Curiosità sui fenicotteri

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Parliamo, in questa lista, di un animale, precisamente un uccello, che da sempre ci ha impressionato principalmente per il suo colore rosa e per la sua "stramba" postura. Se non l'avete capito, vi dico subito di chi andrò a descrivere: il fenicottero. Prima di fare ciò, di elencarvi le curiosità che l'osservazione e gli studi biologici ci hanno permesso nel tempo di scoprire, presentiamo il nostro personaggio. I fenicotteri sono degli uccelli che amano vivere in grossi stormi in aree principalmente acquatiche. Il loro nome deriva dal latino Phoenicopterus che a sua volta deriva da una parola greca molto simile "Phoinikopteros" che significa "alirosso o dalle ali rosse". Oggi vi spiegherò perché i fenicotteri hanno questo colore, perché hanno utilizzano quella postura su una gamba o perché hanno il becco a forma di uncino(quasi).

26

1- Perchè i fenicotteri sono rossi/rosa

Dovete sapere che i fenicotteri quando nascono non sono rosa o rossi bensì bianchi. Questo perché i fenicotteri si nutrono di gamberi che contengono del "cherotene". Che cos'è il cherotene? È quella particolare vitamina contenuta, ad esempio, nelle carote che conferisce quel particolare colore arancione o rosso. Quindi, in definitiva, è l'alimentazione che colora i fenicotteri.

36

2- Il colore è sexy

Volete sapere cosa rende sexy un fenicottero, cosa lo rende un latin lover?
Ve lo spiego subito. Ciò che rende più appetibile, ciò che rende il fenicottero l'adone che fa colpo il sabato sera su tutte le fenicottere è il colore. Più un esemplare è colorato più viene considerato fra gli appetibili partners. Infatti nell'estremo contrario, cioè quando un fenicottero è sbiancato o con poco colore vuol dire che la sua salute è a rischio.

Continua la lettura
46

3 - Perchè i fenicotteri assumono quella postura

Avete mai provato a fare quell'esercizio di stretching dove dovete distendere il quadricipite e per farlo vi tirate su il piede rimanendo su una gamba sola? Ecco, i fenicotteri sono i maestri di quell'esercizio. Loro però non lo fanno per distendere i muscoli bensì per la conservazione del calore. Infatti passando molto del loro tempo a contatto con l'acqua e i l lasciare una gamba fuori dall'acqua e più vicina al corpo gli consentirebbe una maggiore conservazione del calore.

56

4 - La forma strana del becco

Perché i fenicotteri hanno quel becco inclinato quasi a forma di uncino? La forma del becco è funzionale all'alimentazione. Poiché questi animali vivono in ambienti acquatici e quindi fangosi, il becco serve per separare il fango e il limo dal cibo.

66

5 - La ghiandola del sale

I fenicotteri, arrivati a questo punto della lista, converrete con me che sono degli animali dotati di strumenti stupefacenti, eccone un altro. I fenicotteri, come già detto in precedenza, vivono in posti acquatici. Spesso l'acqua di questi posti è salata, ed essendo che i fenicotteri cercano il cibo con il loro becco in queste acque, hanno "in dotazione" una ghiandola del sale che gli consente di espellere il sale in eccesso assunto.

Ultima curiosità bonus: avete notato che il fenicottero è un animale dotato di strumenti di sopravvivenza personali ottimi ed infatti la durata di vita media di un fenicottero è di 30 anni, anche se si attestano in alcuni zoo che alcuni esemplari siano arrivati anche a 50 anni. Vi immaginate il fenicottero a 50 anni su una gamba sola e con il bastone sotto l'ala?
Spero via sia piaciuta questa lista su questo straordinario animale.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Altri Mammiferi

I 10 animali più belli del mondo

Stabilire una realistica lista che comprenda i 10 animali più belli del mondo è virtualmente impossibile semplicemente perché la bellezza è sempre soggettiva. Ma ci si può provare. Ogni anno vengono scoperte circa 10.000 nuovi animali fra nuove specie...
Animali da Compagnia

Gli animali più colorati del mondo

Dall'azzurro delle zampe della sula, al rosso dell'ibis, al rosa del fenicottero, al blu della rana dal dardo velenoso fino al raggiungimento della più sublime fusione di colori nella sinfonia di sfumature dell'ara macao, nella sua bontà, la natura...
Volatili

I principali uccelli da stagno

Tra gli animali presenti nel nostro pianeta troviamo gli uccelli da stagno. Lo stagno è uno specchio d'acqua immobile, non molto profondo e abbastanza piccolo. Esso è posto in luoghi dove vi è la giusta alimentazione per la fauna e un fondale resistente....
Volatili

Come Riconoscere Gli Strigiformi

Gli strigiformi, il nome corretto degli uccelli rapaci notturni, sono tra gli abitanti della notte, famosi protagonisti delle storie di paura, poco conosciuti però nelle loro abitudini di vita. Alcuni strigiformi si muovono solo a notte fonda, altri...
Volatili

Come riconoscere un albatros

La classificazione degli albatros viene considerata, da sempre, come una sorta di rompicapo anche per gli ornitologi più affermati. Questi splendidi uccelli pelagici, infatti, trascorrono gran parte della propria vita in mare, mentre fanno ritorno sulla...
Volatili

Le specie di pappagalli parlanti

I pappagalli appartengono all'ordine Psittaciformi. Si differenziano in circa 353 specie distribuite in America centrale e meridionale, Asia, Africa, Australia e Oceania. I pappagalli sono un gruppo molto vario, con dimensioni che vanno dai 10 cm al metro...
Volatili

5 regole d'oro per la cura dei canarini

Se intendiamo allevare dei canarini, farli crescere sani e ottenerne la riproduzione, è fondamentale curarli e tenerli in un habitat pulito. Questi esemplari, sono infatti piuttosto delicati, ed al minimo inconveniente potrebbero ammalarsi. Per evitare...
Volatili

Airone: le differenti specie

L'airone è un uccello della famiglia degli ardeidi dell'ordine dei Pelecaniformes. Il nome di questi uccelli, secondo la leggenda narrata da Ovidio, viene dalla cittadina di Ardea, dalla quale un airone spiccò il volo dopo che Enea la distrusse completamente....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.