Dove trovare sciami di lucciole

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Le lucciole o Lampiridi appartengono alla famiglia dei coleotteri. Hanno un aspetto larviforme ed i segmenti addominali del corpo minuto producono la famosa luce. Il fenomeno prende il nome di bioluminescenza e rende speciali le notti d'estate. Al mondo esistono più di 2000 specie diverse, due delle quali anche in Italia. Tuttavia, l'inquinamento ed i pesticidi stanno distruggendo il loro habitat naturale. Pertanto, solo pochi fortunati possono trovare e vedere interi sciami di lucciole. Dove? Leggi la guida per maggiori informazioni e lasciati incantare da uno spettacolo unico ed emozionante.

26

Occorrente

  • Pazienza
  • Amore e rispetto per la natura
  • Luoghi umidi e caldi
36

Le lucciole sono dei coleotteri dalla vita breve. Vivono due anni e si nutrono di lumache e chiocciole. I maschi sono molto differenti dalle femmine. Prediligono gli ambienti caldi ed umidi. Di solito, è possibile avvistare interi sciami nelle sere d'estate, in una zona tranquilla ed in prossimità di fiumi, laghi o sorgenti. I maschi possiedono le ali ed amano le fonti d'acqua, mentre le femmine preferiscono i rami degli alberi, le foglie o le siepi.

46

Le lucciole sono molto sensibili all'inquinamento atmosferico. Pertanto, gli sciami sono visibili in ambienti sani e puliti. Si osservano in particolare tra giugno e luglio, durante la riproduzione. La luce, emessa da alcuni segmenti addominali, è fredda e ad intermittenza. L'ossidazione della luciferina avviene in presenza di ossigeno ed attira il sesso opposto. La femmina risponde al richiamo con un'intermittenza differente. In questa fase, potrai trovare stupefacenti sciami di lucciole. Di solito, il maschio muore dopo l'accoppiamento. La femmina dopo 2 giorni e quindi successivamente alla deposizione delle uova (anch'esse luminescenti).

Continua la lettura
56

Gli sciami di lucciole popolano principalmente l'Europa centrale, atlantica ed il Caucaso. Si possono trovare anche nel continente Asiatico ed in America del sud, in particolare in Cina, Giappone, Brasile, Argentina e Cile. Nelle campagne giapponesi, le lucciole vengono chiuse in gabbie di zanzariera per vegliare il sonno dei bambini. Anche nel continente Oceanico, grazie al clima, è possibile trovare diversi sciami di lucciole, ad esempio in Australia, Tasmania o Nuova Zelanda. In Italia, infine, potrai osservarle nella vastissima Pianura Padana, e nelle Regioni meridionali come Calabria e Sicilia. In ogni caso, non toccarle. Rischieresti solo di danneggiarle. Sono insetti ormai in via di estinzione, pertanto lasciale libere e rispettale il più possibile.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Le lucciole si trovano in luoghi umidi e caldi, in prossimità di sorgenti, torrenti, fiumi, tra le foglie o le siepi. Se ne trovi qualcuna non toccarla. Rischieresti di danneggiarla. Ammira lo spettacolo, scatta foto interessanti, ma non catturarle.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Rettili e Anfibi

Come distinguere una tartaruga femmina da una maschio

Questo tutorial semplice, utile ed interessante spiega in che modo è possibile distinguere un esemplare di tartaruga maschio da una femmina. A volte quando si compra una tartaruga si ha la curiosità di sapere se è un maschio oppure una femmina. Per...
Animali da Compagnia

Come riconoscere il sesso di un gerbillo

Se avete pensato e deciso di adottare un gerbillo, la scelta non è malvagia. Tali roditori piccoli, sono infatti delle creature che socializzano tanto con gli esseri umani, e che sono perciò degli animali domestici buoni che stanno con tutta la famiglia....
Altri Mammiferi

Come Riconoscere Un Alce

L'alce (Alces alces) è il più grande Cervide esistente in natura. Alla stessa famiglia (identificata da Linnaeus nel 1758) appartengono caprioli, renne, daini e cervi. Attualmente è diffuso in tutto l’emisfero settentrionale dall'Europa, all'Asia,...
Altri Mammiferi

Come allevare i topi

i topi sono generalmente considerati dei roditori da cui stare molto lontani. Ma contrariamente a ciò che si sostiene, ci sono alcune persone che preferiscono allevarli proprio come se fossero dei criceti o di porcellini d'India. A tal proposito, i topi...
Animali da Compagnia

Come distinguere il sesso di un furetto

Il furetto è un animale domestico, frutto di una domesticazione risalente ad almeno due millenni fa. In generale i furetti maschi, sono più grandi e più muscolosi rispetto alle femmine; inoltre, presentano la testa più grande, mentre i furetti femmina...
Invertebrati e Insetti

Come riconoscere il sesso di un camaleonte

Il camaleonte è un rettile affascinante, ma sapere come allevarlo non è da tutti. Soprattutto per chi è alle prime armi, prendere in casa un camaleonte potrebbe rivelarsi molto più complicato del previsto: cibo, terrario correttamente ventilato e...
Rettili e Anfibi

Tutto sull'anaconda verde

L'anaconda verde è una specie di serpente boa originaria del Sud America. È la specie più pesante di serpenti conosciuta. Il termine anaconda si riferisce spesso a questa specie, anche se il termine potrebbe valere anche per altri membri della specie...
Rettili e Anfibi

Come distinguere il sesso delle tartarughe

Le tartarughe sono animali appartenenti alla specie dei rettili e come tutti gli animali a sangue freddo, trascorrono le prime ore del giorno ad immagazzinare calore per poter riscaldare il proprio corpo ed attivare il proprio metabolismo. Strano a dirsi,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.