni in casa.

24

Il primo consiglio da seguire è che bisogna sapere che uno dei comportamenti irrazionali che i cani possono sviluppare nell'età della pubertà è quello di mordere le gambe dei tavoli o delle sedie. Può succedere ad esempio che il tavolo o le sedie sono stati soltanto spostati dalla sede originaria da fare provocare così insicurezza al cane in questa fase della sua vita. La prima cosa da fare dopo l'attacco è di evitare di rassicurare il cane nei pressi del tavolo stesso, perché così facendo il cane si convincerà che il tavolo ha qualcosa di strano. Il consiglio da seguire è di ignorare completamente il cane quando abbaia, ringhia e gratta sulle gambe. Noi dobbiamo soltanto spostare il tavolo dove si trovava prima una volta che il cane avrà finito e che si trova in un altro luogo.

34

Il secondo consiglio da seguire è che bisogna ricordarsi che i cani possono iniziare a mordere degli oggetti di uso comune come i tessuti, le scarpe, i stipiti delle porte, i rotoli di carta igienica e altro non solamente nella fase della pubertà. Esistono due motivi sul perché i cani possono iniziare a mordere gli oggetti: il primo motivo è il fatto di fornire al cane una dieta scorretta povera di fibre, proprio nel periodo in cui i suoi denti definitivi si stanno sistemando all'interno della mascella, e per questo motivo a causa del dolore e del fastidio si provoca la voglia di masticare; il secondo motivo è la noia. In entrambi i casi bisogna evitare di sgridare o ancora peggio di picchiare il cane; infatti sgridando o picchiando il cane creerebbe in lui confusione e ansia che, invece di migliorare il suo problema, lo peggioreranno. Invece di sgridarlo o di picchiarlo bisogna dedicare qualche minuto al gioco, o portarlo a fare una passeggiata, oppure calmarlo ad esempio spazzolandolo.

Continua la lettura
44

Il terzo e ultimo consiglio da seguire è nel caso i possessori dei cani abbiano avuto da poco dei bambini. Può succedere infatti che nel giro di pochi mesi l'animale vuole rubare i giocattoli oppure i vestiti del bambino, e nei casi più gravi, aggredirlo. Con questo comportamento il cane sta semplicemente cercando di recuperare quelle attenzioni che ha perso a causa dell'arrivo del neonato. La soluzione da svolgere è quella di dare al cane l'attenzione solo quando se la merita.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Animali da Compagnia

Come addestrare un furetto

In questa guida vi esporremo come addestrare un furetto. È un animale che a volte può sviluppare la cattiva abitudine di mordicchiare. Se avete un giovane esemplare, è importante insegnargli a non mordere anche quando gioca ma sopratutto a non mordicchiare...
Cani

Come insegnare al tuo cucciolo a smettere di mordere

I cuccioli trascorrono gran parte del loro tempo a giocare masticando oggetti, facendo diventare i loro denti sempre più aguzzi. Pertanto, quando giocano con gli esseri umani, spesso tendono a mordere le mani e i vestiti. Questo tipo di comportamento...
Gatti

5 modi per insegnare a un gatto a non mordere e graffiare

Il gatto è, dopo il cane, l'animale da compagnia preferito dalla maggior parte delle persone. Sebbene il gatto sia una creatura dall'indole indipendente non disdegna coccole e giochi. Ma a volte il "gioco" diventa molesto e le sue unghie possono graffiare....
Animali da Compagnia

Come far smettere ai criceti di mordere

Quando decidiamo di adottare un animale, dovremo essere prima sicuri di poterlo sempre nutrire perfettamente, di potergli garantire tutte le cure di cui ha bisogno e di dedicargli quotidianamente un po' del nostro tempo in modo che possa sempre sentirsi...
Animali da Compagnia

Come insegnare ad un furetto a non mordere

Tra i moltissimi animali da compagnia poco convenzionali che abitano le nostre case, fa la sua comparsa il furetto, un mustelide carnivoro molto simile alla puzzola. Vista l'indole a volte aggressiva di questo piccolo animale, la domanda che spesso sorge...
Cura dell'Animale

Cosa fare se il furetto continua a mordere

Il furetto (Mustela putorios furo) è un animale domestico, da secoli è abituato a vivere con l'uomo, che appartiene alla specie dei mustelidi. È quindi un carnivoro che raggiunge le dimensioni - coda compresa - di circa 60 cm. Dotato di un carattere...
Gatti

5 modi per non farsi mordere dal gatto

Il gatto è uno dei migliori amici dell'uomo. Domestico ma anche selvatico ha un carattere solitamente indipendente, affettuoso e amante delle coccole alle quali solitamente reagisce con le fusa. È un animale territoriale: il territorio del gatto ha...
Animali da Compagnia

Come addestrare i gerbilli

Il gerbillo è un animale che ama la compagnia o, meglio, necessita di un compagna, altrimenti potrebbe morire di solitudine, anche se stessimo con lui tutto il giorno. Potrebbe anche essere una coppia dello stesso sesso, ma l’importante, in tal caso,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.