Furetti: guida alla sterilizzazione

tramite: O2O
Difficoltà: facile
14

Introduzione

Il furetto è un carnivoro della famiglia dei Mustelidi: è un albino della puzzola, ha corpo slanciato coperto di peli biancastri e che termina con una coda di media lunghezza. La testa è piccola con muso appuntito; le orecchie sono arrotondate e poste molto all'indietro rispetto agli occhi, di color rosso. Le corti zampe terminano con cinque dita munite di forti unghia. Il furetto è ormai un animale domestico a pieno titolo, simpatico e giocherellone, amichevole come un cagnolino o un gatto Perfettamente abituato all'uomo, vive serenamente in sua compagnia, ma per i furetti la sterilizzazione è una necessità per diversi motivi. Quella che segue è una rapida guida che illustra i motivi e le metodiche di sterilizzazione dei furetti.

24

L'asportazione

La sterilizzazione può avvenire nel modo classico, molto simile alla sterilizzazione di cagnoline o di gatte. Nel maschio si pratica l'asportazione dei testicoli, nelle femmine, con una piccola incisione sull'addome, si asportano le ovaie e l'utero. In entrambi i casi, il furetto sarà sottoposto ad un'anestesia generale: solitamente, anche se l'operazione nelle femmine è più complessa, gli animaletti reagiscono bene e si riprendono in fretta. Basterà somministrare un po' di analgesico dopo l'operazione ed i furetti torneranno molto presto in perfetta forma. La sterilizzazione può essere effettuata in ogni periodo, ma il momento migliore è verso la fine dell'inverno, prima che l'allungarsi delle ore diurne provochi il calore negli animali.

34

La sterilizzazione chimica

La sterilizzazione chimica viene effettuata inserendo una capsula sottopelle all'animale, tramite un'apposita siringa. La capsula contiene deslorelina, una sostanza chimica che viene rilasciata gradualmente e dura per circa un anno e mezzo - due. Quando l'efficacia si esaurisce, bisognerà reimpiantare un'altra capsula. Anche questo tipo di sterilizzazione viene effettuato con una leggera anestesia e il furetto non ne risente. Quando i furetti vanno in calore emanano un odore molto forte e sgradevole e questo è il motivo principale per cui si ha necessità di prendere in considerazione la sterilizzazione.

Continua la lettura
44

Le ghiandole surrenali

Praticando, invece, una sterilizzazione chimica, si riduce di molto questo effetto collaterale della sterilizzazione chirurgica ed in più, l'odore muschiato sgradevole del maschio si attenua ancor di più. Purtroppo, però, è stato riscontrato che la sterilizzazione chirurgica tradizionale provoca, in un'alta percentuale di animaletti, la comparsa di una malattia dovuta alla eccessiva produzione di ormoni sessuali. Le ghiandole surrenali secernono una quantità eccessiva di ormoni e si sviluppa la malattia surrenalica.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cura dell'Animale

Effetti della sterilizzazione in un cane o in un gatto

Molto spesso, chi possiede animali domestici come un cane o un gatto, si trova davanti ad un dilemma: sterilizzare o non sterilizzare proprio animale? In molti, infatti, si chiedono se sia giusto o meno procedere con la sterilizzazione che risulta essere...
Cani

Sterilizzazione del cane: pro e contro

La decisione di far sterilizzare il proprio cane potrebbe inizialmente sembrare un gesto inutilmente crudele nei confronti del nostro amico a quattro zampe, trattandosi di un'operazione chirurgica che va a bloccare la sua attività riproduttrice. In realtà,...
Gatti

10 luoghi comuni sulla sterilizzazione del gatto

Niente paura, voi che siete padroni di gatti. La sterilizzazione del micio è divenuto un intervento ormai di assoluta routine. Anzi, quasi doveroso, si direbbe. E non solo per evitare il triste fenomeno del randagismo felino, ma anche per far godere...
Gatti

5 consigli sulla sterilizzazione del gatto

L'adozione dei gatti è una scelta sempre più frequente nel mondo: basti pensare al fatto che le stime eleggono questi felini come gli animali domestici più diffusi. Il gatto è, infatti, un compagno di vita leale, indipendente e deciso, che, con i...
Cani

Come prendersi cura di un cane dopo la sterilizzazione

I motivi per i quali chi possiede un cane decide di ricorrere all'intervento della sterilizzazione per il suo amico pelosetto, sono essenzialmente due: uno di ordine sanitario, secondo il quale (specialmente per la femmina) si determina la prevenzione...
Gatti

Come affrontare la sterilizzazione degli animali domestici

Gli animali domestici, sia che si tratti di un cane sia di un gatto, e indipendentemente dal sesso della bestiola in questione, pongono al loro proprietario il problema di una eventuale sterilizzazione. Questo piccolo intervento, sempre meno impegnativo...
Cani

Come Accudire Una Cagnolina Dopo La Sterilizzazione

Siamo ben felici di trattare un argomento, molto interessante ed anche attuale, attraverso il quale poter essere d'aiuto a tutti quei lettori e lettrici, che amano gli animali. Nello specifico vogliamo tentare di capire meglio, come e cosa fare per accudire,...
Cura dell'Animale

Cibo casalingo per furetti: ricette

I furetti sono animali carnivori e devono essere alimentati in quanto tali. Tuttavia, riescono ad adattarsi ai nuovi cibi quando sono in giovane età, mentre i furetti anziani spesso sono più restii e, l'aggiunta di un nuovo alimento dovrebbe essere...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.